Mobilità scuola

Mobilità scuola on-line personale docente scuola primaria e media: suggerimenti per un corretto e veloce inserimento della domanda.

Su sollecitazione da parte di tutti i sindacati, i responsabili della procedura per la presentazione delle domande on-line da parte del personale docente della scuola primaria e media, hanno fornito le seguenti ulteriori indicazioni per facilitare l’attuazione della procedura.

“Poiché alcuni docenti lamentano criticità connesse alla complessità della funzione web, complessità che dipende essenzialmente dal procedimento amministrativo, si riportano di seguito alcuni suggerimenti pratici, da seguire nell’ordine riportato di seguito, per limitare i tempi tecnici durante la compilazione:

•consultare le istruzioni per la compilazione scaricabili, dopo aver acceduto alle istanze, dalla box della specifica istanza di interesse. Questo passaggio consentirà di avere un’idea chiara delle informazioni che la funzione richiederà di inserire;
•accedere all’istanza per la compilazione e, nel caso in cui si presenti un problema o si abbia un dubbio, consultare le FAQ;
•compilare la domanda con i dati minimali. Utilizzare il tasto inserisci per garantirsi di non perdere il lavoro fatto.
A questo punto si può scegliere se compilare o meno in linea gli allegati. Infatti le alternative possibili sono due:

•si procede compilando e salvando le varie tipologie di allegato via via che vengono inserite. In questo caso è sufficiente utilizzare il tasto “gestione allegati” e procedere con la compilazione salvando di tanto in tanto;
•ovvero si procede compilando gli allegati fuori linea e copiandoli successivamente all’interno dell’istanza.
In questo secondo caso occorre:

•scaricare, dai link proposti di seguito, i file di testo corrispondenti agli allegati da compilare e salvarli sul proprio pc:
•allegati da compilare offline scuola primaria;
•allegati da compilare offline scuola secondaria di I grado;
•compilare off-line gli allegati;
•tornare sull’istanza precedentemente inserita, andare alla “gestione allegati” e riportare ogni testo nella sezione corrispondente a ciascun allegato di interesse.
Qualunque dei due percorsi sia stato adottato, in caso di impossibilità di rispettare il prefincato messo a disposizione, è consentito, in alternativa, anche se meno opportuno, compilare un testo in formato libero.”

Qui l’articolo con tutti i link alle guide della Cgil

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *