Archivi tag: maturità

TEST INVALSI ALLA MATURITA’, IL NO DELL’UDS

Il 4 Aprile si è tenuto il seminario per la presentazione dei quadri di riferimento per le prove a conclusione del II ciclo d’istruzione. Gli interventi dei dirigenti INVALSI e del ministro Profumo hanno delineato il processo politico che si intende mettere in campo, di qui a 3 anni, per estendere i test INVALSI all’ultimo anno delle superiori, come previsto dal regolamento del Servizio Nazionale di Valutazione approvato il mese scorso.

“Crediamo che il piano d’investimento finanziario e politico che INVALSI e MIUR progettano sui test INVALSI per i prossimi anni sia dannoso per la scuola pubblica e profondamente antidemocratico. – dichiara Carmen Guarino dell’Unione degli Studenti – Sono anni infatti che gli studenti protestano contro il modello d’istruzione che i test incarnano e rivendicano priorità politica e finanziamenti su temi della massima urgenza quali il diritto allo studio, l’edilizia scolastica, una riforma della didattica che parta dal basso, coinvolgendo la scuola nei territori. Nelle piazze di quest’autunno e coi boicottaggi del Maggio scorso in migliaia hanno rivendicato una scuola aperta a tutti, finanziata dal pubblico, capace di valorizzare e recuperare tutte le differenti intelligenze, invece di schedarle ed espellerle dai percorsi formativi.”

UNIONE DEGLI STUDENTI


Unisciti alla Community della Scuola Pubblica

Iscriviti alla pagina delle offerte di lavoro e suggerisci ai tuoi amici!

Maturità 2012: addio al plico cartaceo. Ma se internet fallisce? Pronto il piano B

La novità più importante di questa maturità 2012 sta, molto probabilmente, nel plico elettronico che andrà a sostituire le care vecchie buste con le tracce, andate ormai in pensione. Tuttavia, sebbene questa innovazione è bene accolta da tutti, si pensa a cosa potrebbe accadere qualora qualcosa andasse storto. Si sa che con le cose tecnologiche c’è sempre un minimo di margine e per questo motivo si è pensato a un piano B, o meglio ci ha pensato il Ministero dell’Istruzione. Sebbene la procedura sia stata già abbondantemente testata e tutti i presidi delle scuole italiane concordano nel dire che si tratta di una buona innovazione e che i test sono stati un vero e proprio successo, qualcosa potrebbe andare storto: un server, ad esempio, potrebbe saltare e qualche istituto rimarrebbe senza tracce. Cosa accade in quel caso? Ci sono i plichi cartacei pronti nelle cassaforti delle Regioni che, all’occorrenza, possono essere inviati dove serve. In caso di abbandono del mezzo tecnologico, verranno rispolverate le care vecchie buste che hanno accompagnato tante generazioni negli esami di maturità. Staremo a vedere, incrociando le dita affinché tutto vada per il meglio e che le nuove tecnologie non abbandonino nessuna scuola nel momento del bisogno. Si tratta di un’innovazione importante ed è bene che tutto vada per il verso giusto.

Miur: la maturità deve viaggiare in rete

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

Nei giorni scorsi, il ministro Profumo aveva sottolineato l’importanza dell’orientamento, tanto da dire che si dovrebbe anticipare quel momento, molto importante al fine della scelta della facoltà giusta, al quarto anno di scuola superiore. Il ministro si era spinto oltre, sottolineando anche l’importanza dei nuovi mezzi di comunicazione, tra cui i social network, per fare orientamento. Oggi il Miur va oltre, specificando che anche la maturità dovrebbe correre in rete. Entrando nel dettaglio, a partire dalla prossima sessione ordinaria degli Esami di Stato l’invio delle tracce non sarà più fatta con un fascicolo cartaceo, ma attraverso invio telematico. Tutto questo entra in un progetto di semplificazione più ampio. Quello che si vuole fare è snellire la burocrazia, velocizzando e tecnologizzando il tutto.


Siamo quello che mangiamo? I maturandi si sono interrogati su questo

MATURITA’: “SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO?” LA TRACCIA DI ITALIANO PIACE AI GIOVANI DI CONFAGRICOLTURA. “SIAMO QUELLO CHE PRODUCIAMO NELLE CAMPAGNE, QUALITA’, SALUBRITA’ E AMBIENTE”

