Intervistiamo la Scuola: Diana Romagnoli, insegnante

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

Ci puoi raccontare il tuo percorso di studio e poi quello lavorativo che ti ha portato a insegnare nella scuola pubblica?

Mi sono laureata in Lettere Antiche con 110/110 e lode e ho collaborato per anni con la cattedra di Numismatica della “Federico II”; mi sono specializzata con la SICSI.

Dove insegni, con quale ruolo e com’è la situazione scolastica nella provincia dove lavori?

Insegno presso Il Liceo “Brunelleschi” di Afragola (NA) e l’Istituto “Pitagora” di Pozzuoli (Na) con un incarico del Provveditorato fino al 30 giugno.

Cosa è cambiato nella tua scuola con la riforma Gelmini?

Dopo la riforma Gelmini per es. non ci sono più soldi per progetti; poi ha tolto ben due ore alla mia classe di concorso (A052), una di italiano ed una di geografia, per attribuirle alle scienze. Risultato noi lavoriamo su più scuole perché non abbiamo quasi più cattedre di 18 ore disponibili, i ragazzi ignorano e ignoreranno la geografia, che ritengo materia super importante e propedeutica a tutto, ma proprio tutto, il resto! Classi iniziali super piene.

Sono state condotte delle forme di proteste riguardo la Riforma Gelmini?

Le forme consuete dello sciopero etc.

I colleghi rimasti fuori dall’insegnamento come si sono riciclati nel mondo lavorativo?

I colleghi rimasti fuori fanno punti con l’orrido decreto salva precari e attendono scampoli di supplenze;

Quali mezzi usi per andare al lavoro, quanto tempo ti occorre e con quali costi?

Nelle mie due scuole vado con la macchina: con i mezzi è molto complicato soprattutto perché sono due. Naturalmente spendo un sacco di soldi di benzina.

Ci puoi descrivere la tua giornata tipo?

Giornata tipo: scuola/figli/casa/preparazione delle lezioni/…….

Quali passioni riesci a coltivare?

Passioni molte: sono animatrice di un concorso di scrittura “La pagina che non c’era”, cosa che mi assorbe completamente; troverete lumi su www.lapaginachenoncera.it.

Che uso fai di internet e dei social network?

Sono sempre connessa e uso normalmente i social network.

Ci indichi quello che secondo te si potrebbe fare da subito, a costi bassissimi o a costo zero, nella scuola italiana per migliorarla?

Orario prolungato e mensa: si deve studiare a scuola; potenziare lo studio dell’inglese; invitare i docenti a fare un percorso di counceling; tenere le scuole aperte per attività pomeridiane, per es. cineforum; potenziare sport ed educazione fisica;andare a scuola anche a luglio (i docenti di ruolo sono normalmente pagati) per attività extracurricolari, approfondimenti etc.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *