Si parlerà di scuola oggi a La Spezia

A La Spezia la FLC CGIL è impegnata in tutte le scuole della provincia ed è al fianco di insegnanti, personale ATA, genitori e studenti per la difesa del diritto allo studio, della scuola pubblica e dell’occupazione. Il mondo della scuola spezzino subirà gravi danni dalla manovra economica del Governo. Il contratto è già scaduto a dicembre del 2009, il turn over è di fatto bloccato da anni, nel 2009 più di 150 posti sono stati tagliati, nel 2011 ci saranno altri tagli di personale: 72 docenti, 19 scuola primaria, 15 medie, 38 superiori e circa 40 personale ATA.

Mercoledì 16 alle ore 21.00 in Sala Dante si terrà l’incontro con il segretario generale della FLC CGIL Domenico Pantaleo, un’iniziativa aperta alla cittadinanza sulle problematiche della scuola.

Il programma:
introduzione a cura di Lorenzo Cimino, Segretario generale Camera del Lavoro.

Interventi di Luca Erba, Coordinatore regionale Federazione degli studenti, Antonella Minucci, dirigente scolastico, Cinzia Tartaruga, genitore, Presidente Consiglio di Istituto Isa 6.
Partecipa il Sindaco della Spezia Massimo Federici.
Conclusioni di Mimmo Pantaleo.
Coordina Lara Ghiglione, Segretaria generale FLC CGIL della Spezia, che dichiara: “I più penalizzati da questa manovra sono i settori pubblici e della conoscenza. Sono ridotti i salari, il welfare, i diritti dei più deboli, dei precari, dei pensionati, delle famiglie. Altri tagli si aggiungono a quelli già programmati per scuola, università e ricerca. Diventa difficile anche la sola gestione ordinaria di scuole e università, la ricerca pubblica sta per essere smembrata, disarticolata, liquidando le nostre migliori intelligenze. Anziché investire in conoscenza, programmare lo sviluppo, si penalizzano i settori che, in tutti gli altri paesi, sono il cuore delle politiche per uscire dalla crisi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.