Personal branding: i primi passi da fare sul web

Quando un giovane studente esce dall’università, deve fare i conti con un mondo del lavoro spietato. La concorrenza per ogni posto di lavoro è oggi come oggi alle stelle infatti, ed è quindi necessario far scendere in gioco quanti più strumenti possibile per emergere nella folla, per far sì che il proprio profilo possa essere notato. Questo è l’unico modo per riuscire ad ottenere un’assunzione o, nel caso in cui si voglia iniziare una carriera da libero professionista, per riuscire a trovare clienti. Ma quali sono gli strumenti migliori per riuscire in questa impresa? Oggi come oggi i migliori strumenti corrono sul filo del web come un blog personale, un profilo LinkedIn e le pagine social. Se anche tu sei un giovane neolaureato, continua nella lettura. Ti spiegheremo brevemente perché questi strumenti sono utili e come sfruttarli al meglio. 

Fare personal branding attraverso un blog personale

Molti neolaureati credono di poter guardare al proprio blog personale come ad una sorta di curriculum vitae online. Non è esattamente così che stanno le cose. Se vuoi un curriculum vitae online, è un profilo Linkedin quello che devi realizzare. Anche questo è da considerarsi come un elemento importante per il personal branding, come avremo tra poco modo di vere. Il blog personale però è qualcosa di totalmente diverso, da un certo punto di vista anche più utile. 

Non ti permette infatti di mostrare semplicemente la tua formazione e le tue esperienze lavorative. Si tratta di uno spazio virtuale che ti permette di mettere in luce le tue conoscenze, le tue abilità, il tuo talento. Non ha niente di asettico, anzi è un luogo che permette di valorizzare la propria personalità, il proprio modo di essere, te stesso come persona e come professionista. 

Ma come creare un blog? Molti neolaureati credono di non poter riuscire nell’impresa in modo autonomo. Invece si tratta di un’operazione davvero molto semplice. Prima di tutto è necessario scegliere un internet service provider, così da poter ottenere un hosting di alta qualità e acquistare in modo semplice il dominio per il tuo blog. Ricorda di utilizzare WordPress per la realizzazione del tuo sito, CMS questo che semplifica ogni processo. Con WordPress è infatti possibile scegliere in modo semplice la grafica del proprio sito web, aggiungere contenuti, immagini, video, gestire le pubblicazioni. Sono anche disponibili dei plugin che consentono di controllare il traffico e la SEO. Tutto questo è possibile anche per chi non ha mai avuto a che fare con un blog in tutta la sua vita, grazie all’interfaccia userfriendly. 

Affinché il blog possa davvero funzionare, deve essere aggiornato in modo costante nel tempo. Ovviamente è importante anche cercare di capire quelli siano le parole chiave che potrebbero indirizzare gli utenti verso il tuo profilo online. Quelle parole dovranno essere utilizzare nei contenuti, in modo da ottimizzare il blog in ottica SEO al meglio e favorire un maggiore traffico. 

Profilo LinkedIn, impossibile non averlo 

LinkedIn, molte persone credono che si tratti di un social network come tutti gli altri. Non è affatto così, perchè LinkedIn nasce appositamente per il mondo del lavoro. Il  profilo LinkedIn deve essere considerato come un vero e proprio curriculum vitae virtuale. È possibile caricare il curriculum e compilare informazioni su ogni lavoro che si ha avuto modo di intraprendere nel corso del tempo. È possibile dare informazioni sulla propria formazione, universitaria ma non solo. È anche possibile inserire ogni contenuto si creda utile per valorizzare al meglio il proprio talento. 

LinkedIn permette di creare una propria rete di contatti, di fare quello che viene oggi come oggi definito networking. Consente di far parlare di sé e di scoprire molti importanti dettagli sul mondo del lavoro. Infine permette di rispondere in modo semplice e veloce, bastano infatti pochi click appena, a molti annunci. Sì, perchè gli giorno su LinkedIn vengono postati annunci di ogni genere. 

Le pagine social: Facebook e Instagram 

Sono innumerevoli i social network oggi come oggi disponibili online. Oltre al suddetto LinkedIn, gli unici che vale davvero la pena prendere in considerazione sono Facebook e Instagram. Puoi scegliere di utilizzare queste pagine solo per il tuo lavoro, creando quindi uno spazio virtuale in cui postare solo informazioni su di te, sulla tua formazione, sulle tue esperienze e tutto ciò che potrebbe essere utile per far capire agli altri quali siano le tua abilità. Puoi però anche scegliere di utilizzare queste pagine a scopo personale, con la consapevolezza però che qualche recruiter potrebbe andare a guardarle per scoprire qualcosa su di te prima di un eventuale colloquio. 

Puoi tenere le pagine social private, ma se scegli invece che siano pubbliche è importante prestare attenzione a quello che pubblichi. Essere te stesso sulle pagine social ripaga, uno specchio del tuo modo di essere, un modo per riuscire davvero a farti conoscere. È sempre meglio però evitare inutili discussioni online, che potrebbero infatti compromettere la tua integrità e potrebbero quindi alla fine renderti poco accattivante agli occhi di un’azienda. Ovviamente puoi anche decidere di collegare le tue pagine social al blog che hai creato. Si tratta di una buona idea per generare maggiore traffico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.