Scuola: come si suddivide l’orario delle lezioni

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

Prendendo in esame i dati relativi ai Paesi dell’Unione Europea in merito alle “Cifre chiave dell’Istruzione 2012” si può capire come viene distribuito l’orario scolastico. C’è da sottolineare che non sempre le ore che vengono dedicate a una materia corrispondono al tempo reale che lo studente spende per studiarla. Questo perché le scuole godono di autonomia per assegnare ore aggiuntive alle materie su cui si vuole fare più leva. Molto spazio viene dato alla lingua madre, nel nostro caso l’italiano, che di solito occupa 1/3 delle ore totali. Solo in Lussemburgo le lingue ufficiali, il tedesco e il francese, vengono trattate come lingue straniere. Al secondo posto per ore assegnate è della matematica. In tutti i Paesi europei questa materia ha grande importanza, tanto che a Malta si dedica più tempo alla matematica che alla lingua madre.


Per quel che riguarda le scienze naturali e sociali, durate la scuola primaria le ore dedicate si attestano tra il 9 e il 15%, mentre in Grecia la percentuale si alza (22%). educazione fisica e arte hanno, invece, il 20% delle ore. La flessibilità data alle varie scuole incide non poco sulla distribuzione delle ore dedicate a ogni materia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *