Racconto sulla scuola di Giuseppe Acciaro: Futuri sviluppi

7 Maggio 2066- Nuovo decreto riguardante la riforma scolastica per l’anno 2066-67:

“Gli scolari potranno entrare in aula senza indossare la divisa, ma dovranno portare con sé, ben custoditi in apposite buste isolanti,i grembiuli. Gli insegnanti, secondo il proprio gusto e a loto totale discrezione, decideranno anche il colore dei capi e gli eventuali ricami in rilievo. Gli studenti consegneranno al docente qualsiasi oggetto religioso di loro proprietà che non abbia attinenza con la fede cattolica. I recalcitranti saranno immediatamente espulsi dall’istituto scolastico. Dopo ogni interrogazione verrà stilata una scheda, ove sotto il giudizio inappellabile dell’insegnante saranno posti i pareri degli altri alunni, che avranno ampia facoltà di esprimere opinioni anche di natura etica e morale nei confronti dell’interrogato. Se il giudizio complessivo sarà totalmente negativo, lo studente verrà isolato all’interno dell’aula e relegato all’interno di una costruzione di 2metrix2 di legno massiccio, dalla quale potrà uscito previo permesso del docente. Qualsiasi scolaro vestito in modo stravagante e bizzarro sarà bandito da qualsiasi istituto scolastico in ambito nazionale. I genitori degli alunni avranno l’opportunità di parlare con gli insegnanti, senza azzardare alcuna critica al loro operato. L’inno nazionale sarà più volte intonato nell’ambito della stessa giornata. Gli studenti sono obbligati a mostrarsi sempre attenti e ossequiosi. Non saranno ammessi svaghi e distrazioni, ritenuti lesivi per la formazione dello scolaro…

Non ho il coraggio di leggere altri brani…mi devo iscrivere presso il Liceo Manageriale e non sono del tutto sicuro…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *