Ricorso precari scuola

In merito al ricorso precari scuola del personale non abilitato riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di Adida.

ADIDA: RICORSO GAE E GI PER IL PERSONALE DOCENTE “NON ABILITATO”

L’associazione Adida (Ass. Docenti Invisibili da Abilitare) comunica l’avvio dei ricorsi per l’impugnazione del Decreti Ministeriali n°44 e 62 del 2011 che hanno rispettivamente sancito l’aggiornamento delle Graduatorie Permanenti ad Esaurimento (GAE) e delle Graduatorie di Circolo e d’Istituto (GI) valide per il triennio scolastico 2011/2014.
Scopo dei ricorsi proposti è il riconoscimento del diritto d’accesso alle Graduatorie ad Esaurimento, nonché alla I/II fascia delle Graduatorie d’Istituto dei precari cosiddetti di III fascia, a parere di Adida ingiustamente ritenuti “non abilitati all’insegnamento”.
Possono partecipare all’iniziativa tutti i docenti di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado in possesso di validi titoli all’insegnamento ed inseriti a pieno titolo nella III fascia delle graduatorie di circolo e d’Istituto.


Nel far sapere che la scadenza ultima per l’adesione a tali iniziative è fissata al 4 Settembre 2011, l’associazione ricorda che i dettagli e le istruzioni da seguire necessarie alla partecipazione si trovano sul sito Adida rispettivamente ai seguenti indirizzi:

RICORSO GAE: https://sites.google.com/site/midanazionale/attivita-svolte/comunicati-mida/ricorsogae-primipassiperpoteraderire
RICORSO GI: https://sites.google.com/site/midanazionale/attivita-svolte/comunicati-mida/email-inviate-agli-aderenti-adida/circolare-2-agosto-2011/ricorso-gi

Si ricorda inoltre che l’associazione è in procinto di avviare i ricorsi al giudice del lavoro per la richiesta di stabilizzazione, risarcimento del danno subito per via dello sfruttamento del lavoro precario e mancato rispetto del diritto alla formazione (solo per precari “non abilitati”), e per la retribuzione delle differenze stipendiali (richiesta di retribuzione degli scatti stipendiali e degli stipendi estivi).


Tali attività saranno aperte a tutti i precari “abilitati” e no che da anni operano alle dipendenze del MIUR e/o di datori privati e/o altri enti pubblici (scuole paritarie, scuole comunali, docenti valdaostani e trentini). Nei prossimi giorni saranno pertanto comunicate sul sito le modalità e i costi per l’adesione a tale iniziativa.
Direttivo Adida ( www.associazioneadida.it     – italian.mida@gamil.com )

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi colleghi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *