Archivi tag: finanziamenti scuole

Finanziamenti scuole: Piano Scuola Digitale

Riportiamo un intervento di Dino Salamanna di Polaris Consulting su finanziamenti scuole in merito al Piano Scuola Digitale.
L’azione Cl@ssi 2.0 del Piano Scuola Digitale, già avviata nelle scuole statali secondarie di primo grado, sarà estesa alle scuole primarie statali e alle scuole secondarie statali di secondo grado. L’azione Cl@ssi 2.0 intende favorire l’innovazione degli ambienti di apprendimento utilizzando le potenzialità delle ICT. Il MIUR avvisa le istituzioni scolastiche che il 6 settembre 2010 verranno pubblicati i relativi bandi e che le scuole potranno esprimere le proprie candidature on-line nel corso dello stesso mese. Faranno seguito le procedure di valutazione e selezione.

Le attività si svolgeranno nel triennio 2010-2013 e ciascuna istituzione scolastica potrà candidare una sola classe. Nel caso delle scuole statali primarie potrà candidarsi una classe terza mentre per le scuole secondarie statali di secondo grado una classe prima.

Per candidarsi le scuole dovranno predisporre un documento, denominato Idea 2.0, che descriva l’idea di innovazione relativamente all’ambiente di apprendimento che si intende realizzare nella classe individuata. Tale documento sarà considerato elemento fondamentale nella valutazione della candidatura.

INTERVENTI AMMISSIBILI
Si riportano di seguito, a livello indicativo ed in via non esaustiva, alcuni ambiti sui quali Idea 2.0 potrà essere sviluppata :
nuovi linguaggi, formali, non formali ed informali;
specifiche soluzioni hardware e software strettamente connesse e funzionali alla trasformazione dell’ambiente di apprendimento;
contenuti digitali e ambienti di simulazione;
raccordo tra ambienti di apprendimento in presenza e a distanza;
centralità degli apprendimenti, nuovi saperi, sviluppo delle competenze.

REQUISITI DELLE SCUOLE
Nel presentare le candidature le scuole dovranno assicurare tra l’altro alcuni requisiti, quali:
la disponibilità a realizzare, partendo da quanto espresso nell’Idea 2.0, la progettazione dei processi didattici e organizzativi anche attraverso la rete di supporto che sarà organizzata dal MIUR in collaborazione con ANSAS e gestita, a livello regionale, dagli UU.SS.RR.;
la partecipazione, nelle fasi di progettazione e di conduzione delle attività didattiche, di tutti i docenti afferenti alla classe candidata;
la presenza, nella classe candidata, di docenti che abbiano: a) una esperienza maturata nell’uso delle TIC nella didattica; b) partecipato o ricoperto ruoli di docenza e/o tutoraggio in corsi di formazione nell’ambito dell’uso delle TIC, riconosciuti dall’Amministrazione centrale e periferica e/o partecipato a corsi di perfezionamento e/o Master riconosciuti dalle Università;
la partecipazione a percorsi di monitoraggio e valutazione esterna; a questo riguardo, nella stessa istituzione scolastica dovrà essere individuata una classe parallela per definire un apposito campione di controllo;
la disponibilità a collaborare con associazioni, organizzazioni e imprese che, di intesa con il MIUR, si propongano di contribuire alla realizzazione dell’azione Cl@ssi 2.0;
la preventiva informativa alle famiglie.

TIPOLOGIA ED ENTITA’ CONTRIBUTO
A ciascuna classe selezionata verrà assegnato un finanziamento, imputato in conto capitale, pari a € 15.000 (quindicimila Euro) dedicato all’acquisto di dotazioni tecnologiche e specifici arredi e verrà offerta la possibilità di partecipare a diverse iniziative di formazione.

Finanziamenti scuole

Finanziamenti alle scuole: le OO.SS. chiedomo la copertura di tutte le spese non finanziate. Comunicato unitario.

Pubblichiamo il comunicato unitario di tutti i sindacati sul programma annuale e sulla situazione finanziaria delle scuole e la richiesta di informativa sui dati riguardanti tutti i finanziamenti alle scuole.

——————————————————————————–

FLC CGIL – CISL SCUOLA – UIL SCUOLA – SNALS CONFSAL – GILDA UNAMS

COMUNICATO STAMPA

La circolare ministeriale del 22 febbraio sul programma annuale 2010 ha ripristinato alcuni punti di chiarezza sui finanziamenti.

Il Miur, dopo le pressioni sindacali e le numerose proteste delle scuole, ha scritto nero su bianco i seguenti chiarimenti:

le spese per le supplenze sostenute dalla scuola nel rispetto della normativa vigente verranno rimborsate. Per queste c’è l’assicurazione di avere ulteriori finanziamenti con l’inserimento dei contratti negli impegni di spesa in tempo reale rispetto all’invio dei flussi.

I fondi contrattuali, economie comprese, restano vincolati al pagamento del salario accessorio di docenti e Ata secondo le regole stabilite dal contratto di istituto che, dopo la sua sottoscrizione, rappresenta un vincolo giuridico per la scuola. Di conseguenza non è possibile utilizzarli per la gestione ordinaria della scuola.

Queste organizzazioni sindacali, considerata la situazione critica e non ancora risolutiva riguardo alla insufficienza delle risorse per la funzionalità delle scuole, intendono vigilare su un uso improprio dei fondi contrattuali o la messa in discussione dei contratti già firmati, riservandosi ogni conseguente azione.

Nel contempo continua il nostro impegno per ripristinare chiarezza e trasparenza sui criteri nell’erogazione dei fondi, ma soprattutto per ottenere dal Miur la copertura di tutte le spese non finanziate.

——————————————————————————–

I Segretari Generali
FLC CGIL – CISL SCUOLA – UIL SCUOLA – SNALS CONFSAL – GILDA UNAMS

Roma, 10 marzo 2010

Dott. Giovanni Biondi
Capo Dipartimento
Dipartimento per la Programmazione
Dott. Marco Filisetti
Direttore Generale per la politica finanziaria e di bilancio
Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca

Oggetto: Richieste dati.

Con riferimento a quanto già richiesto, anche verbalmente durante i precedenti incontri, ed in relazione all’art. 5 del CCNL 2007 si chiede l’informativa e la documentazione relativa ai seguenti punti:
1. il totale dei finanziamenti assegnati alle scuole con la mail del 14 dicembre;
2. gli stanziamenti del bilancio MIUR 2010 relativi alle voci di competenza delle scuole per le spese di personale e per il funzionamento (supplenze, esami di stato, legge 440/97, mensa scolastica, integrazione disabili, ditte pulizie, formazione, spese per l’abilitazione alla libera professione, ex LSU, corsi di recupero, FIS e MOF);
3. il numero delle scuole che usufruiscono delle ditte di appalto per il servizio di pulizia;
4. gli esiti dei monitoraggi effettuati da questa Amministrazione per quel che concerne le indennità di funzioni superiori, i residui attivi vantati dalle scuole nei confronti del MIUR e degli USR;
5. le voci di spesa finanziate nel 2008 e nel 2009 con particolare riferimento al FIS e alle ore eccedenti (pratica sportiva e sostituzione colleghi assenti).

FLC CGIL – Domenico Pantaleo
CISL Scuola – Francesco Scrima
UIL Scuola – Massimo Di Menna
SNALS Confsal – Marco Paolo Nigi
GILDA Unams – Rino Di Meglio