Scuola news del 12 giugno! Le migliori notizie di oggi sulla scuola

Rimani sempre aggiornato sulla scuola: iscriviti alla nostra pagina facebook e twitter! Diffondi fra i colleghi.

Attentato alla scuola di Brindisi, nuovi elementi emergono dalle indagini: Svantaggio voleva colpire una caserma dei Carabinieri e poi si è indirizzato sulla scuola? Ne parla la Stampa.

A Pontremoli bocciati 5 bambini in una classe di prima elementare. Non è difficile immaginare che oggi questa sarà la notizia del giorno. Le due fazioni si scanneranno nelle trasmissioni del mattino e poi nel pomeriggio, dopo una scarrettata di programmi di cucina ad intervallare la discussione. Potete approfondire la notizia qui.

Sciogliete le righe! La scuola termina e i bambini e ragazzi come passeranno gli uggiosi pomeriggi estivi? Un articolo di Repubblica ci fa un elenco di attività possibili a Roma. Un classico articolo che potrebbe ripetersi sempre uguale tutti gli anni, come il caldo, il mare, la siccità…


Quanto pagano i privatisti per fare gli esami nella scuola pubblica? Da una indagine risultano casi abbastanza incredibili. Leggete su questo articolo di Repubblica.

Il Ministro Profumo va in televisione e dice che la scuola è al centro dei punti cardine dell’agenda digitale. Vedremo!

In Fliuli Venezia Giulia si scaldano i motori (e 350 insegnanti) per insegnare a scuola la lingua friulana. Ne parla l’assessore regionale.

Le scuole nelle zone terremotate: non finiscono i problemi con le nuove scosse.

Sicurezza sul lavoro e morti bianche. Premiati dei lavori scolastici sull’argomento.

Corsi di formazione a Firenze per contrastare l’abbandono scolastico.

A Palermo si provvede ad installare impianti di video-sorveglianza negli istituti scolastici per prevenire atti di vandalismo.

Gravi episodi di bullismo in una scuola: a processo sei studentesse. Il bullismo: uno dei temi caldi del mondo della scuola.

Segnalateci i link delle notizie di oggi che ci sono sfuggite! Le aggiungeremo: ariapertalab@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *