Domani incontro Ministro Gelmini con i sindacati scuola

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di UIL Scuola riguardo all’incontro di domani al Miur tra il ministro Gelmini e i segretari dei sindacati scuola.

E’ fissato per domani pomeriggio, mercoledì 4 luglio, ore 16.00, l’incontro al Miur tra il ministro Gelmini e i segretari dei sindacati scuola (FLC CGIL – CISL SCUOLA – UIL SCUOLA – SNALS – GILDA – ANP). Nella convocazione si precisa che “sono previsti all’ordine del giono i seguenti argomenti”: manovra finanziaria, valorizzazione personale scolastico, valorizzazione professionale docenti“.

Sui temi del confronto la posizione della Uil Scuola:

Scatti di anzianità
rapida certificazione dei risparmi per predisporre entro settembre il decreto che destina le risorse agli aumenti retributivi per anzianità, come da impegni del Ministro Tremonti e dagli emendamenti approvati. Ciò per far arrivare rapidamente i soldi in tasca agli insegnanti e al personale ATA.
Valorizzazione del personale

Samo interessati e disponibili ad una sede di confronto Miur-Sindacati che parta da settembre. Occorre avere certezza di risorse.
Serve una vera concertazione per la definizione del decreto specifico per la scuola previsto dal decreto “Brunetta”. Per la Uil Scuola occorre rafforzare l’Invalsi, prevedendo articolazioni per reti di scuole, puntare sulla specificità della professione docente: la didattica, il lavoro d’aula, la ricerca didattica, l’innovazione, la verifica degli esiti in termini di crescita degli apprendimenti e delle competenze dei ragazzi. Deve essere l’occasione per sburocratizzare il lavoro, eliminando il peso soffocante di carte e “procedure”. Purtroppo fino ad ora sulla valorizzazione professionale abbiamo assistito a tante parole, poche idee, pochissimi fatti. Sarebbe utile prevedere una attenta sperimentazione.
Immissioni in ruolo

E’ urgente l’emanazione del decreto di immissione in ruolo.In merito al precariato la Uil sollecita il bando dei concorsi per le graduatorie che sono esaurite e l’attivazione della fase transitoria della formazione iniziale.La Uil Scuola propone incarichi pluriennali per dare stabilità e continuità al personale. Occorre reiterare il salva-precari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *