“Looking at porn” è un grido contro l’odio sui social: chi è Karin Ann, l’artista che ha scritto questo brano

È in arrivo un brano dal titolo “Looking at porn” che tratta in modo leggero e satirico il tema dell’odio sui social. La cantante che ha scritto e che interpreta il brano è Karin Ann, una giovanissima cantante di appena 19 anni che già da qualche tempo è diventata la portavoce della Generazione Z secondo il New York Times. Il suo nome ha già fatto il giro del mondo e lei è senza dubbio un’attivista oltre che un’artista di grande talento.

Karin Ann, chi è?

Cerchiamo prima di tutto di capire chi sia Karin Ann. Come abbiamo detto si tratta di un cantante di appena 19 anni, di origine slovacca. Sin dai suoi primi passi nel mondo della musica, Karin ha scelto di trattare temi di grande attualità. Si occupa soprattutto dei diritti umani, in modo particolare dei diritti delle minoranze e della comunità LGBT. Si occupa di vita e amore, cercando di raccontare tutte le cattive situazioni in cui è facile incorrere, come la tossicità dell’amore giusto per fare un esempio su tutti o l’importanza della salute mentale per il proprio personale benessere. Di tossicità dell’amore parla proprio il singolo uscito nel mese di dicembre dal titolo “We’re friends, right?” che ha riscosso nel giro di qualche settimana un successo davvero immenso, arrivando infatti a quasi 800mila stream su Spotify.

Ricordiamo che Karin Ann è arrivata sotto le luci dei riflettori grazie alla vittoria nella categoria “Scoperta dell’anno” del premio Zebrik Awards a Praga. Inoltre nel mese di maggio dello scorso anno si è aggiudicata la vittoria del “Munich Music Video Awards” con il video del suo pezzo “Babyboy”. Lei è la prima slovacca apparsa sul Billboard a Times Square, in quel di New York City, ed è tra le poche artiste del suo paese a poter vantare il suo nome su molti importanti quotidiani di fama internazionale, primo tra tutti il New York Times ovviamente. Doveroso poi ricordare anche che Spotify ha scelto proprio lei come testimonial per “Equal Music Program”.

Un grido contro l’odio sui social

Detto questo, passiamo al nuovo singolo di Karin Ann dal titolo “Looking at porn” che deve essere considerato come un vero e proprio grido contro l’odio sui social. Forse considerarlo un grido non è corretto. Un grido infatti fa pensare alla rabbia. Karin Ann invece in questa canzone non dimostra rabbia. Ridicolizza l’odio sui social e chi lo porta avanti utilizzando la satira e frasi divertenti. Il suo è un nuovo modo di affrontare i problemi, con la satira, con l’intelligenza quindi, lasciando che la rabbia non prenda il sopravvento, fregandosene di ciò che gli altri pensano. Le nuove generazioni devono essere insomma più forti secondo Karin, più coraggiose.

Il brano è stato realizzato da Karin con la collaborazione del suo produttore, Matt Schwartz. Karin si è detta davvero molto felice di questa collaborazione, non solo perché Matt è un nome importante nel panorama musicale, ma anche perché si tratta di una figura professionale di alto livello che sa aiutare gli artisti a sviluppare al meglio il loro talento e la loro abilità. Karin ha ammesso che è solo grazie a Matt se è riuscita a comprendere ogni aspetto della sua personalità e della sua creatività. Il video è diretto da Simone Peluso, importante direttore artistico italiano che nel corso degli anni ha seguito molti artisti del nostro paese tra cui Fedez e i Maneksin. Ancora una volta Karin si avvale insomma di collaborazioni importanti, un piccolo asso nella manica in più che di sicuro non fa male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.