Archivi tag: corteo studentesco

Scuola: report dei cortei studenteschi nel nord est

A Padova il corteo studentesco è partito alle ore 9.00 da Piazza Altenore con circa 3000 partecipanti del mondo della formazione, studenti medi, universitari, dottorandi e ricercatori dietro lo striscione unitario ‘Riprendiamoci il futuro il sapere è un bene comune’. Gli studenti dell sindacato studentesco di Padova ASU sono chiari nelle loro richieste: “Chiediamo alla Regione la copertura totale delle borse per l’Anno Accademico 2010/2011, l’Istituzione di un fondo per l’edilizia universitaria, la Cancellazione del limite del 3% per le Borse per gli studenti immigrati. Accesso a internet per le residenze universitarie e apertura estiva delle residenze per i fuori sede.”

In questo momento una delegazione di partecipanti al corteo, a seguito di un deviazione, si è recata ll’assemblea organizzata dal FLC in occasione dello sciopero indetto dalla stessa categoria sindacale, alla presenza del segretario Mimmo Pantaleo, del segretario regionale della CGIL Iacora e del segretario confederale nazionale della CGIL Susanna Camusso, per esporre le ragioni della protesta e ribadire la volontà del movimento verso lo Sciopero Generale.

Sono tre le città del Friulia Venezia Giulia interessate dalla protesta. A Udine un corteo di varie centinaia di studenti si è radunato stamattina a piazza primo maggio e a Gorizia gli studenti delle scuole hanno dato vita ad una “giornata di controinformazione”. Ma il centro propulsore della protesta è Trieste, dove nell’ultima settimana tutte le scuole sono state occupate. “Grazie all’occupazione siamo riusciti a sensibilizzare le istituzioni – dichiara Riccardo Laterza, dell’Unione degli Studenti Trieste – e ieri abbiamo siglato un accordo con la provincia che prevede un controllo degli studenti sulle ispezioni periodiche agli edifici, una relazione quadrimestrale dell’Assessore competente a studenti e Presidi sull’andamento dei lavori e l’istituzione della Conferenza annuale sull’istruzione che in particolare dovrà esprimere parere obbligatorio sugli stanziamenti all’edilizia scolastica.” Nel capoluogo regionale è previsto un corteo regionale che partirà alle ore 14,30 da p.zza Goldoni nel quale la parola d’ordine sarà: “La lotta paga, ma non ci basta un acconto”. “Dopo aver vinto questa vertenza provinciale” – continua il rappresentante UdS – avanziamo richieste precise anche alla regione in materia di diritto allo studio. Abbiamo proposto una nuova Legge Regionale sul Diritto allo Studio che preveda borse di studio regionali, agevolazioni per l’accesso ai trasporti, ai servizi di mensa e alloggio e a tutte le fonti culturali extrascolastiche (cd, libri, cinema, teatri, musei, concerti), che nelle scuole con più del 3% di studenti stranieri vengano assunti mediatori culturali al fine di favorire integrazione e contaminazione culturale che la Regione attivi una Conferenza Regionale sul Diritto allo Studio. Vogliamo scuole e università aperte all’innovazione garantendo la copertura wi-fi libera e gratuita e chiediamo l’istituzione nelle scuole di Commissioni Paritetiche per discutere di didattica e Piano dell’Offerta Formativa.” Il corteo ha ricevuto anche l’adesione del Consiglio degli Studenti dell’Università di Trieste.

RETE DELLA CONOSCENZA

Corteo romano a sorpresa riprende la marcia

Il corteo studentesco romano a sorpresa ha terminato l’assemblea davanti al Ministero e si dirige nuovamente verso Piramide. “C’è ancora tanta volgia di parteciazione e tanto malcontento in piazza – spiegano dall’ UdS e Link– continuiamo ad invadere le piazze della città per sensibilizzare l’opinione pubblica e creare un grande movimento contro questo governo che non ci da risposte.” “Oggi in Italia siamo oltre 300.000 in 90 città da nord a sud e non sarà un fuoco di paglia”

UNIONE DEGLI STUDENTI
LINK-COORDINAMENTO UNIVERSITARIO