Archivi tag: insegnanti non abilitati

Precari non abilitati: Lorena ci racconta le sue esperienze nella scuola

Salve sono Lorena ho 36 anni…sono siciliana ma da quasi 11 anni per poter svolgere il mio lavoro d’insegnante vivo in provincia di Bergamo. Una scelta sofferta quella mia e di mio marito che dopo anni di studi e sacrifici (io sono laureata in lettere…lui ha il diploma di laurea in ED.FISICA vecchio Isef) non vedono altre prospettive che andare al Nord.
Anni duri all’inizio,clima diverso…gente diversa..ma il sogno di poter insegnare era troppo forte e troppo importante per arrenderci. Così decidiamo di portar su la residenza e di inserirci nelle graduatorie d’istituto delle scuole, come insegnanti non abilitati. Gli insegnanti non abilitati sono una grossa fetta di docenti…provvisti di titolo di studio per poter accedere all’insegnamento con regolari contratti pagati il più delle volte dal ministero del Tesoro come i docenti abilitati e di ruolo…il cui unico neo, è non aver superato per mancanza (almeno in molti casi di FATTORE B…o FATTORE R RACOMANDAZIONE) il concorso oridinario che secondo il MIUR abilita all’insegnamento!! Posso solo dire che all’inzio è stata durissima…le scuole chiamavano a singhiozzo…eravamo appena sposati e dovevamo sbarcare il lunario in qualche modo…così a supplenze saltuarie si alternavano lavori tampone(camerieri nei ristoranti…ausiliari per contratti effimeri di 3 mesi negli ospedali della Bergamasca…mio marito operaio per 6 mesi presso una fabbrica locale)..fino a quando nel 2004 la svolta…grazie all’aggiornamento delle graduatorie d’istituto (le grad. delle scuole in cui a chiamare il docente non è l’ufficio scolastico ex provveditorato …bensì il preside) cominciamo a lavorare anno dopo anno…mettendo da parte punteggio importante che ci permette di scalare la graduatoria…e soprattutto di rincorrere il sogno di insegnare.

Certo non sono mancate le difficoltà…le supplenze erano quasi sempre lontane Km da casa…siamo stati costretti a sacrifici enormi (mi alzavo alle 5 del mattino per poter raggiungere da Clusone il paese in valseriana in cui vivo…le scuole anche a 80km di distanza)…ci sono stati momenti in cui solo la voglia e la passione per questo lavoro ci hanno permesso di continuare a lottare anche contro i pregiudizi di colleghi di ruolo o abilitati che ci considerano tutt’ora solo i tabba buchi nelle situazioni d’emergenza. Questa è la rabbia…può essere un concorso a stabilire se si è idonei o no a svolgere una professione?? E i nostri percorsi di studio…e le nostre lauree a cosa servono allora??? E l’esperienza…non conta? Non conta la passione e gli anni che abbiamo svolto al servizio dello stato…al servizio di Dirigenti scolastici…ai quali abbiamo salvato la faccia soprattutto in certe regioni del Nord dove la maggior parte dei docenti siamo non abilitati e se non ci fossimo…non saprebbero dove sbattere la testa per ricoprire le cattedre?? Non conta l’amore che abbiamo per tutti gli alunni che ogni anno sono sempre diversi…ed ai quali non si può garantire una continuità didattica?? Mi fa rabbia…ma i dolore più grande è non essere considerati insegnanti,da uno stato che presenta nella propria costituzione un articolo ART.3 che promuove uguali diritti e doveri…per tutti i cittadini!!

Nel 2005 la beffa…il governo di allora bandisce un percorso abilitante riservato a tutti i docenti che avessero i 360 di servizio…dal settembre 1999 al giugno 2004…bene io per 30g non rientro nel bando…mio marito avendo lavorato nell’anno scolastico 1998/99…non poteva far valere i mesi da gennaio a giugno 1999 perchè appartenenti all’anno scolastico precedente…così per l’ennesima volta vediamo distrutta la possibilità di continuare ad insegnare…ma lo schifo più grande arriva l’anno scorso quando apprendiamo che nel DECRETO MILLE PROROGHE 2010…viene stabilita una sanatoria che permette a tutti coloro che frequentarono il percoso abilitante anche senza i requisiti(i fatidici 360g)…di considerarsi abilitati!!! Siamo annichiliti…di fronte la scarsa considerazione di uno STATO che anzichè tutelare i diritti di tutti…ci considera insegnanti non idonei e qualificati…utilizzandoci come tappabuchi…e cestinandoci poco dopo!!!Voglio essere portavoce di tanti collegi che come me vivono la stessa situazione da docenti invisibili…voglio gridare la mia rabbia e dire BASTA!!!

Lorena…docente invisibile da abilitare!