Investire sulla scuola

 

Investire sulla scuola e sui docenti

Oltre la crisi mondiale – Prepariamo il futuro dell’Europa attraverso investimenti pubblici sull’istruzione

L’Internazionale dell’Educazione (EI-IE) – che rappresenta circa 30 milioni di insegnanti e lavoratori del settore educativo dalla scuola dell’infanzia all’università, facenti capo a 401 organizzazioni operanti in 172 paesi e territori – e il Comitato Sindacale Europeo dell’Educazione (CSEE-ETUCE, sigla, in francese ed in inglese, che riunisce le principali organizzazioni di categoria del vecchio continente) hanno aperto ieri, 23 novembre, a Varsavia l’Assemblea Generale dei Sindacati Europei. La CISL Scuola è presente con una sua delegazione.

Più di 300 docenti e lavoratori del settore dell’educazione provenienti da 46 paesi si sono dati appuntamento nella capitale polacca per discutere le strategie che permettano di affrontare la crisi e gli altri problemi cruciali con i quali deve confrontarsi il settore dell’educazione, dalla scuola dell’infanzia all’ Università e alla ricerca.


Ronnie Smith, Presidente della Regione Europea dell’Internazionale dell’Educazione, nel suo discorso:

•ha sottolineato che investire nell’insegnamento pubblico di qualità e nella formazione di docenti altamente qualificati si rivela efficace non solo per la ripresa economica a breve termine, ma anche per lo sviluppo e la stabilità a lungo termine;
•ha deplorato la riduzione drastica nei finanziamenti dell’educazione che sono stati imposti in alcuni paesi dalla Banca Europea, dalla Banca Mondiale e dal Fondo Monetario Internazionale, evidenziando la doverosa considerazione del “costo umano” generato e “da pagare” a causa di tali riduzioni;
•ha rimarcato che il messaggio inviato ai governi europei si sintetizza nell’imperativa e necessaria assunzione delle loro responsabilità per garantire il diritto all’istruzione per tutti;
•ha manifestato la forte motivazione – come insegnanti – ad intervenire affinché una generazione intera di giovani non sia sacrificata dagli effetti della crisi della quale, oltretutto, non hanno alcuna responsabilità.

 

 

Via: www.cislscuola.it


One Reply to “Investire sulla scuola”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *