Archivi tag: dirigenti scolastici

Dirigenti scolastici: 2.386 posti a concorso

Riceviamo da Uil Scuola un comunicato sul concorso Dirigenti scolastici: 2.386 posti a concorso.
Le domande entro il 1° Luglio
Il Miur ha definito la tempistica: a giugno la pubblicazione del bando.
Da settembre il calendario delle prove

Nella riunione che si è svolta stamattina in merito al bando di concorso per i dirigenti scolastici – per la Uil Scuola ha partecipato Rosa Cirillo – il Miur ha comunicato che il bando sarà pubblicato i primi di giugno. I posti autorizzati sono 2.386. La scadenza per presentare le domande è entro oil 1° luglio.
Questa la tempistica indicata dal Miur:
Prova pre-selettiva: 15 settembre
Prove scritte: 30 ottobre
Correzione dei testi: entro 20 febbraio
Prova orale: entro 20 maggio
Graduatorie: entro 30 giugno
Nomine a partire dal 1° settembre 2012 e relativi quattro mesi di formazione.
E’ prevista la messa on line della tipologia di prove per i testi pre-selettivi.


Seminari di studio: ICF e Convenzione ONU il nuovo orizzonte per l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità

In riferimento all’oggetto si comunica che la rete delle scuole del PNCVD ha promosso una serie di Seminari di studio relativi all’ applicazione dell’ICF e della Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità.
I seminari rappresentano un primo intervento della rete di scuole del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano finalizzato a favorire processi efficaci per l’ inclusione scolastica degli alunni con disabilità.
I Seminari di studio avranno luogo presso la sede dell’IPSAR “Ancel Keys” in via Nazionale, 2 – Castelnuovo Cilento.
I Seminari sono rivolti a Dirigenti scolastici, docenti, rappresentanti degli Enti Locali e associazioni.

L’incontro con l’Avvocato Nocera, Vicepresidente della Federazione Italiana Superamento Handicap sarà un’occasione per informare tutti i soggetti coinvolti nel processo di inclusione scolastica degli alunni con disabilità (Famiglia, Scuola ed Istituzioni) sullo stato della stessa e di dibattere sulla possibilità di definire una proposta operativa da presentare formalmente ai rappresentanti istituzionali.

Martedì 05 aprile dalle ore 15.00 alle 18.00 2011 – incontro riservato a famiglie ed associazioni

Risorse ed emergenze nella scuola che cambia
Avv. S. Nocera, Vicepresidente FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap)
e coordinatore della sezione giuridica dell’osservatorio scolastico dell’AIPD

Mercoledì 06 aprile dalle ore 15.00 alle 18.00 2011 – incontro riservato a Dirigenti Scolastici, Docenti, e rappresentanti EE. LL.

Risorse ed emergenze nella scuola che cambia
Avv. S. Nocera, Vicepresidente FISH

Iscrizioni ed informazioni
La partecipazione è gratuita richiesta prenotazione (telefono, fax, e-mail) da effettuare per singoli seminari.
Segreteria organizzativa : IPSAR Ancel Keys – Prof. Emilio Zambrano – Tel. 0974 715036 – 338 634.6064
Segreteria scientifica: Centro Studi Pedagogia della Mediazione – Vito Bardascino www.cspdm.org – Tel. 334.985.1675
Si rilascia attestato di frequenza.

Secondo Cobas Scuola NON collaborare con i test invalsi si può

Alcuni Dirigenti Scolastici sembrano propensi a imporre come obbligatoria per i docenti la somministrazione delle prove INVALSI, mentre invece non lo è e presenta vari aspetti di illegittimità.
È il momento di opporsi al presunto carattere obbligatorio dei Test INVALSI!
Per invitare le scuole alla somministrazione delle prove INVALSI, quest’anno il Ministero se la cava con una semplice Nota (30 dicembre 2010, Prot. N.3813), che afferma il principio dell’obbligatorietà della collaborazione degli insegnanti nelle varie fasi della procedura, secondo modalità ancora non chiarite e che saranno successivamente comunicate.
L’art.3, comma 1, lettera b, della legge 28 marzo 2003, n.53 assegna all’Istituto nazionale per la valutazione del sistema di istruzione (INVALSI) il compito di effettuare verifiche periodiche e sistematiche sulle conoscenze ed abilità degli studenti e sulla qualità complessiva dell’offerta formativa delle istituzioni scolastiche. In tale provvedimento, che è legge, si desume la obbligatorietà della somministrazione della detta prova da parte delle scuole.
L’obbligatorietà è però prevista per legge solamente per le classi terze della scuola media (Legge Fioroni), ma il discorso è diverso per quanto concerne il personale in servizio nelle altre classi di ogni ordine e grado. Non è infatti scritto da nessuna parte che i Docenti siano tenuti obbligatoriamente a somministrare le prove, in quanto il contratto nazionale di lavoro non prevede alcun obbligo di questo tipo per gli insegnanti, né tra gli obblighi di servizio, né nella funzione docente.
Indicazioni di qualunque tipo sulla materia in oggetto non possono avere alcun carattere imperativo per il personale docente il quale non è tenuto (vedasi anche l’articolo 33 della Costituzione sulla libertà di insegnamento) in alcun modo a partecipare direttamente alla somministrazione delle prove INVALSI, né a collaborare all’eventuale organizzazione delle stesse, se non le condivide: ciascun docente ha facoltà, nelle proprie ore di lezione, di decidere quali attività debbano essere svolte (sulla base del POF d’Istituto e della programmazione annuale e settimanale) senza che nessuno possa imporre altre attività prive dell’adesione degli insegnanti dell’Istituto, poiché l’impostazione della didattica e dei criteri di valutazione è esclusiva competenza del Collegio dei Docenti (art. 7 comma 2 del testo unico sulla scuola).
Perciò il Dirigente scolastico non ha alcuna facoltà o potere di imporre a nessun docente di somministrare le prove Invalsi durante il proprio orario di servizio, anche se il Collegio avesse deliberato in tal senso (opzione metodologica minoritaria: art. 3; D. P. R. 275/99: Regolamento dell’autonomia scolastica), poiché tale decisione sarebbe illegittima secondo la normativa vigente.
Inoltre, si ricorda che la sentenza della Cassazione n. 23031 del 2 novembre 2007 ha sancito, in modo definitivo, che una circolare (e una Nota ha meno valore di una circolare!) è un atto meramente interno della pubblica amministrazione, esprime esclusivamente un parere e non vincola addirittura nemmeno la stessa autorità che l’ha emanata. In sintesi, una Circolare, e a maggior ragione una Nota Ministeriale, non sono fonti di diritto, quindi non vincolano ad alcunché.

E’ importantissimo cercare di frenare questi continui tentativi di svalutazione dell’organizzazione della didattica, prerogativa esclusiva dei Collegi dei Docenti! Se non ci opponiamo subito a questi tentativi, non rischiamo solamente di perdere l’ultima libertà che ci è rimasta come docenti, la libertà di insegnamento, ma avalliamo il tentativo di introdurre nella scuola la meritocrazia, che abbiamo respinto con la sperimentazione. Infatti, mentre la Finanziaria di luglio ha bloccato stipendi e contratti, il recente Decreto Milleproroghe apre le porte alla riforma Brunetta (in base a cui si intende misurare la perfomance dei docenti e differenziare gli stipendi).
Come sarà misurata la cosiddetta performance?
Ovviamente, uno dei criteri sarà il risultato che ogni scuola conseguirà con i Test Invalsi!

COBAS-Scuola
sede provinciale di Reggio Emilia
via Martiri della Bettola n.6
apertura: martedì dalle 17 alle 19,30
tel. 331/8826698 – 339/3479848 – fax 0522/282701
cobasre@yahoo.it   www.cobas-scuola.it

Modalità per la destinazione all’ estero dei Dirigenti Scolastici

I dirigenti scolastici interessati a fare domanda per l’estero potranno proporre la propria candidatura con il termine perentorio per la fissato al 4 aprile 2011. Fra l’altro nei giorni passati ci sono state delle comunicazioni errate. Quindi occhio alle date.

Gli interessati possono consultare questo articolo pubblicato sul sito di Cisl Scuola:

http://www.cislscuola.it/content/20110310-estero-news-112011-rettifica-contingente-e-posti-dirigenti .

Concorso dirigenti scolastici in Sicilia: i pasticci continuano

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa a cura di Carmelo Lucchesi, Cobas Scuola Palermo sul famoso concorso per Dirigenti Scolastici.

Non trova conclusione l’annosa e intricata vicenda del concorso per Dirigenti Scolastici di cui al DDG
del MIUR 22.11.2006, svoltosi in Sicilia. A seguito di detto concorso, l’USR Sicilia ha nominato dei nuovi
dirigenti scolastici tutt’ora in servizio mentre numerosi partecipanti al concorso hanno presentato
ricorsi segnalando varie irregolarità:
1. correzione degli elaborati senza una legittima composizione della commissione esaminatrice;
2. esigui tempi di correzione per molti elaborati;
3. gravi errori grammaticali presenti negli elaborati di alcuni “vincitori” del concorso;
4. mancata adozione di una griglia di valutazione da parte della Commissione esaminatrice;
5. mancata garanzia dell’anonimato degli elaborati in quanto i candidati furono costretti a
scrivere all’esterno della busta un numero di identificazione.
Sulla base di quanto detto al punto 1, il Consiglio di Giustizia Amministrativa della Regione Sicilia, con
sentenze definitive nn. 477/09 e 478/09, ha annullato erga omnes tutte le prove concorsuali e ha
decretato la ripetizione del concorso.
Tutti i partecipanti alle prove del 2006, infatti, avrebbero dovuto presentarsi a sostenere nuove prove
scritte a Palermo in data 13 e 14 dicembre 2010. La L. 202 del 3/12/2010 ha impedito, di fatto, la
rinnovazione delle prove concorsuali. Anche se questa legge prevede la rinnovazione del concorso
annullato, essa sancisce ulteriori discriminazioni :
1. coloro che in seguito al concorso di cui sopra hanno ottenuto la direzione di una scuola,
saranno confermati quali dirigenti scolastici sostenendo una prova scritta sull’esperienza
maturata nel corso del servizio;
2. coloro che, pur essendo presenti nella graduatoria dei “vincitori”, non hanno ancora ottenuto
la dirigenza di una scuola, sosterranno una prova scritta su un progetto elaborato su un
argomento da loro scelto tra quelli che sono stati svolti nel corso di formazione al quale
hanno partecipato dopo l’inclusione nella graduatoria annullata;
3. per i restanti candidati è prevista la nuova correzione delle precedenti prove e un’ulteriore
selezione al fine di essere inseriti in una graduatoria che, presumibilmente, non sarà mai
utilizzata per la nomina di alcun dirigente scolastico.
La legge 202 dovrebbe salvaguardare il sistema scolastico siciliano, in realtà cristallizza ingiustizia e
illegalità all’interno del sistema scuola.
Si rileva che prima firmataria della L. 202/10 è l’on. Siragusa del PD, che gli altri firmatari appartengono
a tutti i partiti rappresentati in Parlamento, sia di maggioranza che di opposizione. La legge è stata
approvata in Commissione in sede deliberante, sempre da tutti i partiti.
Con decreto del 18/01/11 il CGA ha però annullato le previste prove differenziate che, dunque, non si
sono svolte.
Siamo sicuri che non è ancora finita, assisteremo ad altre sentenze e a nuovi ricorsi, perché questa
storia è nata male ed è proseguita peggio. È ora di cambiare rotta è di ripristinare, per quanto è
possibile, i diritti per tutti i partecipanti al concorso.
Per cui chiediamo la ricorrezione delle prove (rese anonime) di tutti coloro che hanno preso parte al
concorso da parte una nuova commissione assegnando alla stessa una precisa griglia di valutazione e,
sulla base di questa, la formulazione di una nuova graduatoria.

COBAS Comitati di Base della Scuola
sede di  Palermo piazza Unità d’Italia, 11 – cap 90144
tel 091 349192 – tel/fax 091 349250 – cobasscuolapalermo.wordpress.com- cobasscuolapalermo@gmail.com

Cisl Scuola Sassari: un corso di preparazione per il Concorso Dirigenti Scolastici

La CISL Scuola di Sassari in collaborazione con l’Irsef – Irfed organizza un corso di preparazione per il concorso Dirigenti Scolastici la cui selezione sarà accessibile a tutti i docenti laureati con 5 anni di ruolo compreso l’anno in corso.
Il corso avrà la durata di 40 ore, si svolgerà nei mesi di marzo, aprile e maggio con un incontro settimanale. Il contenuto delle lezioni sarà finalizzato a fornire una preparazione generale, funzionale al superamento dei test selettivi che rappresenteranno la prima prova di sbarramento per procedere nel percorso concorsuale.
Il corso sarà tenuto da Prof. Luigi Gallucci, eminente figura della dirigenza scolastica nella provincia di Sassari e in Sardegna, nonché formatore MIUR.
Per maggiori informazioni scrivere a cislscuolasassari@tiscali.it  e chiedere di essere contattati per partecipare all’incontro preliminare di presentazione del corso che avverrà nelle prossime settimane.
Altre informazioni sul sito www.cislscuolasassari.it