Vaccini e scuole: saranno disponibili a breve i vaccini per gli studenti italiani?

Tutto il personale scolastico ha già ricevuto la prima dose di vaccino. Entro la fine dell’estate 2021 riceverà anche la seconda dose. Il nuovo anno scolastico quindi aprirà i battenti in sicurezza. E per quanto riguarda invece gli studenti? Anche loro avranno a breve la possibilità di essere vaccinati? In questo momento i vaccini per i bambini e i ragazzi sono ancora in fase di sperimentazione, sperimentazioni che però sembra stiano dando risultati positivi. Secondo Sergio Abrignani, immunologo dell’Università Statale di Milano e membro del Comitato tecnico-scientifico, potrebbe persino essere possibile ottenere l’approvazione dei vaccini in tempo per la riapertura delle scuole a settembre 2021. 

Le sperimentazioni attualmente in corso 

Le sperimentazioni attualmente in corso sono due, una portata avanti da Pfizer/Biontech e l’altra invece da Moderna, sperimentazioni che stanno prendendo in considerazione i bambini a partire dai 6 mesi di vita e i ragazzi fino ai 18 anni. Giusto ricordare che in entrambi i casi si tratta di vaccini basati sulla tecnica dell’Rna messaggero. 

La sperimentazione portata avanti da Moderna prevede 3 fasi. In questo momento siamo alla seconda fase. La sperimentazione ha preso il via nel mese di dicembre, negli Stati Uniti d’America, su 3mila ragazzi di età 12-17 anni. Moderna ha deciso di dare il via inoltre ad un’altra sperimentazione, che prende il nome di KidCove, che prende in questo caso invece in considerazione i bambini dai 6 mesi sino agli 11 anni di età. Anche questa seconda sperimentazione è attualmente in fase 2, una sperimentazione a cui stanno partecipando 6.750 bambini. 

La sperimentazione Pfizer/BioNTech prevede tre fasi, proprio come quella di Moderna. In questo momento siamo già però in fase 3. Si tratta di una sperimentazione condotta sui ragazzi di 12-15 anni. Questa sperimentazione ha portato a conclusioni più che positive. Proprio per questo motivo l’azienda farmaceutica sta per prenotare la richiesta di autorizzazione sia agli Stati Uniti che all’Europa. È persino possibile che il suo vaccino per ragazzi possa essere disponibile già a partire dal mese di giugno. Ha preso il via anche in seno a Pfizer/BioNTech una sperimentazione sui più piccoli, dai 6 mesi sino agli 11 anni di età. 

La campagna vaccinale 

La campagna vaccinale in Italia sta andando a gonfie vele. Se anche i più giovani potranno ottenere il vaccino, è plausibile credere che nel mese di settembre 2021 l’85% della popolazione possa essere vaccinata. Il 15% restante è composto da un 10% della popolazione che rifiuta di essere sottoposta al vaccino e da un 5% invece di persone che, per motivi di salute soprattutto, non possono vaccinarsi. 

Stando alle prime indiscrezioni, sembra che la campagna vaccinale sulla popolazione più giovane partirà dai ragazzi più grandi, dai diciottenni quindi, per poi andare via via verso le fasce più giovani della popolazione, fino ai 2 anni. E per i bambini da 0 a 2 anni di vita? Per loro c’è da aspettare ancora un po’ di tempo, ma sicuramente i vaccini arriveranno anche per i piccolini. 

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *