Sciopero precari del 14 febbraio: ecco i motivi

Il 14 febbraio avrà luogo uno sciopero dei precari del settore scuola, una mobilitazione che li vede tutti uniti contro il governo italiano e i sindacati. Sì, perché il decreto salva precari in realtà non deve essere considerato come positivo. I precari da questo accordo non verranno affatto salvati, ma anzi la loro situazione potrebbe peggiorare ulteriormente. Di veri e propri abusi di precariato si parla, che vanno contro alle direttive europee vigenti in questo momento, una situazione considerata insostenibile. 

Ad essere messo sotto accusa è prima di tutto il concorso divisivo, il cui bando dovrebbe essere reso ufficiale proprio in questo mese di febbraio 2020. Il concorso prevede infatti 24.000 posti da assegnare dopo i risultati della prova computer based e altri 24.000 posti da assegnare con procedura ordinaria per i neolaureati. La prova preselettiva è considerata come meramente nozionistica dai precari e proprio per questo motivo inadatta alla situazione. Da considerare poi che alle 170.000 cattedre che sono già scoperte, se ne aggiungeranno molte altre ne Leggi tutto

Bambini e ragazzi che frequentano la scuola: cosa chiedono i governatori del Nord Est

Nel corso degli ultimi giorni molte persone sono tornate in Italia dalla Cina. Gli adulti di ritorno dalla Cina sono stati messi in isolamento, a titolo cautelativo. L’isolamento invece non era stato inizialmente previsto per i bambini e i ragazzi minorenni della scuola dell’obbligo. I governatori delle regioni del Nord Est Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, hanno invece richiesto che queste misure cautelative fossero prese in considerazione anche per i più piccoli. 

Si tratta di una misura cautelativa importante prima di tutto per loro, perché prendendo i sintomi del coronavirus sul nascere si ha la possibilità di attaccare la malattia prima che possa comportare problemi respiratori gravi. È importante però anche per tutti gli altri bambini, per far sì che non vi sia la possibilità che entrino in contatto con un virus tanto aggressivo e che sta tenendo con il fiato sospeso il mondo intero ormai da molte, moltissime settimane. 

Purtroppo non è dato sapere se chi è di ritorn Leggi tutto

Imparare l’inglese attraverso la lettura

La
lingua inglese si impara sui banchi di scuola, dove gli insegnanti
impartiscono le classiche lezioni fatte di regole grammaticali che
serviranno per formulare le semplici frasi scritte e le piccole
conversazioni utili nella vita quotidiana. Ad un certo punto gli
studenti più volenterosi sentiranno la necessità di andare al di là
dei primi elementi impegnandosi in attività extra scolastiche volte
al perfezionamento della lingua. Le attività da svolgere
privatamente spaziano dall’iscrizione ai corsi
di
inglese
online,
tenuti da un tutor altamente qualificato, alla lettura
dei più apprezzati capolavori della letteratura inglese. La lettura
in lingua originale è molto proficua perché consente di imparare
nuovi vocaboli che servono ad arricchire il lessico e ad affinare la
comprensione dell’inglese.

Libri
in inglese consigliati ai lettori adulti

Attraverso
la lettura, si osservano Leggi tutto

App per rappresentati di classe e genitori

La vita di un
bambino e quella dei genitori è legata alla sua attività scolastica
soprattutto nei primi anni di vita, quindi all’asilo e alle
elementari. Durante questi anni i genitori e i rappresentanti di
classe hanno il compito di fare da tramite tra i genitori stessi e la
scuola e hanno il dovere di essere sempre aggiornati sulle attività
delle scuola e migliorare, se possibile, la qualità di vita dei loro
bambini così come le relazioni tra genitori e bambini stessi.

Le attività dei
genitori e dei rappresentanti di classe possono essere molto
impegnative, basti pensare ad esempio all’organizzare feste o
attività ludiche, raccolta di materiale didattico o di soldi per
regali, ecc. Fino ad oggi queste attività venivano svolte da
genitori “coraggiosi” e dai rappresentanti di classe con
grande impegno e fatica ma senza utilizzare strumenti specifici che
potessero aiutarli nel loro lavoro.

Il rappresentante di
classe infatti ha il compito di Leggi tutto

Scuola: al via l’iscrizione telematica per il prossimo anno

Da qualche anno è in vigore in Italia l’iscrizione telematica alla scuola per i propri figli in età scolare. Questa innovazione, in un paese come l’Italia, che non ha grandi tassi di cultura tecnologica, ha portato, negli anni scorsi, molte difficoltà. C’è anche da dire che la “cultura tecnologica” di molte famiglie avviene tramite il cellulare. Proprio dall’uso del cellulare e non del computer avvengono molte difficoltà per compilare i form delle iscrizioni.

All’interno delle scuole comunque sono stati organizzati, negli uffici amministrativi, dei gruppi di aiuto per i genitori; in questo modo l’iscrizione telematica avviene in modo guidato. Leggi tutto

Pensioni scuola: le domande vanno fatte entro il 10 gennaio

Il comparto scuola in Italia è sempre al centro della discussione politica. L’organico oramai è in perenne carenza a discapito spesso di alcuni ruoli molto importanti come il sostegno. Il personale che va in pensione spesso non viene compensato con i nuovi assunti o chi entra in ruolo.

Proprio in questi giorni, entro il 10 gennaio, va fatta la domanda di pensionamento per chi ha maturato i requisiti richiesti. Leggi tutto