TFA: in avvio i ricorsi per l’impugnazione dell’esito dei test e delle irregolarità che ne hanno caratterizzato lo svolgimento

Iscriviti alla nostra pagina sulla scuola su Facebook.
Si informa che l’associazione Adida sta predisponendo i ricorsi per l’impugnazione dell’esito delle prove preselettive, nonché delle irregolarità che ne hanno caratterizzato lo svolgimento per l’accesso ai TFA. Tale iniziativa avviata con lo scopo di ottenere l’accesso ai TFA o in alternativa il riconoscimento della propria qualifica professionale/servizio per il ricorrente, presenta fra le finalità inoltre quella di richiedere con un decreto d’urgenza o con una sospensiva l’accesso con riserva ai tfa e una iscrizione soprannumerarietà.

L’azione è consigliata a tutti colore che semplicemente hanno partecipato alla prova e non hanno oltrepassato i test. al di la delle censure intrinseche ai tfa e allo Schema di Decreto sulla Formazione Iniziale Docenti, va poi detto che irregolarità nello svolgimento pratico delle prove, come quelle verificatesi non si sono infatti mai avute (il massimo di domande errate in tanti e tanti anni di ricorsi avverso il numero chiuso è stato nel 2007 di 2 su 80, e nel 2011 di cinque sempre su 80 domande) e ciò ci lascia sereni circa le possibilità di esito positivo dell’azione proposta.

Legali incaricati della conduzione dei ricorsi saranno gli avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, esperti e grandi conoscitori della ‘questione III fascia d’Istituto’ e da anni in prima fila sul fronte dei ricorsi contro il numero chiuso nelle università. Essi risultano quindi essere tra i maggiori esperti a livello nazionale in questa tipologia di azioni legali vantando alle spalle un gran numero vittorie ottenute nei tribunali italiani contro il MIUR e le Università.

A questo indirizzo è disponibile una dettagliata del ricorso e delle modalità di adesione.
Direttivo Adida

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *