Archivi tag: Istituto Alberghiero

Ecco cosa significa difendere la scuola pubblica

È stato approvato per la prima volta in Italia lo “Statuto per gli studenti in stage”. È accaduto a Genova dove il Consiglio d’Istituto dell’Alberghiero (IPSSA) Nino Bergese di Genova che all’unanimità ha deciso di tutelare così gli studenti impegnati in percorsi di stages.
“Si tratta di un documento importantissimo per garantire la formazione e i diritti degli studenti all’interno della scuola” dichiara rappresentante degli studenti del Berghese. Lo Statuto garantisce infatti che lo stage sia una reale esperienza di formazione e non un’attività lavorativa non pagata, come troppo spesso accade quando ad esempio gli studenti vengono messi a fare pulizie e fotocopie e obbliga inoltre le aziende a garantire una copertura assicurativa totale per gli studenti che fanno lo stages. Per gli studenti dell’istituto si tratta di un risultato molto importante, visto che fino ad oggi la copertura assicurativa prevedeva solo danni permanenti a vita come perdita di braccia, dita, vista, udito o morte.
“Se c’è chi difende la scuola solo a parole e contemporaneamente vota i tagli di 8 miliardi all’istruzione, c’è anche chi porta avanti battaglie per estendere i diritti. E gli studenti dimostrano che la battaglia per i diritti è possibile vincerla anche nell’Italia dell’oscurantismo berlusconiano” dichiara Jacopo Lanza dell’Unione degli Studenti, il sindacato studentesco che sta promuovendo gli Statuti degli studenti in stage e per l’AltraRiforma della scuola e che si è mobilitato durante tutto l’autunno.

Istituto professionale alberghiero

Riguardo l’ Istituto professionale alberghiero il Ministero corregge l’errore relativo alle esercitazioni di cucina e sala.
Il Miur con la nota 2149 del 30 giugno 2010 è intervenuto a correggere l’errore relativo al calcolo dell’organico per le esercitazioni di cucina (C500) e sala (C510) negli istituti professionali alberghieri.

Dopo le proteste della FLC CGIL il Ministero ha finalmente predisposto le funzioni per garantire il calcolo dell’orario per squadre e non per classi come erroneamente veniva proposto dal sistema informativo.

Gli uffici scolastici dovranno provvedere a ricalcolare le cattedre sulla base dei nuovi contributi orari entro la data prevista per la conclusione delle operazioni di organico che è attualmente fissata al 3 luglio 2010.

Si tratta di un ulteriore segnale delle gravi anomalie determinate dalla fretta di applicare i regolamenti, anche in assenza degli atti normativi. Ricordiamo che il TAR si dovrà pronunciare il prossimo 5 Luglio sul ricorso presentato dalla FLC CGIL dopo aver già concesso una sospensiva provvisoria ad un analogo ricorso.

Roma, 30 giugno 2010
__________________

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Prot. AOODPIT/Reg.Uff./N. 02149 Roma, 30 giugno 2010
Oggetto: Organizzazione delle classi in squadre nell’indirizzo IP05 “Servizi per l’enogastronomia e ospitalità alberghiera” dell’istruzione professionale – classi di concorso 50/C e 51/C.

Con decreto in corso di emanazione è stata data applicazione a quanto previsto dalla nota in calce dell’allegato B3 relativo all’indirizzo IP05 “Servizi per l’enogastronomia e ospitalità alberghiera” del regolamento sul riordino dell’istruzione professionale.
Tale decreto prevede che le ore di laboratorio di servizi enogastronomici, vengano organizzate suddividendo ciascuna classe in due squadre che alternativamente saranno impegnate nel “settore cucina” e nel “settore sala e vendita”, operando ciascun settore con il rispettivo insegnante tecnico pratico titolare: settore cucina classe di concorso 50/C, settore sala e vendita classe di concorso 51/C. In sostanza le citate ore laboratoriali vengono raddoppiate (4 ore per ciascuna delle due classi di concorso) rispetto a quanto fino ad ora prospettato dal sistema informativo (2 ore) .
Al fine di dare applicazione a tale nuova previsione, il sistema informativo calcola automaticamente il numero di ore che si rendono disponibili a seguito dell’adozione del citato provvedimento e le aggiunge, distintamente per le due classi di concorso, nella specifica colonna dedicata alle ore residue.
In relazione al monte ore così determinato, le SS.LL. provvederanno ad istituire tante cattedre quante consentite dal predetto monte ore complessivo, salvo ovviamente che le SS.LL. medesime non abbiano già provveduto autonomamente ad integrare il citato monte ore.
La procedura da adottare è quella prevista specificatamente per la costituzione delle cattedre senza riferimento agli specifici contributi orari.

Si ringrazia per la collaborazione.

IL DIRETTORE GENERALE
F.to Luciano Chiappetta

VIA: CGIL

Scuola Firenze: “il Buontalenti va a pezzi”

SCUOLE, BALDINI E FRANCHI (PDL): “IL BUONTALENTI CADE A PEZZI”
“L’istituto mantiene inalterati gli elevati standard di insegnamento. Cosa fa la Provincia per superare le difficoltà?”

Scuole. Il Buontalenti “cade a pezzi” per i consiglieri provinciali del Pdl Samuele Baldini ed Erica Franchi. Nonostante le assicurazioni pronunciate nel recente passato dalle istituzioni, “persistono gravi problemi all’ Istituto Alberghiero Buontalenti che riguardano non solo il soffitto, come già evidenziato in questa sede in precedenza, ma che si estendono anche al prefabbricato posto al centro dell’area dove sono ospitate quattro aule in condizioni di non decenza”. Non si tratta quindi “di problemi riconducibili ad un semplice decoro dell’istituto scolastico, che mantiene comunque inalterati gli elevati standard di insegnamento nonostante le difficoltà, ma di problemi che, se non risolti in modo approfondito e definitivo, costituiranno elemento di elevato disagio per la popolazione scolastica che lo frequenta giornalmente”. Anche la popolazione studentesca, con i genitori e gli insegnanti, “è in una fase di protesta come testimoniato dalla volontà di manifestare queste difficoltà con un corteo ed un sit in davanti alla Provincia di Firenze”. Baldini e Franchi hanno chiesto al Presidente della Provincia di Firenze di sapere se l’Amministrazione Provinciale “intende realmente intevernire economicamente sull’Istituto Alberghiero Buontalenti e con quali importi, specificando il periodo dei lavori ed eventuale conclusione dei medesimi a garanzia del diritto allo studio di ogni alunno”.