Mobilità scuola 2010 2011

Mobilità scuola 2010 2011: ultimi interventi sul testo del CCNI.

Nei giorni 1 e 2 febbraio si sono tenuti due incontri al MIUR per gli ultimi ritocchi al testo del CCNI per la mobilità scuola 2010 2011 relativa al prossimo anno scolastico. Per quanto ci siano ancora un paio di punti da dibattere, l’ esame del testo può dirsi quasi concluso.

– Art. 2, co. 2. Va adeguata la normativa contrattuale per il personale docente neo immesso in ruolo della Provincia di Trento che è tenuto a prestarvi – in base ad una legge locale -servizio effettivo per 5 anni dalla decorrenza del contratto a tempo indeterminato.

– Art. 6, co. 1b. E’ stato liberalizzato l’accesso all’A077, Strumento Musicale, da Educazione Musicale e, pertanto, sarà possibile ottenere per il prossimo anno scolastico sia il passaggio di ruolo dall’A031, precedentemente non consentito, sia il trasferimento interprovinciale o il passaggio di cattedra dall’A032, senza che siano richiesti l’inserimento nelle GE del rispettivo strumento ed il servizio minimo di 360 giorni.

– Art. 7, co. 1, punto III. Le cure continuative devono essere conseguenti a gravi patologie. Inoltre tale precedenza opera nella fase comunale dei movimenti, solo nei grandi comuni fra il distretto subcomunale di titolarità e quello in cui è possibile sottoporsi alle suddette cure.

– Art. 7, co. 1, punto V. L’impossibilità dell’ assistenza da parte del coniuge va documentata con certificazione medica o altro.

– Art. 9, co. 1, lett. B. L’onere dell’ autocertificazione relativa all’assistenza continuativa ed esclusiva riguarda solo il genitore disabile.

– Art. 18, co. 15. Le preferenze sintetiche (Distretto, Comune, Provincia) non comprendono solo le cattedre con titolarità sui corsi serali, mentre le cattedre orario esterne con titolarità sul diurno e completamento sul serale possono essere assegnate anche a chi richiede solo corsi diurni.

– Art. 20, co 1, lett. B, II cpv. I soprannumerari di circoli didattici o istituti comprensivi soppressi hanno titolo a rientrare a domanda con precedenza nella scuola o in una delle scuole dimensionate.

– Allegato D – Note comuni alle tabelle – nota 4. I servizi di ruolo della scuola dell’infanzia valgono sempre 3 punti nel ruolo della scuola primaria e viceversa, alla pari del servizio di ruolo della secondaria di I grado nel II grado e viceversa, mentre gli anni di ruolo della scuola dell’infanzia e primaria sono considerati pre-ruolo nella secondaria e viceversa.

Restano da definire in particolare:

– Art. 15, co 5. L’eventuale vincolo quinquennale per i docenti di sostegno dell’istruzione primaria che ottengono il trasferimento interprovinciale e per i titolari di posto comune che ottengono il passaggio di ruolo interprovinciale sempre sul sostegno.

– Art. 18, co. 18. L’ eventuale regolamentazione delle modalità di assegnazione nella secondaria di una cattedra trasformatasi da interna in esterna.

Si è chiarito che coloro che sono interessati alla mobilità nell’ ambito e verso la scuola primaria e la secondaria di I grado possono delegare ad altri la propria registrazione on line, qualora si trovino all’estero.

Diramata dal Capo Dipartimento la convocazione relativa agli organici di diritto 2010/11, dopo ampia discussione è prevalsa a maggioranza la volontà – già precedentemente concordata all’unanimità – di differire l’eventuale firma del CCNI concernente la mobilità all’11 febbraio p.v. Il 10 febbraio, invece, a cura del sistema informativo del MIUR sarà effettuata con le OO.SS. una simulazione illustrativa della mobilità on line.

Via: www.gildains.it


One Reply to “Mobilità scuola 2010 2011”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *