British council

British Council: firmato il primo contratto nazionale relativo al personale
Dopo una lunga trattativa durata svariati mesi. è stato firmato, in via definitiva e dopo l’approvazione dei lavoratori interessati, il primo contratto collettivo nazionale aziendale relativo al personale docente in servizio nelle sedi di Roma, Napoli e Milano del British Council in Italia.

L’accordo sottoscritto dal direttore del British Council Italia e dalla FLC Cgil nazionale, dalla FLC Cgil del Lazio, di Milano e di Napoli nonché dalle RSA FLC Cgil di Roma, Milano e Napoli ha una validità quadriennale per la parte normativa (1 ottobre 2008 – 30 settembre 2012) e biennale per la parte economica (1 ottobre 2008 – 30 settembre 2010).

Si tratta di una intesa importante in quanto disciplina in via pattizia e per la prima volta il rapporto di lavoro del personale docente in forza nelle tre sedi del prestigioso Istituto di Cultura britannico impegnato in modo specifico nell’attività dei corsi di lingua inglese. Prima di quest’accordo, infatti, le condizioni di lavoro di questo personale erano dettate esclusivamente da regolamentazioni unilaterali, così come lo erano quelle del personale amministrativo prima che fosse effettivamente contrattualizzato con l’accordo del 27 luglio 2007 e il rinnovo del secondo biennio economico del 30 giugno 2009 relativo al personale amministrativo.

L’accordo, che interessa 42 docenti, prevede una definizione completa della normativa analoga a quella raggiunta a suo tempo per il personale amministrativo e regolamenta i più importanti istituti contrattuali (ferie, permessi, malattia, maternità, orario di lavoro, diritti sindacali, licenziamenti collettivi e individuali, completamento e riduzioni di orario, inquadramenti professionali, carriera professionale, rapporti di lavoro a termine, part-time, indennità varie e altro). Come pure prevede aumenti economici biennali incrementando le retribuzioni della scala salariale del 3% mensile al 1 ottobre 2008 e del 3% mensile al 1 ottobre 2009 con la corresponsione dei relativi arretrati. Oltre alla tredicesima mensilità, viene riconfermata la quattordicesima mensilità.

Si tratta, a giudizio della FLC Cgil e delle stesse lavoratrici e lavoratori che hanno approvato a larghissima maggioranza l’accordo, di un risultato estremamente positivo sia sotto il profilo della normativa che sul versante economico e che consente alla nostra organizzazione di consolidare la sua presenza all’interno del British Council Italia.
Si completa così l’operazione contrattuale, iniziata qualche anno fa e voluta fortemente dalla FLC Cgil e dalle Rappresentanze Sindacali aziendali (RSA), che ha portato all’interno dell’Istituto la contrattazione aziendale e superato il preesistente regime fondato sulla regolamentazione unilaterale.

Roma, 22 marzo 2010

Via: www.flcgil.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *