Scuola Bari: saranno accorpati due istituti superiori

Comunicato stampa di FLC CGIL Bari sul dimensionamento con dati
alunni/classi relativi alle scuole di Bari esclusa la BAT;
Si segnala che, a livello provinciale, saranno accorpate 2 istituti
superiori, entrambi nella città di Bari: il Tridente, accorpato al Gorjux e l’Istituto d’arte accorpato al liceo artistico.

Alla luce dei dati che l’ amministrazione scolastica ha fornito alle OO. SS. risulta che, nella provincia di Bari, escludendo la Bat, si contano 202.488 alunni complessivamente, distribuiti su 272 istituti scolastici, così ripartiti:
29.438 nella scuola dell’infanzia;
62.357 nella scuola primaria;
41.364 nella scuola secondaria di I grado;
69.329 nella scuola secondaria di II grado.

È importante notare come, nella provincia di Bari, il rapporto medio di alunni per classe risulta essere di 22,3% unità, uno tra i più alti, se non il più alto in assoluto, rispetto a tutte le altre province d’Italia.
Altro dato interessante si ottiene dividendo il numero di alunni per il numero di istituzioni scolastiche, che porta a 750 circa la dimensione media in alunni per ogni istituto.
Accade però che, a fronte di scuole sottodimensionate, ci siano scuole eccessivamente sovradimensionate, soprattutto a livello di scuola superiore, chiaro segnale di una inadeguata politica di programmazione della rete scolastica che rende difficoltosa un’equa distribuzione dell’offerta formativa sul territorio provinciale.
In particolare, per la FLC BARI, va segnalata la cronica assenza dei cosiddetti istituti comprensivi ( che aggregano infanzia, primaria e secondaria di I grado in un’unica dirigenza), che al Nord rappresentano la regola e nella nostra provincia, invece, un’eccezione pari a 10 istituti comprensivi su un totale di 192 tra scuole elementari e medie.
In conclusione: se da un lato la media di 750 alunni per scuola garantisce la stabilità di tutte le istituzioni scolastiche autonome, dall’altro va segnalato come:
la mancanza di istituti comprensivi incide negativamente sulla distribuzione equa dell’offerta formativa soprattutto nelle aree più degradate delle grandi città e dei centri più popolosi della provincia;
su un totale di 78 istituti superiori, ben 21 hanno una popolazione scolastica abbondantemente oltre 1.000 alunni!

Sulla base di queste considerazioni, la creazione di 7 nuovi istituti comprensivi nella sola città di Bari rappresenta per la FLC Bari una buona base di partenza per una programmazione sul territorio che deve essere coordinata innanzitutto integrando il livello provinciale con il livello comunale, con particolare attenzione agli istituti superiori, in molti casi eccessivamente sovraffollati proprio perché mal distribuiti sul territorio.
Bari, 22 novembre 20120

Claudio Menga

Seg. Gen.

FLC CGIL Bari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *