Oggi a Roma i COBAS in piazza con i precari della scuola

Iscriviti e diffondi la pagina Facebook di

ScuolaMagazineTwitter.

Il 22 settembre i COBAS in piazza con i precari della scuola

No al concorso-truffa, no alla deportazione dei docenti “inidonei”, no alla scuola-miseria.

I COBAS partecipano alla manifestazione nazionale (Roma, P.Esquilino, ore 14.30) indetta dai Precari uniti contro i tagli e il concorso-truffa voluto dal ministro Profumo. Oltre al ritiro immediato del concorso, i COBAS scendono in piazza per chiedere l’immissione in ruolo su tutti i posti vacanti e disponibili (eliminando la strumentale divisione tra organico di fatto e di diritto); la parità di trattamento contrattuale tra personale a tempo determinato e indeterminato; il ritiro dei tagli a posti di lavoro, scuole, materie, orari; l’apertura di una trattativa sul reclutamento, che escluda l’assunzione diretta da parte dei presidi e garantisca un percorso abilitante qualificato per chi vuole insegnare; il mantenimento degli “inidonei” nel loro ruolo e luogo di lavoro e la restituzione dei posti ai precari ATA. In tutta Italia le nostre sedi sono mobilitate per raccogliere le richieste dei precari che vogliono essere a Roma domani per manifestare, organizzando il viaggio in pullman, treni, auto. Per favorire la partecipazione i COBAS hanno anche organizzato a Roma un Convegno CESP per la mattina di sabato 22 (inizio ore 9.30) al Centro Congressi di V.Cavour 50. Facciamo appello a tutto il personale della scuola, docente ed ATA, precario o stabile, perchè garantisca la massima partecipazione al corteo che si svolgerà nel centro cittadino, concludendosi a Bocca della Verità.

Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.