Decreto Brunetta

Il Decreto legislativo n. 150 del 27 ottobre 2009 cambia le “sanzioni disciplinari e le responsabilità dei dipendenti pubblici” e lo fa in maniera autoritaria e vessatoria, senza tener conto del contesto normativo di riferimento del comparto scuola, caratterizzato dai principi costituzionali dell’autonomia scolastica e della libertà di insegnamento. Per queste ragioni la FLC Cgil ritiene che vi siano, per alcune di quelle disposizioni, fondati dubbi di costituzionalità.

L’intervento del DLgs 150/09, sul versante del disciplinare, è superficiale, poco rispettoso delle specificità delle singole amministrazioni a cui si riferisce e sta determinando una situazione di confusione, oltre che un aumento esponenziale del contenzioso.

L’intento della scheda che alleghiamo è quello di affrontare il tema specifico delle sanzioni per rendere evidenti, nell’interesse del personale della scuola, i peggioramenti normativi e contrattuali imposti direttamente dalla legge.

Per un approfondimento completo del provvedimento in questione rinviamo a quanto già pubblicato sul sito.

>> La nostra scheda di approfondimento <<

 

Via: www.flcgil.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *