Ultim’ora: Blitz dell’Unione degli Studenti,scuole private “sigillate”. Blitz in oltre 100 scuole private: “Abbiamo messo i sigilli alla generazione Marchionne”

Oggi in più di 40 città le studentesse e gli studenti di scuole e università, insieme ai ricercatori e ai precari della formazione sfileranno liberi per le strade, lasciando soli le rappresentanze istituzionali nella solitudine della loro miseria.

Blitz in mattinata dell’UdS in oltre 100 scuole private da Nord a Sud (Milano, Firenze, Bologna, Cagliari, Napoli, Bari, Cosenza e altre), sigillate con nastro da cantiere, per “porre l’accento sul processo di privatizzazione messo in campo da governi di ogni schieramento negli ultimi 15 anni, per demarcare la qualità dell’istruzione pubblica rispetto ad un’idea di formazione di elite, finanziata con moneta sonante dal ministero all’ultima Finanziaria” – afferma in una nota l’UdS.

“Oggi è l’ennesima mobilitazione di questi ultimi 3 mesi che hanno scaldato il cuore ad un’Italia ripiegata nel berlusconismo in decomposizione. L’Italia dei conflitti ha ripreso parola anche grazie al fiato che il movimento studentesco le ha dato” – afferma Tito Russo, coordinatore nazionale Unione degli Studenti.

“Oggi in molte città la politica istituzionale segnerà un’ennesima distanza dalla società reale, trincerandosi dietro camionette blindate. Oggi noi ci riprendiamo le nostre città, continuando a manifestare fin quando in questo Paese non ci saranno politiche attive per il welfare, la formazione ed il lavoro”.

“Le vacanze non fermeranno la protesta, costruiremo azioni comunicative quanto più collettive possibili anche nei giorni clou delle festività natalizie, proprio per segnalare che le nostre mobilitazioni vanno oltre l’approvazione del singolo provvedimento e sono caratterizzate dal contrasto ad una condizione più generale di precarietà materiale ed esistenziale” – afferma Tito Russo.

“Oggi 22 dicembre stupiremo una politica di Manganello e di Governo. Non abbiamo paura di strumentalità, insulti e vecchi mostri agitati populisticamente, spiazzeremo oggi e durante le vacanze, chi per una generazione che chiede futuro assicura macerie e rastrellamenti cileni” – conclude Tito Russo.

UNIONE DEGLI STUDENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *