Un altro colpo basso alla scuola dal Ministro

Il mondo della scuola è in sciopero, infatti venerdì 7 ottobre 2011, è stato annunciato e confermato definitivamente, si manifesterà nuovamente contro provvedimenti inadeguati del ministero della Pubblica Istruzione. Scendono nuovamente in piazza tutti gli studenti italiani per protestare contro la nuova manovra che ha inflitto ingenti tagli alla spesa pubblica e all’istruzione, i giovani protestano anche contro l’ultimo decreto pensato dal Ministro Gelmini, che fa troppi tagli in ogni settore, compreso fitness e educazione fisica. Lo sciopero è indetto dai Cobas per il comparto scuola e per l’università. Saranno presenti allo sciopero anche i sindacati degli universitari e medi.

Lo sciopero avrà inizio con l’apertura delle lezioni e come luogo principale di manifestazione avrà Roma dove partendo da Via Ostiense sin dalle prime ore della mattinata seguirà un percorso ancora da definirsi. Previsti come sempre in queste occasioni notevoli disagi al traffico romano e per i pendolari e per i lavoratori in auto. Lo sciopero della scuola interesserà il territorio nazionale al completo, impegnando tuto il contingente studentesco italiano.Altre città dove lo sciopero sarà vissuto con maggiori iniziative sono Torino, Palermo, Tieste e Cagliari. Allo aciopero partecipano attivamente come voce dolente tutti i lavoratori della scuola perchè in molti istituti manca sia il personale docente che ausiliare,i tagli effettuati dal 2008 si stanno abbattendo sulla Scuola senza pietà creando disagi e scontento.

Fonte: www.dietesane.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.