QUALCUNO HA DIMENTICATO CHE IL IL F.I.S. È SALARIO DEI LAVORATORI?

Iscriviti e diffondi la pagina Facebook di ScuolaMagazineTwitter.

Sciopero della scuola a Bari: COMUNICATO FLC CGIL BARI

( pullman completi per Roma e adesione di lavoratori di tutte le sigle con la FLC CGIL Bari )

Nelle ultime ore la proposta di riduzione delle risorse del fondo d’istituto (F.I.S.) da utilizzare per pagare gli scatti d’anzianità del 2011 e 2012 dei lavoratori della scuola, avanzata dal MIUR alle OO.SS., ha immediatamente ( ma non inaspettatamente!) ricevuto l’avallo acritico ed entusiastico di CISL scuola, UIL scuola, SNALS e FGU con la sola esclusione della FLC CGIL.

Noi della FLC CGIL di Bari fatichiamo a comprendere i motivi di tanto entusiasmo! A noi sembra invece che questa soluzione avrà conseguenze pesanti non solo per le tasche dei docenti ma anche per gli stessi sindacati che hanno sottoscritto tale accordo senza nemmeno avvertire il bisogno di consultare i lavoratori interessati: e, trattandosi di materia salariale, noi riteniamo che i lavoratori debbano essere consultati!


Partiamo infatti da una considerazione inconfutabile: il F.I.S. è salario dei lavoratori della scuola; è salario accessorio, certo, ma pur sempre di salario si tratta! Ritenersi soddisfatti per il fatto che si colmano i buchi nell’erogazione del salario tabellare sottraendo risorse al salario accessorio significa essere soddisfatti di essere deprivati di una risorsa che già ci apparteneva. A meno di pensare che i lavoratori della scuola abbiano tutti l’anello al naso, non si comprende di cosa debbano sentirsi soddisfatti questi lavoratori nel vedere sempre più assottigliarsi i loro salari!

Facciamo due conti: accadrà che, per pagare gli scatti d’anzianità, bisognerà ridurre di un buon 20% i compensi spettanti proprio al personale che maggior tempo impegna nelle scuole per compiti quali le funzioni strumentali, i collaboratori del dirigente, i coordinatori, incarichi specifici, intensificazioni, etc etc. con lo stupefacente risultato che si ridurranno i compensi medi accessori già irrisori – finora 60-70 euro netti mensili – alla ridicola somma di 40-50 euro mensili per di più con un maggior carico di lavoro!

Ed accade così che lo sciopero del 24 novembre si preannuncia molto partecipato:partiranno per Roma da Bari e provincia ben cinque dei dieci pullman previsti unitariamente, messi a disposizione dalla sola FLC CGIL con decine di persone che non hanno trovato posto e si stanno attrezzando diversamente. Lo sciopero, originariamente convocato senza la FLC CGIL si preannuncia un successo che dovrà far riflettere tutti, e a lungo, sulle relazioni sindacali. Altro dato dirompente e di assoluta novità: sono decine le lavoratrici e i lavoratori che hanno inteso aderire allo sciopero con la relativa trattenuta pur essendo in giornata libera! ECCO PERCHÉ CON ORGOGLIO RIBADIAMO CHE UN ACCORDO SIFFATTO NON POTEVA MAI ESSERE DA NOI SOTTOSCRITTO!

Bari, 23 novembre 2012 per la FLC CGIL BARI CLAUDIO MENGA

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *