Archivi tag: esami di maturità

Gli esami si preparano a tavola

Giugno e Luglio sono mesi impegnativi per chi è alle prese con lo studio. Tra lunghe giornate alla scrivania e notti insonni, molti ragazzi si preparano ad affrontare un faticoso periodo di esami. Per mantenere in forma corpo e mente, che si tratti della maturità o della prova di analisi 1, la prima regola da seguire è uguale per tutti: la full immersion sui libri va accompagnata da una corretta alimentazione.


“L’importante è mangiare un po’ di tutto, seguendo però una dieta sana, possibilmente povera di grassi saturi, che impegnano a lungo la digestione e sottraggono sangue al cervello” – spiega il prof. Antonello Sannia, Presidente della Società di Medicina Naturale. “L’ideale è calibrare l’apporto di carboidrati, proteine e (pochi) grassi, preferendo cibi che abbiano un elevato contenuto di vitamine e minerali” – aggiunge l’esperto.

A questo proposito, l’Osservatorio AIIPA (Associazione Italiana Industrie Prodotti Alimentari – Area Integratori Alimentari), segnala alcuni validi alleati per aiutare a mantenere il benessere psico-fisico in periodi particolarmente intensi, come possono essere quelli di preparazione agli esami; tra questi, viene sottolineato il prezioso apporto delle vitamine del Gruppo B e alcuni minerali come ferro, magnesio e potassio.
Il complesso B è centrale per il metabolismo cellulare e per trasformare i macronutrienti in energia indispensabile per le funzioni vitali. In particolare, le vitamine B2 (detta anche Riboflavina) e B6 contribuiscono alla riduzione della stanchezza e del senso di affaticamento e sono utili per regolare la normale funzione psicologica. La vitamina B12 coadiuva la formazione dei globuli rossi e contribuisce alla normale funzione del sistema immunitario. Di queste elementi sono particolarmente ricchi cibi come la carne, le uova, i cereali, i latticini e le verdure a foglia verde.
Anche la vitamina A gioca un ruolo importante: oltre, infatti, a mantenere la regolare capacità visiva e ad intervenire nel processo di specializzazione delle cellule, fondamentale per ottimizzare il corretto funzionamento di tutto l’organismo, questa vitamina di cui è particolarmente ricco il pesce azzurro, contribuisce al normale metabolismo del ferro.

Quest’ultimo è un minerale prezioso per chi si sottopone a stress importanti, poiché salvaguarda la funzione cognitiva, riducendo gli stati di stanchezza. Come il ferro anche il magnesio rappresenta una risorsa efficace nei periodi di tensione. “Lo stress infatti – commenta il Prof. Sannia – tende ad esaurire le riserve di magnesio dell’organismo. Una carenza di magnesio induce nervosismo, ansietà, insonnia e frequenti risvegli notturni, per cui ci si sveglia stanchi anche dopo diverse ore di sonno”. Infine, il potassio: un elemento importante che contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e a mantenere equilibrata la pressione sanguigna.

Per fare il carico di questi minerali basta arricchire la propria tavola di legumi e vegetali come broccoli e spinaci nel caso del ferro; di cereali e frutta secca per il magnesio; di frutta fresca come banane, pesche e melone per bilanciare il potassio.

Per coadiuvare il benessere dell’organismo o in caso di carenze, anche l’utilizzo di integratori alimentari può essere utile per mantenere il giusto equilibrio. “Particolarmente indicati quelli a base di Gingseng o di Rodiola, che hanno funzione di tonico adattogeno in grado di normalizzare il tono dell’umore” – afferma l’esperto.

Infine, qualche consiglio per affrontare energicamente questo duro periodo di studio, a partire da semplici ‘esercizi’ a tavola. “Lo schema migliore sarebbe cominciare con una buona colazione, a base di yogurt o latte e con 5-6 fette biscottate su cui spalmare un po’ di miele. Poi, a pranzo, pasta o riso condita con salsa di pomodoro, un bel piatto di verdura, un panino da 50 g e un frutto.
Terminare con una cena dando preferenza alle proteine animali: carne rossa o bianca o pesce, l’immancabile verdura, il solito panino e un frutto” – spiega Sannia, che conclude: “Ottime anche le mandorle: una decina, mangiate sia a pranzo sia a cena, con l’intera pellicina, hanno una notevole azione pro energetica e antiossidante”.


Unisciti alla Community della Scuola Pubblica

Esami di Maturità: il 62% degli studenti sfida i radar anticellulare


infografica_maturita_2012

Iscriviti alla nostra pagina sulla scuola su Facebook:
http://www.facebook.com/pages/Scuola-Magazine/117995511584868

Ecco l’ultima infografica di Studenti.it pubblicata ieri: contiene consigli su come fronteggiare la pressione degli ultimi giorni tra riti scaramantici, tecniche di relax, preghiere ai santi protettori degli studenti ed i consigli per realizzare mappe mentali efficaci. Sono riportati inoltre interessanti dati relativi all’utilizzo dei cellulari in sede d’esame.
Secondo il sondaggio realizzato da Studenti.it, in collaborazione con SWG, che da oltre 30 anni si occupa di ricerche di mercato, di opinione e studi di settore in ambito politica e società, il 62% dei maturandi 2012 cercherà, in sede di esame, di avere un cellulare nonostante la minaccia del radar ministeriale. Di questi il 47% ammette che lo utilizzerà per cercare risposte sul web. Tra i metodi di copiatura più tradizionali, invece formule su righelli, etichette di bottiglia e bigliettini in scarpe e stivali.
I Santi più ”ricercati” a cui rivolgersi in fase pre-esame sembrano essere San Girolamo, San Giuseppe da Cupertino, San Luigi Gonzaga e San Espedito da Militene. Come andrà a finire l’esame? Abbiamo creato un test dedicato agli studenti incluso nell’infografica.

Esami di Maturità: una infografica su problemi e soluzioni

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

In occasione degli esami di maturità 2012, infatti, Studenti.it ha deciso di proporre un contenuto esclusivo che vi inoltro in anteprima: il Salva Maturità 2012, un’utile e divertente guida rapida alla maturità.

Oltre a piccoli consigli su come prepararsi agli esami e come gestire al meglio lo stress, il Salva Maturità 2012 CONTIENE interessanti dati relativi all’orientamento degli studenti terminato il percorso di studio (lavoro, università, estero): la risorsa ideale per un articolo ad hoc o per integrare un vostro articolo tema maturità già online!


infografica_maturita_2012

Gli errori di grammatica più frequenti durante l’esame di maturità in un’indagine

Iscriviti alla nostra pagina sulla scuola su Facebook:
http://www.facebook.com/pages/Scuola-Magazine/117995511584868

Gli elaborati della prima prova di italiano degli esami di maturità dell’anno 2009/2010 sono stati analizzati dall’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione, che ha voluto mettere insieme tutti quelli che sono gli errori di grammatica più frequenti che i nostri ragazzi fanno. Da un primo sguardo, gli studenti italiani non fanno per nulla bella figura, facendo degli errori davvero imperdonabili che a volte sono veramente degli orrori. Sembra quasi che scrivere in maniera corretta sia qualcosa di molto lontano dai ragazzi dei nostri giorni, troppo abituati, forse, a scrivere sms abbreviati e tweet un po’ sgrammaticati. Per mettere a punto lo studio, si sono mossi non pochi esperti del settore che hanno valutato 499 elaborati, ossia un piccolo campione se si pensa che i diplomati di quell’anno furono ben 500.000. i testi sono stati valutati in base a quattro aree: quella testuale, quella grammaticale, quella lessicale-semantica e quella ideativa.


Inoltre, sono stati usati anche 34 indicatori, tra cui l’uso appropriato della punteggiatura e dei verbi e delle parole. Il quadro che ne esce fuori è davvero nero e in molti sottolineano che è inammissibile che gli studenti arrivino alle superiori facendo ancora degli errori di grammatica e ortografia così gravi.

Siamo quello che mangiamo? I maturandi si sono interrogati su questo

MATURITA’: “SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO?” LA TRACCIA DI ITALIANO PIACE AI GIOVANI DI CONFAGRICOLTURA. “SIAMO QUELLO CHE PRODUCIAMO NELLE CAMPAGNE, QUALITA’, SALUBRITA’ E AMBIENTE”

Siamo quello che mangiamo?” I maturandi nel saggio breve per la prova di italiano si sono interrogati su questo dilemma. “Noi risponderemmo di sì – dice senza esitazione l’Anga, l’Associazione che riunisce i giovani di Confagricoltura – siamo d’accordo con il filosofo Ludwig Feuerbach, siamo quello che mangiamo perché siamo situati all’interno della natura”. “La traccia di italiano alla maturità è un argomento che ripropone con forza il tema dell’alimentazione e della sostenibilità – confermano i Giovani di Confagricoltura -. Cibarsi, necessità primaria dell’uomo, è intimamente legato con la produzione delle campagne, con un modello produttivo adeguato ai nostri tempi, che sia attento alla qualità, alla salute, all’ambiente”. “La traccia della maturità strettamente correlata all’agricoltura, unita alla crescita delle iscrizioni alle facoltà di Agraria, è una bella presa di coscienza del ruolo economico e sociale del nostro settore – conclude l’Anga -. La campagna italiana è antica, “naturale”, scandita da ritmi millenari, ma al tempo stesso modernissima per l’innovazione e la competizione sui mercati. Vitale è continuare a dare l’attenzione e l’importanza, nell’insegnamento, nelle riflessioni politiche e sui media ad una visione completa dell’agricoltura”.

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi colleghi!


Maturità 2011: scaramantico il 64% degli studenti

Maturità 2011: all’ esame tra amuleti e riti del buon auspicio Scaramantico il 64% degli studenti.

C’è chi lo è di più e chi lo è di meno ma alla fine sono il 64% i maturandi scaramantici e molti di loro all’esame porteranno il loro porta fortuna. E’ il risultato di un’indagine condotta in collaborazione con SWG che ha coinvolto circa 800 maturandi Roma, 20 Giugno 2011 – Dopo i pellegrinaggi, le benedizioni, ballate, feste e riti fatte per i 100 giorni, a poche ore dall’inizio della 1° prova i maturandi si confermano ancora una volta scaramantici e si apprestano ad affrontare l’esame attrezzati di tutto punto con peluche, spille, collanine, vestiti, santini e braccialetti.

Nel corso di un’indagine realizzata, in collaborazione con SWG, da Studenti.it, portale di Banzai leader sul target giovani con 2.604.000 utenti unici mese (Audiweb – Aprile 2011) tra circa 800 maturandi, alla domanda “Quanto sei scaramantico” il 15% ha risposto “Tanto, all’esame avrò il mio porta fortuna”, il 21% abbastanza scaramantico mentre così e così il 25%. Solo il restante 36% afferma di non esserlo affatto.

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi colleghi!