Personale ata: passaggio qualifica

Il 3 dicembre 2009 è stato sottoscritto il Contratto Collettivo Nazionale
Integrativo che definisce le procedure selettive di mobilità professionale del
personale ATA dall’area inferiore all’area immediatamente superiore
• Domande presentazione e termini
Le domande di partecipazione potranno essere presentate dal 29 gennaio al 17
febbraio 2010 nella sede di servizio dell’interessato, per una sola provincia, anche per
più profili professionali
• Chi può partecipare
Il personale con contratto a tempo indeterminato (di ruolo) in possesso del titolo di studio
previsto per il profilo di arrivo o il personale in possesso del titolo di studio attualmente
richiesto per il profilo di appartenenza, che abbia maturato cinque anni di effettivo servizio
nel profilo di appartenenza o in quello per cui concorre.
Facciamo qualche esempio:
Il collaboratore scolastico può partecipare al passaggio ad assistente
amministrativo se in possesso del diploma di maturità. In alternativa con il diploma di
qualifica triennale, di maestro d’arte, di scuola magistrale per l’infanzia o di diploma o
attestato regionale di durata triennale, avendo maturato cinque anni di effettivo servizio
nel profilo di appartenenza o in quello per cui concorre.
L’ assistente amministrativo o tecnico può concorrere ai posti di coordinatore
amministrativo o tecnico se in possesso della laurea triennale specifica. In alternativa
con il diploma di maturità avendo maturato cinque anni di effettivo servizio nel profilo di
appartenenza.
E’ inoltre prevista una fase transitoria per consentire l’accesso alla procedura per i posti di
DSGA al personale d’area B in possesso della laurea specifica. In alternativa l’art. 12 del
contratto, che riportiamo in allegato, prevede altre possibilità legate al servizio prestato in
qualità di DSGA. Per la tabella completa dei titoli e dei profili facciamo rimando al
documento allegato in coda
Passaggi di qualifica del personale ATA

Direttore dei servizi generali ed amministrativi: – laurea specialistica in
giurisprudenza; in scienze politiche sociali e amministrative; in economia e commercio o
titoli equipollenti.
Coordinatore amministrativo: – laurea triennale in giurisprudenza; in scienze politiche
sociali e amministrative; in economia e commercio o titoli equipollenti.
Coordinatore tecnico: – laurea triennale specifica.
Assistente amministrativo: – diploma di maturità.
Assistente tecnico: – diploma di maturità corrispondente alla specifica area
professionale.


Cuoco: – diploma di qualifica professionale di Operatore dei servizi di ristorazione, settore
cucina.
Infermiere: – laurea in scienze infermieristiche o altro titolo ritenuto valido dalla vigente
normativa per l’esercizio della professione di infermiere.
Guardarobiere: – diploma di qualifica professionale di Operatore della moda.
Addetto alle aziende agrarie: – diploma di qualifica professionale di: 1 – Operatore
agrituristico; 2 – Operatore agro industriale; 3 – Operatore agro ambientale.
Collaboratore scolastico dei servizi: – diploma di qualifica professionale per operatore
dei servizi sociali.
Collaboratore scolastico: – diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto
professionale, diploma di maestro d’arte, diploma di scuola magistrale per l’infanzia,
qualsiasi diploma di maturità, attestati e/o diplomi di qualifica professionale, entrambi di
durata triennale, rilasciati o riconosciuti dalle Regioni.
Articolo 12 (norma di prima applicazione per l’area D)
12.1. In attesa della determinazione dell’organico dei profili professionali dell’area “C” di
cui all’articolo 11, in prima applicazione, alle procedure di mobilità per l’area D è ammesso
a partecipare:
a) Il personale appartenente all’area B in possesso del titolo di studio specifico per
l’accesso previsto nella Tabella di cui all’articolo 4 della sequenza contrattuale
25 luglio 2008;
b) Il personale appartenente all’area B in possesso del titolo di studio per l’accesso
alle aree immediatamente superiori con un’anzianità di servizio effettivo non
inferiore ai 5 anni nel profilo di appartenenza che abbia svolto, per non meno di
2 anni, incarichi per la sostituzione del DSGA;
c) Il personale appartenente all’area B in possesso di un diploma di maturità e con
un’anzianità di servizio effettivo non inferiore a 5 anni nel profilo di
appartenenza che abbia svolto, per non meno di 3 anni, incarichi per la
sostituzione del DSGA.
d) Il personale individuato nell’articolo 1, comma 3, della sequenza contrattuale 8
marzo 2002.
Ai fini della valutazione del servizio utile per il computo dell’anzianità, per l’accesso alle
procedure, del personale di cui alle lettere b) e c), si intende valido a tutti gli effetti il
servizio prestato in altro profilo professionale ai sensi degli articoli 47 e 58 del CCNL/2003,
degli articoli 47 e 59 del CCNL/2007 nonché dell’articolo 11bis del CCNI/2005 e ss. sulla
mobilità avente effetto limitato all’anno scolastico.
12.2. Nelle realtà territoriali in cui le graduatorie di cui all’articolo 6 della legge 3 maggio
1999, n. 124 sono esaurite, la percentuale prevista nel comma 2, del precedente articolo
2, è elevata fino al cinquanta per cento.

Via: www.uil.it/uilscuola

One Reply to “Personale ata: passaggio qualifica”

  1. Quandi scrivete questo:
    b) Il personale appartenente all’area B in possesso del titolo di studio per l’accesso
    alle aree immediatamente superiori con un’anzianità di servizio effettivo non
    inferiore ai 5 anni nel profilo di appartenenza che abbia svolto, per non meno di
    2 anni, incarichi per la sostituzione del DSGA;
    per incarico si intende l’incarico conferito per la sostituzione o l’effettiva sostituzione del DSGA?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *