Personale ATA. Organici per l’a.s. 2009/10: esiti incontro al Ministero

Nell’apposita “informativa” – tenutasi giorni fa al MIUR – l’Amministrazione (che nei giorni scorsi aveva trasmesso, così come richiesto dalle Organizzazioni Sindacali, il testo del “Regolamento sulla definizione dei criteri e dei parametri per la definizione degli organici ATA” approvato in via definitiva il 28 maggio dal Consiglio dei Ministri) ha illustrato lo schema dello specifico Decreto Interministeriale.

Il nuovo testo del provvedimento – che recepisce alcune delle osservazioni formulate dalla CISL Scuola e dalle altre Organizzazioni Sindacali nella riunione del 6 maggio – ricalca, però, l’impianto precedente: anche in presenza di alcune “aperture” il decreto presenta criticità che necessitano di un approfondimento “politico” piuttosto che “tecnico”.

La CISL Scuola

ha ribadito il dissenso espresso nei mesi scorsi;
ha rimarcato ancor di più l’illogicità di una disposizione che non tende al potenziamento della struttura amministrativa e dei servizi a sostegno della scuola della autonomia;

ha sottolineato che il solo scopo del provvedimento è la realizzazione di risparmi a prescindere dalla funzionalità, dall’efficienza e dall’efficacia della scuola pubblica, con il risultato, altresì, di penalizzare anche le prospettive di crescita professionale dei lavoratori interessati;

ha evidenziato che, in tal senso, l’eliminazione dell’articolo relativo alla definizione dell’area “C” fa venir meno l’attenzione con cui la CISL Scuola aveva accolto detta previsione nel testo di prima lettura, a dimostrazione dell’approssimazione e della contraddittorietà delle affermazioni del Governo e del Ministro circa la qualità della scuola e la professionalità del personale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *