Uno sfogo di una insegnante sulla trasparenza nei provveditorati

La nostra piaga non è solo un mondo in cui siamo “precari”.
La nostra piaga è la corruzione che c’è dentro i provveditorati..

PONGO A VOI UN PAIO DI DOMANDE CHE MI ATTANAGLIANO ORMAI DA TEMPO. VEDO CHE SIETE MOLTO ATTIVI E PER QUESTO MI AFFIDO.

1) PER LA CLASSE DI CONCORSO AD04 C’è UN NUMERO DI CATTEDRE SEMPRE MOLTO ESIGUO RISPETTO ALLE ALTRE AREE DISCIPLINARI. è POSSIBILE FAR QUALCOSA PER SENSIBILIZZARE AD UNA DISTRIBUZIONE AQUA DEL LAVORO?

2)… NELLA MIA GRADUATORIA ESISTONO CATTEDRE CHE SPARISCONO E RICOMPAIONO AL MOMENTO GIUSTO- GIOCO FATTO DA PRESIDI CORROTTI- appoggiati da altrettanti ISPETTORI CORROTTI – CHE OVVIAMENTE RIDUCONO I POCHI POSTI DI LAVORO
CHE SI PUO’ FARE?
L’IDEA DI NON AVERE “LE MANI IN PASTA” E DI ESSERE VITTIMA DEI “PIU’” MI FA RODERE LO STOMACO

Inoltre, stamattina, illuminata da non so cosa.. ho aperto
la mia graduatoria.
ho notato che l’individuo appena dopo di me ha riportato 28 punti come punteggio di servizio. questo l’ho già riscontrato in altri esimi colleghi di graduatoria. anzicchè avere 24 punti, ne riportano 25, 28… e questo di anno in anno fa guadagnare loro posizioni di prestigio.
gli si può fare RICORSO?
…la nostra graduatoria è indecorosa. più me la guardo e più ne sono certa.
scusate lo sfogo ma sono una “PULITA” che ne ha fin sopra i capelli di convocazioni TRUCCATE con ISPETTORI COMPIACENTI

Stella 74

One Reply to “Uno sfogo di una insegnante sulla trasparenza nei provveditorati”

  1. sono senza aprole per ciò che è avvenuto in mia presenza: la Preside che chiede ai precari di mettersi in FERIE perchè – a suo dire – è una vergogna gravare sulle casse dell stato in periodi di “inattività della scuola”
    dove per inattività si legge: esami di Stato per i docenti coinvolti e fermo delle attività didattiche..
    e l’adesione a questa richiesta della stragrande maggioranza dei precari.
    io sono schifata,
    dalla preside.. ma anche dai “colleghi”..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *