Archivi tag: contratto scuola

Le priorità della scuola: contratto scuola 2010 e tutela dei diritti del personale

Comunicato stampa di Mimmo Pantaleo Segretario generale FLC CGIL su contratto scuola 2010.

Nell’incontro con il Ministro Gelmini che si è tenuto questo pomeriggio, la FLC CGIL ha ribadito il giudizio negativo sulla manovra finanziaria che ha penalizzato fortemente tutto il pubblico impiego ed in particolare il personale della scuola. Il blocco dei contratti, delle progressioni stipendiali, gli interventi sulle pensioni, le modfiche al tfs determineranno una forte riduzione del valore dellle retribuzioni e un netto peggioramento delle condizioni di lavoro.

Per queste ragioni abbiamo chiesto che siano ripristinati gli scatti e la loro validità giuridica e in tal senso abbiamo apprezzato la volontà del Ministro di confrontarsi con le organizzazioni sindacali sui contenuti del decreto interministeriale che dovrebbe destinare parte dei risparmi per tale finalità.

Abbiamo inoltre ribadito al Ministro che per quanto riguarda la valorizzazione professionale del personale docente, la nostra organizzazione è disponibile a discutere sulla base dei seguenti punti fermi:

•la necessità che si proceda al rinnovo contrattuale per tutti
•la certezza di risorse aggiuntive finalizzate a tale scopo
•il rifiuto di qualunque ipotesi di blocco definitivo degli scatti e il contestuale utilizzo di queste risorse per il merito
•la necessità che qualunque ipotesi di valorizzazione avvenga all’interno del contratto e non attraverso provvedimenti di legge
Su questi punti abbiamo riscontrato le differenti opinioni del Ministro che intenderebbe superare dal 2013 il meccanismo degli scatti per utilizzzare anche quelle risorse in funzione del merito.

Per la FLC se dovesse prevalere quella impostazione non ci potrà essere alcuna condivisione.

Sarebbe infatti inaccettabile una situazione in cui si premiano pochissimi mentre la stragrande maggioranza, in assenza di risorse adeguate per i contratti, si vede privata persino della possibilità di recuperare l’inflazione.

Sulle immissioni in ruolo ci è stato comunicato il numero di 170 Dirigenti scolastici, 10.000 docenti e 6.500 ata che, pur rappresentando un punto d’avanzamento, è del tutto insufficiente rispetto ai posti vacanti disponibili ed è una parziale soluzione rispetto ai tantissimi precari che attendono da anni di essere stabilizzati.

Le iniziative di mobilitazione messe in campo dalla FLC per la difesa della scuola pubblica hanno consentito di acquisire qualche parziale risultato e per queste ragioni continueremo con le lotte, a partire dalle iniziative contro i tagli che penalizzano fortemente i precari e per evitare che si torni indietro rispetto a conquiste fondamentali per il personale della scuola.

Contratto Collettivo Nazionale dei Dirigenti Scolastici

Un buon CCNL dei dirigenti scolastici in un momento difficile: ulteriori ritardi sarebbero stati ingiustificati e intollerabili – Dichiarazione Scrima
La CISL Scuola valuta positivamente la sottoscrizione dell'”Ipotesi di accordo” per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale dei Dirigenti Scolastici, che chiude una tormentata trattativa protrattasi ben oltre la sua naturale scadenza.

Le difficoltà della trattativa erano da tempo note, sia a causa dell’insufficienza delle risorse stanziate nelle disposizioni di bilancio sia per l’impatto derivante sulla disciplina del rapporto di lavoro pubblico dai provvedimenti “Brunetta”.

Il giudizio positivo è motivato non solo dai contenuti dell’accordo sia sul piano giuridico che economico, obiettivamente i migliori ottenibili nel contesto dato, ma anche perché l’accordo è stato raggiunto in una situazione fortemente segnata dall’emergenza sul versante della spesa pubblica, tanto da rendere rischiosi, oltre che intollerabili, ulteriori indugi e ritardi.

L’impegno della CISL Scuola è ora quello di sollecitare tutti i soggetti politici ed istituzionali al rapido espletamento delle procedure necessarie alla stipula definitiva del contratto, indispensabile per la corresponsione ai dirigenti scolastici in servizio e a quelli collocati in pensione nell’ultimo quadriennio dei benefici economici contrattati, ivi compresi gli arretrati maturati, senza ulteriori ritardi che risulterebbero colpevoli oltre che ingiustificati.

Roma, 20 maggio 2010

Francesco Scrima, Segretario Generale CISL Scuola

Forte impegno della Uil su contratto scuola e elezioni Rsu

Contratto scuola: Va aperto rapidamente il negoziato
Il confronto Aran – sindacati sulla definizione dei comparti procede con
troppa lentezza. Il prossimo incontro è fissato per il 18 maggio.
La definizione del comparto, in cui salvaguardare la specificità della
scuola, è questione che va chiusa rapidamente.
Come da impegni presi dal Governo, va aperto subito il negoziato per il
contratto 2010 – 2012 secondo l’accordo che il Governo stesso ha
sottoscritto sul nuovo modello contrattuale, garantendo le risorse
aggiuntive per la valorizzazione professionale del personale della scuola
previsto dalle attuali norme finanziarie (30% dei risparmi).
Il Governo deve rapidamente certificare la disponibilità.

Rsu: rapida definizione dei comparti e indizione delle elezioni
Per la Uil Scuola vanno definiti rapidamente i comparti anche per andare
subito alla indizione delle elezioni per il rinnovo delle Rsu.
L’intervento legislativo ha definito la data di novembre per le elezioni.
La Uil Scuola, anche considerando che già c’è stato il rinvio di un anno,
insiste per indire rapidamente le elezioni perché la nostra scelta è di
rafforzare ruolo e funzioni delle Rsu, che, secondo la Uil rappresentano
risorsa strategica per l’azione e la democrazia sindacale.

Contratto scuola

“Chiederemo con forza le risorse per il rinnovo del contratto scuola per il prossimo triennio.

Scrima: senza soldi contratto andremo a mobilitazione e la faremo con CGIL e UIL

Se non ci saranno, andremo alla mobilitazione e ci andremo tutti insieme”, con gli altri sindacati. Francesco Scrima, Segretario Generale della Cisl Scuola, nel corso di una “tavola rotonda” al Palariviera di San Benedetto del Tronto, dove si svolge il congresso della Flc Cgil, ha detto con chiarezza che il sindacato non intende fare sconti sul fronte caldo dei contratti.

“C’é un impegno del governo sottoscritto, la partita si chiude a giorni, perché” – ha osservato Scrima – “si toccherà il nodo delle risorse”. E il fronte del rinnovo contrattuale potrebbe perciò essere l’occasione per un ricompattamento di Cgil, Cisl e Uil.

“C’é la volontà di puntare su obiettivi rivendicativi unitari. La partita del rinnovo contrattuale sulla scuola può essere un momento di ripresa del confronto unitario, sulla base naturalmente di obiettivi praticabili”.

I contratti degli ultimi bienni economici sono stati firmati solo da Cisl e Uil; un aumento inferiore alla perdita del potere d’acquisto non è stato infatti giudicato dignitoso dalla Flc che non ha firmato.

Sempre rimanendo in tema di contratti, il Segretario Generale della Flc Cgil, Mimmo Pantaleo, ha rilanciato, durante la “tavola rotonda”, la proposta di un contratto ad hoc per tutto il comparto dell’istruzione, dalla scuola materna agli enti di ricerca.

Un’ipotesi sulla quale Scrima è sembrato possibilista: “All’interno della Cisl” – ha detto il Segretario Generale della Cisl Scuola – “spesso sono prevalse le ragioni identitarie dei singoli settori, ma si deve lavorare per raggiungere l’obiettivo condiviso da tutti”, di un contratto unico.

Scettico, invece, il segretario della Uil Università, Alberto Civica, secondo il quale “le specificità dei singoli settori vanno mantenute. Non ha mai funzionato” – ha detto – “un comparto in cui si mettono insieme settori sproporzionati dal punto di vista dei numeri, in cui le singole forze sono diverse”.

Dirigenti scolastici: contratto scuola

Per i dirigenti scolastici e il loro contratto scuola è stato rinviato al 21 gennaio l’incontro con i sindacati. Il rinvio è stato determinato da “sopravvenuti improrogabili impegni internazionali”.

