Archivi tag: contestazioni bonanni

Contestazione Bonanni: le sue dichiarazioni dopo l’accaduto

Ecco le prime dichiarazioni del protagonista sulle Contestazioni Bonanni.

Ecco di seguito le dichiarazioni di Bonanni dopo le contestazioni alla Festa del PD di Torino.

”Sto’ bene ma sono molto turbato. Senza la presenza dei militanti della Cisl presenti oggi in piazza a Torino poteva accadere ancora qualcosa di piu’ grave. Per questo spero che tutti riflettano su quanto e’ accaduto e abbassino i toni”. Questo il commento a caldo del Segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, dopo le contestazioni alla Festa del Pd. ”Ci sono ancora ambienti torbidi in giro che cercano solo la violenza senza alcun legame con il mondo del lavoro il sindacato”, ha concluso.
La stessa segreteria Cisl ha commentato il grave episodio in una nota sottolineando: che “si e’ trattato di una aggressione incivile e squadrista che nulla a che vedere con il libero confronto democratico, nè con il mondo del lavoro. La Cisl nel condannare l’episodio, conferma che non si fara’ intimidire da nessuno nella sua azione sindacale e proseguira’ nella sua linea di responsabilita” e riformatrice nell’interesse dei lavoratori e del paese”.

Contestazioni a Bonanni: le prime dichiarazione della Cisl

Dopo le contestazioni a Bonanni di ieri sera alla Festa del PD di Torino: “La CISL prosegue nella sua azione sindacale nell’interesse dei lavoratori e del Paese. Il Segretario Generale della CISL, Raffaele Bonanni, è stato oggetto oggi pomeriggio a Torino di una contestazione violenta da parte di un gruppo di aderenti ai centri sociali di Torino mentre si accingeva a partecipare ad un dibattito organizzato nell’ambito della festa nazionale del PD, in corso di svolgimento a Torino.

Si è trattato di un’aggressione incivile e squadrista che nulla a che vedere con il libero confronto democratico, né con il mondo del lavoro.

La CISL nel condannare l’episodio, conferma che non si farà intimidire da nessuno nella sua azione sindacale e proseguirà nella sua linea di responsabilità e riformatrice nell’interesse dei lavoratori e del Paese.