Siamo quello che mangiamo?” I maturandi nel saggio breve per la prova di italiano si sono interrogati su questo dilemma. “Noi risponderemmo di sì – dice senza esitazione l’Anga, l’Associazione che riunisce i giovani di Confagricoltura – siamo d’accordo con il filosofo Ludwig Feuerbach, siamo quello che mangiamo perché siamo situati all’interno della natura”. “La traccia di italiano alla maturità è un argomento che ripropone con forza il tema dell’alimentazione e della sostenibilità – confermano i Giovani di Confagricoltura -. Cibarsi, necessità primaria dell’uomo, è intimamente legato con la produzione delle campagne, con un modello produttivo adeguato ai nostri tempi, che sia attento alla qualità, alla salute, all’ambiente”. “La traccia della maturità strettamente correlata all’agricoltura, unita alla crescita delle iscrizioni alle facoltà di Agraria, è una bella presa di coscienza del ruolo economico e sociale del nostro settore – conclude l’Anga -. La campagna italiana è antica, “naturale”, scandita da ritmi millenari, ma al tempo stesso modernissima per l’innovazione e la competizione sui mercati. Vitale è continuare a dare l’attenzione e l’importanza, nell’insegnamento, nelle riflessioni politiche e sui media ad una visione completa dell’agricoltura”.

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi colleghi!


Maturità 2011: scaramantico il 64% degli studenti

Maturità 2011: all’ esame tra amuleti e riti del buon auspicio Scaramantico il 64% degli studenti.

C’è chi lo è di più e chi lo è di meno ma alla fine sono il 64% i maturandi scaramantici e molti di loro all’esame porteranno il loro porta fortuna. E’ il risultato di un’indagine condotta in collaborazione con SWG che ha coinvolto circa 800 maturandi Roma, 20 Giugno 2011 – Dopo i pellegrinaggi, le benedizioni, ballate, feste e riti fatte per i 100 giorni, a poche ore dall’inizio della 1° prova i maturandi si confermano ancora una volta scaramantici e si apprestano ad affrontare l’esame attrezzati di tutto punto con peluche, spille, collanine, vestiti, santini e braccialetti.

Nel corso di un’indagine realizzata, in collaborazione con SWG, da Studenti.it, portale di Banzai leader sul target giovani con 2.604.000 utenti unici mese (Audiweb – Aprile 2011) tra circa 800 maturandi, alla domanda “Quanto sei scaramantico” il 15% ha risposto “Tanto, all’esame avrò il mio porta fortuna”, il 21% abbastanza scaramantico mentre così e così il 25%. Solo il restante 36% afferma di non esserlo affatto.

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi colleghi!


Esami di stato: al via Maturità 2011, l’applicazione iPhone gratuita di Studenti.it

Studenti.it, il portale di Banzai leader nel segmento giovani con 2.830.000 utenti unici mese (Dati Audiweb – Marzo 2011), annuncia il rilascio di Maturità 2011, la nuova applicazione gratuita per iPhone e iPod pensata per aiutare i prossimi maturandi 2011.

Installando l’applicazione Maturità 2011 sui propri device Apple, i maturandi potranno accedere dovunque e in ogni momento alle notizie e ai consigli sulla maturità del portale Studenti.it, ma soprattutto avranno anche la possibilità di ricercare e consultare tutto il database del servizio Appunti, risorsa preziosa per una preparazione completa per gli Esami di Stato, oltre che avere accesso alle tracce degli anni precedenti per ciascun indirizzo di studio.

Maturità 2011 si aggiunge alle due applicazioni Latino e Appunti di Studenti.it, presentate al mercato nei mesi scorsi, che hanno già superato i 75.000 download complessivi, oltre ad essere costantemente presenti nell’ App Store nella top 10 delle applicazioni più scaricate della categoria Istruzione.
Ad avallare il trend della crescita sull’utilizzo del cellulare per affrontare serenamente la maturità è anche un recente sondaggio realizzato proprio dal portale Studenti.it in collaborazione con SWG, a cui hanno partecipato 1258 maturandi 2011. Secondo l’indagine “Maturità 2011: per studiare userai anche il cellulare?”, il 55% degli studenti ritiene che per prepararsi efficacemente sia necessario affiancare ai tradizionali strumenti di studio le fonti da smartphone contro un 28% che utilizzerà esclusivamente i libri di testo. Solo il restante 15% dei partecipanti alla ricerca non ha ancora le idee ben chiare in merito.


“Con l’app Maturità, che raccoglie in un unico pratico strumento il meglio dei nostri materiali e consigli,” afferma Fabrizio Grea, Responsabile dei Portali Banzai Media, “ci presentiamo puntuali a sostenere i nostri utenti anche in mobilità in occasione del temuto appuntamento dell’esame di stato.”

Mario Capocaccia, Responsabile Mobile di Banzai commenta: “I numeri del sondaggio del portale Studenti.it sono confermati dalla forte crescita sia delle audience che dell’utilizzo di tutte le applicazioni iPhone rilasciate da Banzai Media, sempre più interessanti quindi anche per gli investitori pubblicitari.”

Per approfondimenti
http://mobile.banzai.it/showcase/maturita/it
http://www.studenti.it/sondaggi/show/id/669