Mobilità scuola 2010-2011. Avviato il confronto al Miur

 

Mobilità scuola 2010-2011. Avviato il confronto al Miur

Parte con il piede sbagliato il primo incontro sul rinnovo del contratto annuale per la mobilità per il prossimo anno scolastico 2010-2011.

Nella mattinata di oggi, 29 ottobre, si è tenuto al Ministero dell’Istruzione un primo incontro per avviare la discussione sul rinnovo del contratto annuale per la mobilità per il prossimo anno scolastico 2010-2011.

La posizione dell’amministrazione
L’amministrazione, in avvio della riunione, ha proposto ai sindacati di lavorare in contemporanea su due tavoli. In un primo tavolo procedere all’effettuazione di una sorta di “manutenzione” del contratto esistente al fine di individuare i punti di modifica, anche alla luce delle integrazioni successive che sono state fatte lo scorso anno. Nel secondo tavolo, alla presenza non solo della Direzione del personale ma anche della Direzione che si occupa degli ordinamenti, individuare tutte le problematicità e le ricadute sul personale (mobilità, successive utilizzazioni e riconversione del personale) in relazione alle modifiche ordinamentali in corso e riguardanti, nello specifico, la scuola secondaria di secondo grado, le modifiche degli indirizzi e dei quadri orari, la modifica delle classi di concorso.


E’ stato poi comunicato che per il prossimo anno il Miur intende introdurre procedure informatizzate per la presentazione delle nuove domande di mobilità nella scuola primaria (nello scorso anno c’era già la sperimentazione volontaria di questa procedura) e nella secondaria di primo grado, mantenendo l’attuale procedura “cartacea” ancora per un anno nella scuola dell’infanzia, nella scuola secondaria di secondo grado (anche per le innovazioni in corso) e per tutto il personale Ata.

La posizione della FLC Cgil
La FLC Cgil ha preliminarmente fatto presente all’amministrazione che, nonostante gli impegni formali presi con i sindacati a fine agosto dal Capo Dipartimento e dal Direttore del personale e nonostante le reiterate richieste unitarie inviate, ad oggi non vi è stato con il sindacato nessun incontro sulla situazione riguardante gli organici in questo anno scolastico, nessun confronto c’è ancora stato sulle diffuse situazioni problematiche che ci sono nelle scuole, nessun dato è stato, ad oggi, comunicato ai sindacati sulla situazione in organico di fatto (alunni, classi, posti, sostegno, …). Si intende avviare il confronto sulla mobilità per l’anno prossimo, senza aver nemmeno fornito ai sindacati i dati riepilogativi sugli esiti della mobilità effettuata per questo anno scolastico. Tutti dati che, al contrario, il Ministro ha dichiarato in diversi comunicati stampa e persino nelle audizioni in parlamento, senza nessuna possibilità di verifica.

Su tutto questo è ormai evidente una reiterata inadempienza rispetto a quanto prevede il contratto e la FLC Cgil ha diffidato il Miur a proseguire su questo comportamento. Si adiranno le vie legali se questo comportamento dovesse protrarsi ulteriormente.

Non si può chiedere al sindacato di aprire un tavolo di confronto sugli effetti che produrranno le innovazioni in via di definizione, in particolare sulla scuola secondaria di secondo grado, sul personale e sulla mobilità, se prima non si discute di organici. Di quelli in atto e di come l’amministrazione intende procedere per il prossimo anno.

La FLC Cgil ha anche ricordato che nessun riscontro è stato dato ad una specifica richiesta unitaria di FLC Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals di incontro per discutere dei problemi connessi alla gestione delle attività alternative all’insegnamento della religione cattolica.

Non ci siamo ed anche il confronto sulla mobilità rischia di partire con il piede sbagliato.

 

Via:  www.flcgil.it

Visitate e consultate eventi


Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *