Succede anche questo: due presidi per la stessa scuola. La nuova preside chiama i carabinieri per sfrattare la vecchia.

Iscriviti e diffondi la pagina Facebook di ScuolaMagazine.

CASAGIOVE. Due presidi per la stessa scuola. Succede al circolo didattico di Casagiove, dove ieri mattina in seguito all’ultimo decreto di mobilità dei dirigenti scolastici, a firma del direttore generale dell’Usr Diego Bouché , la dirigente scolastica Teresa Luongo, doveva prendere regolare servizio perché trasferita in quanto la sua sede, il secondo circolo didattico di Piedimonte Matese, è stata dimensionata per avere al di sotto di 600 alunni. La Luongo doveva subentrare alla dirigente Vincenza Piscitelli che, a sua volta, è stata trasferita al terzo circolo didattico di Marcianise.


Ma quando la Luongo si è presentata all’istituto scolastico in questione non ha potuto prendere servizio. Anzi le è stato fisicamente impedito l’accesso alla presidenza perché ancora «occupata» dalla collega Piscitelli, ferma nella posizione che il decreto di mobilità del direttore Bouché non riguardasse più la sua persona per effetto di una ordinanza del Tar che l’avrebbe reintegrata nuovamente presso la sede di Casagiove. Una situazione paradossale che ha creato anche sconcerto e imbarazzo tra il personale docente e ata presente nell’istituto. Stessa cosa è avvenuta anche a Marcianise, dove gli insegnanti del terzo circolo didattico invano hanno atteso per tutta la mattinata l’arrivo della nuova preside.

Continua a leggere la notizia sul Gazzettino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *