Archivi tag: hosting

La scelta fondamentale per un sito web: la compagnia di web hosting!

Aprire un sito web, dare vita ad un business online, creare il sito per la propria azienda significa compiere una serie di azioni che, dalla prima all’ultima, possono assicurare un o compromettere il futuro al vostro progetto. Una delle fasi alle quali bisogna attribuire un’importanza assoluta è la scelta della compagnia di hosting sul web. Analizzando una serie di fattori si può arrivare, rapidamente, a capire perché la scelta di un buon hosting può essere tanto propizia quanto nefasta.

Ciò che si ripropone questa piccola guida sarà illustrarvi dei consigli debiti al riconoscimento di una giusta società di hosting web analizzando passo, passo cosa è necessario considerare per evitare di cadere in errore al momento dell’acquisto.

Come molti sanno, operare su un sito non significa semplicemente crearlo ma rinnovarlo di continuo sotto i profili della programmazione e della grafica ma anche e soprattutto di quelli in ambiente SEO che, il più delle volte, risultano essere costosissimi. Indicizzare un sito sui motori di ricerca richiede tempo, pazienza, una figura preparata ed una serie di manovre che, giorno su giorno, necessitano di esser curate e trattate con molta attenzione e parsimonia proprio perché, anche la più piccola, può essere fatale. Una delle fondamenta alla base, nonché principali, è proprio il server sul quale si appoggia un sito. Se questo è lento e soggetto a continui down ne scaturiscono due cause: il primo vede l’utenza. Se il vostro sito è un’azienda incorrete in un pericolo molto, molto grave. Il vostro volto, la vostra “brochure virtuale” – senza mezzi termini – fa schifo. Questo non solo scoraggerà il cliente da eventuali e possibili acquisti ma anche da un ritorno nel vostro sito. I motori di ricerca penalizzano siti che ricevono un basso tasso di ritorno proprio perché se in un sito passate una volta e mai più significa che questo non è interessante o presenta qualcosa che l’utente vuole evitare. Tornando un attimino al discorso del cliente per voi sarà un duplice problema: sarà per voi una remissione economica ed una forma di “brutta figura”, che farete con coloro che – per un motivo o per un altro – stavano per rivolgersi a voi. Il discorso rimane indenne se parliamo di altre categorie di sito come ad esempio: portali di giornalismo, di notizia, fan site e tutta quella cerchia di siti che monetizzano mediante le pubblicità. Scarso ritorno, rallentamenti, down del server vi faranno perdere centinaia di click al giorno e questo, per voi, diventerà una remissione continua. Dall’altro lato, vediamo ancora la figura dei motori di ricerca, che fino ad ora abbiamo solo accennato per il “ritorno delle visite” ma non finisce qua. Google penalizza anche pagine che caricano lente e soprattutto pagine che in un arco di tempo limitato subiscono una serie di down maggiore rispetto alla media degli altri siti. In poche parole affidarsi ad una cattiva società può distruggere intere operazioni SEO e rovinarvi una serie di guadagni, spesso e volentieri coloro che amministrano un sito affidandosi magari a collaboratori esterni, non sono a conoscenza di questi punti e non si rendono conto del possibile guadagno che stanno buttando all’aria.

La scelta di una buona società hosting è un’operazione che richiede molta calma ed altrettanta pazienza. La prima cosa a caratterizzare la qualità di una società che appunto opera nei servizi sul web è il livello di assistenza. Cominciate con il chiedervi quanti sono e quali sono i servizi che offrono. Se ad esempio dispongono del sistema di comunicazione via ticket e quanto tempo impiegano per rispondere a quest’ultimo. Se dispongono del sistema di assistenza via mail. Se hanno anche quello via chat, di vitale importanza ormai per una qualsiasi compagnia. E per concludere se hanno quello via forma telefonica, controllate quindi che si tratti di un numero verde. La società alla quale vorreste rivolgervi ha solo via mail e via ticket? In questo caso ve la sconsigliamo. Li ha tutti e quattro? bene, provate a contattarli e studiatevi i tempi medi. Assicuratevi che i server siano italiani ed in Italia, vi ricordo che Google aggiunge un fattore di priorità nell’indicizzazione di siti nel nostro territorio sui siti in lingua italiana. Date un’occhiata alla grafica ed il livello di navigazione del loro sito web tenendo presente che loro incentrano tutto il guadagno su quel sito e che se qualitativamente non è eccellente qualcosa di strano ci sta. Osservate anche l’età dell’azienda evitando imprese troppo giovani, superati i tre anni dovreste andare sul sicuro.

Concludo consigliandovi KeliWeb una società che questi requisiti fondamentali li copre tutti quanti, un ottimo servizio, un’assistenza unica ed introvabile. Difficile da spiegare ma i loro tempi medi di risposta sono variabili tra i 4 secondi (via chat) e 3 minuti (ticket/mail). Se siete abituati ai soliti sistemi resterete, un po’ come è capitato a me, davvero esterrefatti!