Con la nota prot. n.5/U del 4 gennaio 2010, il Capo Dipartimento del MIUR Dr Giovanni Biondi comunica che l’incontro con le Organizzazioni Sindacali rappresentative dell’area V della Dirigenza Scolastica già fissato per il 12 gennaio 2010 è rinviato al 21 gennaio 2010 alle ore 15,00.

La causa del rinvio è costituita da “sopravvenuti improrogabili impegni internazionali”.

Roma, 7 gennaio 2010

Via: www.flcgil.it

Stiamo studiando la possibilità di indire un concorso letterario invitando chi opera nella scuola a scrivere un reportage, anche non firmato. L’iniziativa dovrebbe chiamarsi REPORTAGE SCUOLA. Un reportage per capire effettivamente sul campo e raccontato da chi vi opera cosa sta cambiando nel mondo scolastico. Cosa è cambiato in questo anno. Vorremmo capire se la cosa vi inttriga, se vi interesserebbe partecipare o anche solo leggere e commentare gli elaborati pervenuti. Scriveteci per darci il vostro parere sull’iniziativa, forniteci idee per strutturare al meglio il tutto:

ariapertalab@gmail.com

Gli elaborati pubblicati saranno premiati con un pacchettino contenenti le nostre cartoline promozionali e dei libri a sorpresa. Vi ricordiamo inoltre che abbiamo da poco varato un sito, Clappo.it , dove è possibile registrarsi e condividere notizie ed eventi sul proprio territorio.


Contratto scuola: dirigenti scolastici

In merito al contratto scuola, finalmente un segnale da parte del MIUR
per quanto riguarda il contratto dei dirigenti scolastici

La trattativa all’ARAN si era interrotta il 21 ottobre a causa della mancata risposta alla richiesta delle parti sindacali di garantire il non arretramento della retribuzione dei Dirigenti Scolastici provocata dalla insufficienza dei fondi regionali.

La FLC CGIL, insieme a tutte le altre organizzazioni sindacali rappresentative dell’Area V (CISL Scuola, SNALS Confsal e ANP) aveva sollecitato il MIUR il 26 di ottobre e tutti i ministri competenti il 1 dicembre per trovare soluzione ai problemi rappresentati. Alle richieste si erano associati migliaia di Dirigenti Scolastici inviando fax ai Ministri e partecipando alle numerose assemblee che si sono tenute in tutte le regioni.

La FLC CGIL aveva indicato fra gli obiettivi dello sciopero dell’11 dicembre le specifiche richieste dei Dirigenti Scolastici.

La convocazione al MIUR per il 12 di gennaio 2010 determinerà le condizioni per riaprire all’Aran la trattativa per il rinnovo del contratto se verrà assunta dal MIUR la responsabilità di garantire il ripianamento dei fondi regionali per la retribuzione di posizione e di risultato.


Restano aperte le questioni della equiparazione interna ed esterna delle retribuzioni dei Dirigenti Scolastici, per le quali sono necessarie risorse aggiuntive non essendo sufficienti quelle contrattuali stanziate per entrambi i bienni economici 2006/07 e 2008/09 del CCNL da rinnovare.

La FLC CGIL non si rassegna certo ed è impegnata a ricercare la soluzione del problema della equiparazione già col rinnovo del CCNL 2006-2009.

Roma, 29 dicembre 2009

____________________

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca
Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali
Prot. n. AOODPPR n. 1699/U

Roma, 23 dicembre 2009
FLC CGIL
CISL SCUOLA
UIL SCUOLA
CONFSAL SNALS
ANP CIDA
e, p.c
Cons. Vincenzo NUNZIATA
Capo di Gabinetto
Dir. Giuseppe COSENTINO
Capo Dipartimento per l’istruzione
Dr. Marco FILISETTI
Direttore generale per la politica finanziaria e il bilancio
Dr. Luciano CHIAPPETTA
Direttore generale per il personale scolastico
OGGETTO: Dirigenti Area V (Dirigenti scolastici).

I rappresentanti delle Organizzazioni sindacali in indirizzo sono invitati a partecipare all’incontro che si terrà il giorno 12 gennaio 2010, alle ore 9.30, presso il Ministero – piano terra Sala riunioni (ex URP) – sull’argomento indicato in oggetto.

CAPO DIPARTIMENTO
Giovanni Biondi