UDS: TORNA LA PDL 953, LA VENDETTA DELL’ON. APREA CONTRO GLI STUDENTI E LA SCUOLA PUBBLICA

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

UDS: TORNA LA PDL 953, LA VENDETTA DELL’ON. APREA CONTRO GLI STUDENTI E LA SCUOLA PUBBLICA

Prima di dimettersi per palese incompatibilità con il nuovo ruolo di assessore all’istruzione presso la regione Lombardia, l’On. Valentina Aprea, ormai ex presidente della commissione cultura, ricerca e istruzione presso la Camera dei Deputati è riuscita a licenziare la proposta di legge 953 che porta la sua firma, che già nel 2008 fu duramente contestata e respinta dal movimento studentesco dell’Onda.

“L’Aprea 2 – dichiara Mariano di Palma, coordinatore nazionale dell’Unione degli Studenti – è una vera e propria vendetta verso noi studenti e più in generale verso la scuola pubblica. Dietro lo slogan della valorizzazione dell’autonomia scolastica e della riforma della governance della scuola, si cancellano da un lato venti anni di diritti degli studenti, con la cancellazione dei rappresentanti degli studenti e del diritto di assemblea negli istituti, e dall’altro con l’entrata dei privati nelle scuole, ed il quasi scontato rischio che decidano della didattica e dell’offerta formativa, soprattutto in una fase in cui le scuole hanno enormi difficoltà economiche e i privati, con i loro finanziamenti, avrebbero un peso non indifferente. Non esiste autonomia scolastica nella scuola pubblica, senza le risorse dello stato”


“Non vogliamo essere presi per quelli che non vogliono cambiare la scuola – prosegue Di Palma – abbiamo la nostra proposta per una scuola migliore pubblicata nell’AltraRiforma, e abbiamo le nostre proposte per migliorare la legge Aprea, ma in queste condizioni, qualora non venissero accolti i nostri emendamenti, saremo costretti a scendere in piazza e tutte le forze politiche dovranno assumersi la responsabilità degli scempi che quella legge comporterà.”

“Chiediamo a gran voce – conclude l’UdS – che il MIUR prenda immediatamente una posizione pubblica sulla legge Aprea, vista l’irruenza con cui questa legge sconvolgerebbe il funzionamento della scuola pubblica, si rischia inoltre che ogni scuola si doti di uno Statuto differente senza alcuno schema di riferimento e dall’autonomia scolastica si passerebbe ad una vera e propria anarchia.”

UNIONE DEGLI STUDENTI

-> la scheda tecnica dell’UdS sulla legge Aprea 2 http://issuu.com/retedellaconoscenza/docs/aprea
-> l’editoriale di Federico del Giudice , portavoce nazionale della Rete della Conoscenza http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/04/04/dimessa-aprea-fautrice-dellautonomia-scolastica-tradita-privati-scuola/202333/

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *