Gli Studenti: fermiamo il decreto sui LEP e rilanciamo le 10 proposte sul DSU!

Apprendiamo con preoccupazione che, attraverso l’ennesima forzatura da parte del Ministro Profumo, è stato inserita all’interno della Conferenza Stato-Regioni, convocata per la giornata di domani, la discussione del Decreto sui livelli essenziali delle prestazioni per l’erogazione delle borse di studio.

“E’ inaccettabile che Profumo continui a portare avanti il Decreto sul Diritto allo Studio nonostante le innumerevoli proteste delle studentesse e gli studenti – dichiara Luca Spadon, Portavoce nazionale di Link – Coordinamento Universitario – ancora una volta il Ministro, senza nessuna leggitimità politica e in un paese ormai da due mesi senza Governo, ripropone un testo che che restringe fortemente la platea di studenti beneficiari di borse di studio applicando delle differenziazioni tra sud e quelli del nord, inasprendo i criteri di merito e diminuedo la soglia ISEE necessaria.”

Il sistema del Dsu nel nostro paese è al collasso e per l’anno 2013/14 sono previsti soltanto 14 milioni di euro per il Fondo integrativo nazionale; anche per queste motivazioni abbiamo lanciato una grande campagna nazionale denominata “Non c’è più tempo! 10 proposte per il Diritto allo Studio” che sta raccogliendo migliaia di firme in tantissimi atenei del nostro paese.

Questo provvedimento è già stato fermato nel mese di febbraio grazie alle mobilitazioni studentesche esplose in tutta Italia per questo pretendiamo che Profumo ne blocchi definitivamente l’iter legislativo e che i rappresentanti delle regioni si oppongano strenuamente alla sua approvazione – continua Luca Spadon, di Link – Coordinamento Universitario – mentre noi studenti ci mobiliteremo per esprimere una ferma opposizione a quest’ennesimo attacco rivolto al nostro futuro.

Auspichiamo che si apra finalmente un serio dibattito intorno alle proposte degli studenti e ai risultati del Referendum studentesco che sarà organizzato in scuole ed università dal 15 al 25 aprile, con la speranza che il sistema del diritto allo studio venga adeguatamente rifinanziato prima dell’approvazione di qualsiasi provvediemento sulle borse di studio.

QUI la sheda tecnica di Link – Coordinamento Universitario sulla bozza dell’ultimo Decreto.


Unisciti alla Community della Scuola Pubblica

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *