Finanziamenti alla scuola

 

Finanziamenti alla scuola
Incontro al MIUR

Giovedì 5 Novembre si è tenuto un ulteriore incontro tra il MIUR e le Organizzazioni Sindacali sulle risorse da attribuire alle scuole per il corrente anno scolastico.

Per la UIL Scuola sono intervenuti F. Sansotta e A. Lacchei.

Sulla base degli impegni assunti nelle precedenti riunioni del 2, 7 e 29 ottobre, riportiamo di seguito gli esiti del confronto.

1) Fondo di istituto: in data 4 novembre il MIUR ha comunicato alle singole scuole l’entità delle risorse spettanti per l’anno scolastico in corso, che sono state assegnate con i parametri definiti nel CCNL in vigore.

2) Funzioni strumentali: ultimata la verifica del numero delle scuole con complessità o specificità, il MIUR comunicherà entro il 15 novembre ai singoli istituti l’ammontare delle risorse spettanti per le funzioni strumentali, che vengono assegnate con i seguenti criteri:

• una cifra base di Euro 3.000 a tutte le scuole

• Euro 107,00 per ogni docente in organico di diritto

• Euro 2.000 per ogni tipo di complessità o specificità

(Istituti comprensivi – Ist. Di Istruzione Superiore – Convitti ed Educandati – Centri Territoriali Permanenti – Scuole carcerarie – Scuole ospedaliere – Scuole con corsi serali curricolari – Scuole militari – Scuole annesse agli Istituti d’Arte – Scuole annesse ai Conservatori)


3) Incarichi specifici del personale ATA: accertato che i beneficiari della posizione economica ex art. 7 sono complessivamente 100.990, il MIUR ha aperto oggi un monitoraggio per individuare il numero dei beneficiari presenti nelle singole scuole. Le risorse per gli incarichi verranno quindi assegnate entro il 15 novembre in base ai seguenti criteri:

• una quota base costituita da euro 100 per ogni dipendente ATA in organico di diritto

• una quota aggiuntiva costituita da euro 283 per ogni dipendente ATA in organico di diritto non beneficiario di posizione economica ex art. 7.

4) Attività complementari di educazione fisica: In base ai risultati del monitoraggio effettuato per individuare la spesa sostenuta nello scorso anno, il MIUR comunicherà entro il 15 novembre alle singole scuole la somma disponibile per le attività complementari di educazione fisica, che vengono assegnate con il parametro d EURO 3.000 per ogni docente di educazione fisica in organico di diritto nelle scuole secondarie di 1° e 2° grado.

Tali somme possono essere utilizzate (come prescrive l’art. 87 del CCNL) solo con l’approvazione di uno specifico progetto inserito nel POF. Le risorse spettanti saranno erogate alle scuole che avranno attuato il progetto.

5) Ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti: verranno inviate entro il 15 novembre risorse alle scuole per un totale di 25 milioni di euro. In merito al pagamento delle ore eccedenti si ricorda che è possibile operare sia ricorrendo, dove disponibile, alla “cassa”, sia prevedendo l’utilizzo (ad eccezione delle risorse finalizzate, come quelle del Fondo e dei contratti con le ditte di pulizia) dell’insieme delle risorse di competenza della scuola, ciò anche al fine di ottemperare agli obblighi, tra l’altro ricordati nella circolare del MIUR su sollecitazione della UIL Scuola, di garantire la normale attività didattica, evitando impropri interventi di interruzione.

6) Indennità di bilinguismo, orario notturno, indennità al sostituto del DSGA: al fine di attuare compiutamente il principio stabilito nel CCNL, secondo cui il fondo di istituto è destinato alla qualificazione e all’ampliamento dell’offerta formativa, il MIUR e le Organizzazioni sindacali hanno convenuto sull’opportunità di finanziare con risorse aggiuntive le scuole in cui si attua il bilinguismo, L’orario notturno e festivo, e le scuole che devono erogare l’indennità al sostituto del DSGA.

7) Risorse per il finanziamento: confermata l’avvenuta attribuzione di risorse alle scuole del 1° ciclo in situazione di cassa particolarmente carente per un ammontare complessivo di 40 milioni di euro, il MIUR sta destinando con lo stesso criterio alle scuole del 2° ciclo la somma complessivamente disponibile di 20 milioni di euro, che perverrà alle scuole individuate entro il prossimo 15 novembre.

Come UIL abbiamo sollecitato interventi finanziari per le scuole, a partire da quelle individuate nel decreto-legge n. 134 in via di approvazione, e la rapida erogazione delle risorse sopra indicate. Abbiamo inoltre chiesto interventi di supporto e verifica per le scuole, attraverso le direzioni regionali, anche per evitare, il perpetuarsi di comportamenti non legittimi da parte di alcuni dirigenti scolastici che, in caso di assenza di insegnanti, anziché garantire l’attività didattica, dispongono, talvolta anche in modo “fantasioso” la semplice assistenza egli alunni e la loro distribuzione all’interno della scuola.

 

Via: www.uil.it/uilscuola

 

Vuoi prendere informazioni su università e banca?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *