Sciopero scrutini: le immagini della protesta di Bologna

Oltre 500 docenti della provincia di Bologna hanno deciso di sospendere le valutazioni per due giorni, perché non possono accettare in silenzio gli ennesimi provvedimenti che tagliano il futuro di altri 41.000 lavoratori (25.600 insegnanti e 15.000 personale non docente) e che mirano allo smantellamento della scuola pubblica statale italiana.

Dal luogo simbolo della nostra città, lanciamo un appello a tutta la cittadinanza per richiamare l’attenzione sul fatto che la scuola è un bene comune che va difeso insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *