Cisl scuola: docenti e scatti di anzianità

Riportiamo un comunicato di Cisl scuola sull’incontro avvenuto al Miur.

Nell’incontro svoltosi oggi al MIUR è stata presentata ai Sindacati, prima della firma da parte del Ministro, la bozza del decreto interministeriale in cui viene indicata la modalità di utilizzo delle risorse (351 milioni di euro) che l’art. 8, comma 14, della legge 122/10 consente di destinare al settore scolastico, in deroga ai vincoli posti dai commi 1 e 23 dell’art. 9 della stessa legge (blocco delle retribuzioni per un triennio, congelamento degli scatti di anzianità).

La maggior parte delle risorse (320 milioni) viene espressamente finalizzata al “recupero dell’utilità dell’anno 2010 ai fini della maturazione delle posizioni di carriera e stipendiali e dei relativi incrementi economici del personale docente, educativo ed ATA”. Ad analoga finalità saranno destinate le risorse individuate come disponibili negli anni finanziari successivi al 2010.

I restanti 31 milioni sono destinati all’attivazione dei progetti sperimentali sulla valutazione e il merito, annunciati dal Ministro nell’incontro dello scorso 18 novembre.

Si profila, dunque, il pieno raggiungimento di un obiettivo su cui ci siamo spesi con forte impegno e grande determinazione, attraverso un percorso difficile costruito con lucidità e realismo.

Le intese che la CISL Scuola, insieme a UIL Scuola, Snals e Gilda, aveva raggiunto nel confronto col Governo, ottenendo gli opportuni emendamenti al testo della manovra economica, trovano piena conferma e rappresentano un positivo risultato per la categoria, ancor più importante perché ottenuto in un contesto di straordinaria difficoltà.

Esprimiamo grande soddisfazione per gli esiti di un’azione sindacale fatta di mobilitazione e confronto, di cui la CISL è stata protagonista.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *