Archivi tag: Corsi

Imparare una nuova professione: con la formazione a distanza è possibile

I corsi online rappresentano l’ultima frontiera della formazione: può tornarti utile per specializzarti in un determinato ambito, riqualificarti o addirittura imparare un nuovo mestiere.

L’importante è aver ben chiaro nella mente il tipo di percorso da intraprendere e i requisiti per scegliere la scuola di formazione più adatta alle tue esigenze. A questo proposito ti segnaliamo i corsi CEF, Centro Europeo di Formazione a Distanza, specializzato nell’erogazione di corsi di formazione a distanza in diversi settori disciplinari. Conosciamo meglio questa azienda e soprattutto la sua offerta formativa.

Come funziona la formazione a distanza e quali corsi è possibile frequentare

CEF, all’avanguardia nel settore e-learning, nasce in Italia nel 2007, all’interno del Gruppo De Agostini. Ben presto diventa leader nel settore editoriale della formazione a distanza e ad oggi vanta oltre 26 mila allievi soddisfatti e formati in vari ambiti disciplinari.

Come vengono erogati i corsi? Nel caso della formazione online, ogni studente ha la possibilità di acquistare il modulo formativo che più gli interessa e di seguire il video-corso e le lezioni direttamente tramite web. I corsi sono disponibili sempre e in tempo reale, 24h ore su 24 e in ogni giorno della settimana. Chiaramente questo rappresenta un notevole vantaggio per chi è ancora impegnato con la scuola o lavora e quindi ha orari prestabiliti da rispettare. Durante il percorso di studio in modalità e-learning, è possibile usufruire di tutte le risorse messe a disposizione per quel modulo specifico nonché scaricare file e materiale multimediale sul quale approfondire le tematiche affrontate.

Al termine delle lezioni previste, il centro di formazione a distanza CEF rilascia un attestato di partecipazione, che attesta l’effettiva frequenza delle ore di lezione da parte dell’allievo.

Inoltre è possibile usufruire anche di:

Video-lezioni pratiche dove i docenti mostrano dal vivo come procedere

Esercitazioni da svolgere

Quiz di autovalutazione

Assistenza via mail per chiarimenti e risoluzione di problemi

Ma i vantaggi di una formazione a distanza non terminano qui. Molte piattaforme di e-learning offrono anche l’interessante opportunità di poter inserire, una volta terminato il corso, il proprio CV nel database degli alunni che hanno ottenuto un nuovo titolo di studio. Trattandosi di scuole note alla maggior parte delle aziende, sarà più semplice farsi trovare da un potenziale datore di lavoro o da nuovi clienti in caso di freelancer.

Sul sito ufficiale di CEF ad esempio è possibile consultare centinaia di inserzioni di lavoro selezionate in base ai corsi e alle professioni che il CEF promuove.

Quali corsi è possibile seguire tramite la formazione a distanza?

L’offerta formativa è davvero ampia. Si spazia dalla formazione professionale nel campo della ristorazione, a quella nella sanità, dall’assistenza all’infanzia all’area del benessere animale. E per quanto riguarda i costi? Molto dipende ovviamente dal tipo di formazione richiesta e dalla sua durata.

L’importante è rassicurarsi sulla validità ed efficacia di questo tipo di lezioni “a distanza”: la serietà e la competenza sono identiche a quelle fornite in classe e i docenti sono preparati ed esperti professionisti del loro campo.

 

 

Corso di preparazione full immersion alla prova pre-selettiva per il concorso di Dirigente Scolastico 2011

COMUNICATO DELLA SEGRETERIA PROVINCIALE UGL SCUOLA DI PALERMO

La Segreteria Provinciale UGL Scuola di Palermo nella persona del Dr. Francesco Messina in collaborazione con la CE.RI.AN. (Centro Ricerche Analisi del Belice) organizza nelle città di Palermo, Catania, Ragusa, Trapani e Messina dei corsi di preparazione full immersion per il concorso per Dirigenti Scolastici la cui selezione sarà accessibile a tutti i docenti laureati con 5 anni di ruolo compreso l’anno in corso.

Il corso avrà la durata di 20 ore di formazione in presenza articolata in tre incontri (moduli) nei giorni di Venerdì – Sabato – Domenica, si svolgerà nel mese di Giugno.

Il contenuto delle lezioni sarà finalizzato a fornire ai partecipanti a) un quadro degli argomenti oggetto della prova selettiva, b) le competenze necessarie ad affrontare il test a risposta multipla, che rappresenteranno la prima prova di sbarramento per procedere nel percorso concorsuale.

Il corso sarà tenuto dagli Ispettori MIUR Dott. Vito Piazza, Dott. Romano Contardo e dal Dirigente Scolastico Vito Giacalone.

Per maggiori informazioni scrivere a uglscuola.palermo@libero.it  oppure cerianbelice@tiscali.it
Coloro che invieranno l’email saranno contattati per partecipare all’incontro preliminare di presentazione del corso che avverrà nelle prossime settimane.
Altre informazioni sul sito www.uglscuolatrapani.it  cliccare sul link corsi.

Dr. Francesco Messina 3292215295
Prof. Vito Valenti 3283787393

Il termine di scadenza delle adesioni è previsto per il 31 Maggio 2011.

Milano capitale estiva dei giovani con la terza edizione della Milano Summer School

Da giugno a settembre, cambia il modo di trascorrere le vacanze estive. Dopo il successo dell’anno scorso con oltre mille iscritti, la Milano Summer School arriva alla terza edizione, un’imperdibile occasione formativa per passare il tempo libero in modo divertente e professionalizzante.

Dal 14 giugno al 9 agosto, infatti, il Comune di Milano promuoverà corsi speciali per italiani e stranieri, organizzati dalle principali scuole e università della città. 12 ambiti tematici tra i quali scegliere: moda, design, teatro, musica, cinema, arte, cultura e lingua italiana, artigianato, turismo e relazioni internazionali, medicina e chirurgia. 26 le scuole e le università coinvolte per offrire più di 130 corsi di diversi livelli. 2 business games rivolti a tutti coloro che intendono lanciare un nuovo business e 1 community per diplomati, universitari e neolaureati provenienti da tutto il mondo.

Ma Milano Summer School, non offre solo formazione. Per gli iscritti ai corsi, ci sarà anche un ricco programma di attività ricreative e culturali. Tra gli appuntamenti: “Welcome party” ogni settimana per dare il benvenuto ai nuovi arrivati e incontrare tutti i partecipanti della Community; settimanalmente visite guidate ai maggiori capolavori cittadini e alle principali raccolte artistiche della città tra le quali il Cenacolo di Leonardo da Vinci, il Teatro alla Scala, la Pinacoteca di Brera, il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci; i concerti a San Siro, gli ineguagliabili spettacoli musicali al Teatro alla Scala, opere, balletti, concerti e recital di canto ma anche musica dal vivo nei numerosi locali presenti in città; happy hour e serate ad ingresso agevolato in ambienti suggestivi e alla moda, dove apprezzare musica, teatro, arte e assaggiare qualche tipica specialità meneghina.

“Il Comune di Milano – spiega Alessandro Morelli, assessore al Turismo, Marketing territoriale e Identità – da sempre riconosce un ruolo importante alla conoscenza, alla formazione e alla creatività. Con Milano Summer School, Milano vuole diventare, ancora di più, una città che piace ai giovani, soprattutto in estate. Un centro di attrazione culturale per i giovani talenti provenienti da tutto il Paese e soprattutto dall’estero, che attraverso un soggiorno in città possono cogliere l’opportunità per accrescere la propria esperienza formativa in un contesto culturalmente creativo”.

Non rimane, quindi, che diventare fan della community milanosummerschool.ning.com, per tenersi in contatto prima, durante e dopo l’esperienza estiva, e trovare info utili su www.milanosummerschool.com , il nuovo portale interamente dedicato ai giovani di tutto il mondo che vogliono passare le vacanze estive a Milano, per scoprire la città e specializzarsi professionalmente.

Alla Milano Summer School la rivista internazionale néo dedica un numero speciale, una vera e propria miniguida per le capitali del divertimento giovanile, con approfondimenti su: i festival musicali che invadono l’Europa; gli artisti emergenti e le nuove forme d’arte; la hit parade dei quartieri piú amati dai ragazzi europei; la rete Erasmus ESN; le tendenze dell’estate 2011.

Per ricevere il numero di néo (in lingua, inglese, tedesca, spagnola, italiana o russa): iscriversi gratuitamente su www.neoenews.com .

Scuola e internet: parte Web in Cattedra

 

Scuola e internet: parte Web in Cattedra

Formare i docenti per proteggere gli studenti

Prende il via il progetto che fornirà a 100 insegnanti gli strumenti per orientare ad un uso sicuro e consapevole di Internet oltre 4.500 studenti della scuola secondaria di primo grado.

 

La Commissione Progetti del Rotary Club Firenze Est ha presentato oggi “Web in Cattedra”, il progetto che offrirà ai docenti del Comune e della Provincia di Firenze un’informazione completa sulle modalità e gli strumenti per indirizzare i ragazzi ad un uso sicuro e consapevole di Internet.

L’iniziativa è stata realizzata con la collaborazione e il supporto tecnico della Questura di Firenze, della Polizia Postale e delle Comunicazioni, dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana, di Microsoft, dell’O.N.A.P. (Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici) e del Comune di Firenze, con il patrocinio della Provincia di Firenze e dell’Azienda Sanitaria di Firenze.

“Web in cattedra”, entro la fine del 2009, darà la possibilità ai 100 insegnanti designati dai Dirigenti scolastici di usufruire di una formazione offerta direttamente dagli specialisti di Polizia Postale e delle Comunicazioni, della Questura di Firenze, di Microsoft Italia e dell’O.N.A.P., per conoscere i rischi, ma soprattutto le precauzioni e i rimedi, che assicurano una navigazione sicura nella Rete.

Il corso permetterà di inserire in ogni Istituto sul territorio almeno un docente “istruttore”, cioè un insegnante che avrà il compito a sua volta, in un secondo momento, di trasferire ai colleghi le conoscenze acquisite durante il corso. In questo modo, si potranno sensibilizzare più di 4.500 studenti nel Comune e nella Provincia di Firenze ma, soprattutto, gli istituti coinvolti potranno includere queste tematiche nella programmazione didattica garantendo formazione e informazione a tutti i ragazzi che frequenteranno la scuola media anche negli anni scolastici a venire.


LA STRUTTURA DEI CORSI

I corsi, gestiti dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni, da Microsoft, dall’ONAP e dalla Questura di Firenze saranno organizzati in quattro cicli di lezioni, ciascuno dei quali interesserà dalle 25 alle 30 persone e avrà la durata di nove ore, distribuite nel corso di tre giornate, e permetteranno di insegnare come prevenire fenomeni come l’adescamento, il reclutamento, i download di immagini e/o video pornografici e pedopornografici.

Ai docenti verranno impartite nozioni specifiche e sarà messo a loro disposizione del materiale informativo, in cui sarà descritto in modo chiaro l’uso sicuro del mezzo informatico per una navigazione istruttiva, divertente e soprattutto senza pericoli. Verranno inoltre illustrati e spiegati i più diffusi programmi di protezione utilizzati sulla Rete per cercare di arginare al massimo l’attacco del computer da virus, malware e spamming.

Appendice

VADEMECUM: CONSIGLI PER GLI INSEGNATI

Cercate di tenere costantemente aggiornate le vostre competenze tecnologiche (conoscere Internet significa anche dimostrare ai ragazzi di essere vicini al loro mondo).
Accertate le conoscenze dei vostri studenti ed eventualmente organizzate con loro una breve formazione.
Informate i vostri alunni dei rischi presenti sulla Rete, senza demonizzarla, bensì sollecitandone un utilizzo consapevole, in modo che Internet possa rimanere per loro una fonte di divertimento e apprendimento.
Educate bambini e adolescenti alla prudenza, a non fornire dati e informazioni, ad abbandonare un sito dai contenuti che possono turbare o spaventare e a non incontrare persone conosciute in Internet senza averne prima parlato con i genitori.
Mostrate agli alunni come usare e valutare criticamente ciò che incontrano durante la navigazione, poiché non tutte le informazioni online sono affidabili.
Informateli che alcuni comportamenti illeciti nel mondo reale (per esempio insultare una persona, sottrarre le password a un amico, accedere illecitamente a un sito o a un servizio, ecc.), lo sono anche in Rete.
Incoraggiate discussioni all’interno del gruppo classe sui siti che gli alunni trovano interessanti e divertenti e sollecitateli a parlare dei siti in cui hanno visionato argomenti/immagini che li hanno preoccupati o spaventati.
Spesso navigando ci si allontana molto dal punto dal quale si è partiti per effettuare una ricerca e questo aumenta il rischio di accedere anche involontariamente a materiali non idonei a soggetti in età evolutiva.
Se trovate in Rete materiale illegale o presumibilmente dannoso per bambini e adolescenti, o se venite informati da terzi rispetto alla presenza di tale materiale, occorre segnalare il caso immediatamente alla Polizia delle Comunicazioni oppure al Servizio Hot114, collegandosi al sito www.hot114.it