Firmata l’Ipotesi di CCNI sulle aree a rischio, a forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica

E’ stata sottoscritta nella mattina di ieri, martedì 16 marzo 2010, l’Ipotesi di CCIN sui criteri e parametri di attribuzione delle risorse per le scuole collocate in aree a rischio educativo, con forte processo immigratorio e contro la dispersione scolastica per l’anno scolastico 2009/2010.

Come già precedentemente comunicato, l’Ipotesi di CCNI è stata sottoscritta, utilizzando i criteri stabiliti nel precedente contratto per l’a.s. 2008/2009, al fine di assicurare in tempi brevi alle istituzioni scolastiche la tempestiva erogazione dei fondi per l’anno scolastico 2009/2010, consentendo così alle scuole interessate di assicurare la continuità dei progetti già avviati.

E’ bene tener presente che la firma della presenta Ipotesi di CCNI è soltanto il primo atto della procedura. Seguirà successivamente la certificazione del Dipartimento della Ragioneria di Stato e Dipartimento della Funzione Pubblica. Soltanto dopo la predetta certificazione sarà possibile firmare il Contratto Collettivo Nazionale Integrativo e così mettere le istituzioni scolastiche nelle condizioni di un effettivo utilizzo delle somme loro destinate.

Sarebbe opportuno, pertanto, che gli Uffici Scolastici Regionali avviassero la contrattazione regionale integrativa con le Organizzazioni sindacali, tenendo conto della dotazione economica loro assegnata, per predisporre la ripartizione dei fondi alle scuole interessate secondo i progetti già presentate dalle stesse.

In questo modo sarà possibile, dopo la firma del Contratto Collettivo Nazionale Integrativo sulle aree a rischio e contro la dispersione scolastica, sottoscrivere i contratti regionali integrativi e così permettere al Miur di dare corso immediatamente all’utilizzo dei fondi, che ammontano anche per l’anno scolastico 2009/2010 a 53.195.06 euro.

Via: www.gildains.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *