12 MARZO 2010: CORTEI IN TUTTE LE CITTÀ

12 marzo 2010, stanno partendo cortei studenteschi in tutte le principali città, dove registriamo già una forte partecipazione a partire dalle metropoli, in molte delle quali la protesta studentesca si unisce allo sciopero generale dei lavoratori.
“Negli ultimi mesi – si legge nei documenti dell’Uds e Link – il governo Berlusconi ha dichiarato esplicitamente, attraverso specifici provvedimenti, le proprie intenzioni: affamare la scuola pubblica, rendere definitivamente private le università e cancellare la ricerca libera dal territorio nazionale. Il piano, in sintesi, è condannare la nostra intera generazione all’ignoranza.”
Oggi si manifesta per formulare proposte collettive di rilancio di un protagonismo studentesco che ha mai smesso di pulsare.
A seguire le mobilitazioni nelle principali città:
ROMA: gli studenti sono ancora fermi a Piazzale Flaminio, pronti per chiudere il corteo dello sciopero generale della Cgil. Lo striscione di apertura al corteo recita: “Ci vogliono ignoranti, ma ci avranno ribelli”. “Questo governo con i tagli alla scuola e all’università ci vuole condannare all’ignoranza” ribadiscono gli organizzatori del corteo.
MILANO: oltre 8 mila studenti sono partiti da Largo Cairoli al corteo studentesco con un’ampia presenza da numerose scuole della metropoli.
BARI: a seguito della revoca dell’autorizzazione del corteo studentesco da parte della questura barese il giorno prima della mobilitazione, l’Unione degli Studenti e Link hanno deciso confluire nel corteo del sindacato, riuscendo a non disperdere la partecipazione degli studenti che al momento sono circa 3 mila.
NAPOLI: ”Ci voglioni ignoranti, ma ci avranno ribelli”, anche lo striscione della metropoli partenopea recita lo strscione con lo slogan di lancio di questa giornata di mobilitazioni tutta italia. L’ Uds ha portato circa 5 mila studenti i piazza accanto ai lavoratori.
GENOVA: “Un’ottima partecipazione da parte degli studenti, non ce lo aspettavamo, siamo tornati a farci sentire” afferma Andrea Ugolini dell’Unione degli Studenti al corteo studentesco sulle strade di Genova.
Lo strusione di apertura è uno dei più diretti, recita “Berlusconi, Tremonti, Gelmini, Aprea: STATE UCCIDENDO LA SCUOLA”.
Le mobilitazioni non sono svolte solo nelle principali città, ma anche in altri centri dove non mancano iniziative e partecipazione.
A Foggia gli studenti di Uds e Link, manifestano per le strade della città coperti da sacchi dell’immondizia con scritto addosso “Io non sono uno spreco”. Anche le città sicule si sono mobilitate, vediamo di fatti una forte partecipazione a Catania da parte delle scuole del centro e della provincia, mentre a Ragusa l’Uds ha deciso di portare gli studenti vestiti di verde a scuola, i quali affermano “di verde, perchè vogliamo recuperare la speranza nel futuro”.
Infine le mobilitazioni non si fermeranno all’arco della mattinata, ma ci saranno anche iniziative previste per il pomeriggio.

L’UNIONE DEGLI STUDENTI
LINK – COORDINAMENTO UNIVERSITARIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *