Archivi tag: comparto scuola

Comparto scuola

ANIEF: ADESIONE ALLO SCIOPERO DEL GIORNO 12 MARZO 2010. Comparto scuola.
L’ORGANIZZAZIONE SINDACALE ANIEF HA COMUNICATO ALLO SCRIVENTE UFFICIO “L’ADESIONE ALLO SCIOPERO NAZIONALE DEL PERSONALE DOCENTE E ATA A TEMPO INDETERMINATO E DETERMINATO DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE ED EDUCATIVE PER L’INTERA GIORNATA DEL 12 MARZO 2010 INDETTO DALLA CONFEDERAZIONE CGIL-COMPARTO SCUOLA E DAL SINDACATO COBAS-SCUOLA”.

L’AZIONE DI SCIOPERO IN QUESTIONE INTERESSA IL SERVIZIO PUBBLICO ESSENZIALE “ISTRUZIONE” DI CUI ALL’ART. 1 DELLA LEGGE 12 GIUGNO 1990, N. 146 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI E ALLE NORME PATTIZIE DEFINITE PER IL COMPARTO SCUOLA, AI SENSI DELL’ART. 2 DELLA LEGGE MEDESIMA.

PERTANTO IL DIRITTO DI SCIOPERO VA ESERCITATO IN OSSERVANZA DELLE REGOLE E DELLE PROCEDURE FISSATE DALLA CITATA NORMATIVA.

NEL RICHIAMARE LA PARTICOLARE ATTENZIONE SULLA NECESSITA’ DEL RISPETTO DELLA SUINDICATA NORMATIVA, SI PREGANO LE SS.LL., AI SENSI DELL’ART. 2, COMMA 6 , DELLA LEGGE 12 GIUGNO 1990, N. 146, E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI, DI ATTIVARE, CON LA MASSIMA URGENZA, LA PROCEDURA RELATIVA ALLA COMUNICAZIONE DELLO SCIOPERO ALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E, PER LORO MEZZO ALLE FAMIGLIE ED AGLI ALUNNI, ED ASSICURARE DURANTE L’ASTENSIONE LE PRESTAZIONI RELATIVE AI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI COSI’ COME INDIVIDUATI DALLA NORMATIVA CITATA.


SI PREGANO INOLTRE LE SS.VV. DI INVITARE I DIRIGENTI SCOLASTICI A FAR PERVENIRE I DATI RELATIVI ALLE ASTENSIONI DAL LAVORO DEL PERSONALE DEL COMPARTO, AI SENSI DELL’ART. 5 DELLA LEGGE 146/90, UTILIZZANDO IL SISTEMA INFORMATIZZATO DEL MINISTERO – HOME PAGE SITO WWW.MPI.IT RETE INTRANET – SEZIONE “QUESTIONARI E RILEVAZIONI”, SELEZIONANDO LA VOCE “RILEVAZIONE SCIOPERI”.

LA SEZIONE DEVE ESSERE COMPILATA ANCHE IN CASO DI RISPOSTA NEGATIVA.

IL VICE CAPO DI GABINETTO
(dr. Emanuele Fidora)

RSU: definita la bozza di calendario per le elezioni 2009. Le votazioni si dovrebbero tenere il 23-25 novembre 2009

 

Via: www.flcgil.it

 

RSU: definita la bozza di calendario per le elezioni 2009. Le votazioni si dovrebbero tenere il 23-25 novembre 2009

Il Presidente dell’ARAN ha presentato nella giornata di ieri la bozza di calendario elettorale. La FLC ha ribadito la necessità di sottoscrivere il protocollo di Intesa entro il mese di luglio.

Nella giornata di ieri si è tenuta la riunione all’ARAN per la definizione del calendario delle elezioni RSU nel comparto scuola. Il presidente dell’ARAN ha comunicato la bozza di calendario che dovrà essere oggetto di un Protocollo di Intesa tra le organizzazioni sindacali e ha comunicato l’invio entro il mese di luglio della bozza di circolare sulle procedure elettorali.

Come è noto, la FLC (unico sindacato), nel mese di giugno, aveva indetto le elezioni per il rinnovo delle RSU nel comparto scuola.

Dopo una prima riunione presso l’ARAN durante la quale non si era proceduto alla definizione del calendario elettorale a causa di possibili modifiche legislative (bozza di Decreto Brunetta) e soprattutto dopo la lettera di diffida inviata all’ARAN da FLC e CGIL, arriviamo alla convocazione di ieri.

La FLC durante la riunione ha chiesto ripetutamente che il Protocollo venga sottoscritto, come da consolidata prassi, nel mese di luglio, ritenendo importante determinare le date delle scadenze elettorali prima della pausa estiva. Le altre organizzazioni sindacali presenti hanno espresso unanimemente la necessità di attendere l’ultima data utile in attesa dell’esito dell’iter del decreto Brunetta.

Il presidente dell’ARAN, nella replica, ha comunicato la possibilità di indire la prossima riunione il 30/31 luglio o comunque entro il 4 settembre 2009.

La FLC ritiene, non solo a parole, che le RSU e le relative elezioni rappresentino un momento importantissimo di democrazia nei luoghi di lavoro. Noi non vogliamo privare i lavoratori della possibilità di esprimere liberamente il loro diritto di voto e di eleggere i propri rappresentanti e difenderemo questo principio in tutte le sedi e con tutti gli strumenti a nostra disposizione.

Ecco il link con il calendario

 

Segui il nostro blog dedicato all’università


Aumentano gli iscritti alla CGIL, a trainare la crescita è la FLC

 

Via: www.flcgil.it

Aumentano gli iscritti alla CGIL, a trainare la crescita è la FLC

A dicembre 2008 la FLC ha raggiunto la cifra record di 187.781 iscritti. Il dato del tesseramento relativo al 2008 registra un incremento del 3,41%

La CGIL chiude il 2008 con 5.734.855 iscritti, +0,65%. Fra le diverse categorie la FLC Cgil è quella che cresce di più con un incremento di 6.186 iscritti, pari al 3,41%.

A dicembre 2008 la FLC ha raggiunto la cifra record di 187.781 iscritti. L’attenzione rivolta soprattutto verso i settori più deboli ha fatto crescere, in particolare, le adesioni provenienti dai settori privati, fra i giovani e dalle fasce di lavoro precario. Fra il personale a tempo determinato la crescita degli iscritti rispetto al 2007 è di quasi il 40%.

Nei primi sei mesi del 2009 si conferma il trend positivo con una crescita ancora più sensibile: solo nel comparto scuola si registra un +3,50% (+4.310 iscritti).

Evidentemente, la coerenza e la fermezza della FLC nel proseguire, anche da sola, le battaglie per fare della conoscenza un motore dello sviluppo del Paese, anziché la cenerentola del bilancio dello Stato, sta pagando.

Dare dignità al lavoro, considerare la scuola come una risorsa anziché come un covo di fannulloni e una spesa da tagliare, chiedere qualità nelle università e valorizzazione della ricerca, sono le azioni della FLC che i lavoratori hanno mostrato di apprezzare e condividere aderendo alla nostra organizzazione.

I risultati del tesseramento si affiancano a quelli delle elezioni delle RSU (Rappresentanze Sindacali Unitarie) dove la FLC Cgil conferma il consenso, estendendolo a tutti i settori della conoscenza.


Elezioni RSU comparto scuola, grave comportamento dell’ARAN

 

Via: www.flcgil.it

Elezioni RSU comparto scuola, grave comportamento dell’ARAN

Rinviata a data da destinarsi la definizione del calendario delle elezioni. Cambia lo stato di diritto, non vale più la legislazione vigente ma quella che sarà.

Si è tenuta il 3 luglio la riunione presso l’ARAN con all’ordine del giorno la “definizione del calendario delle votazioni per il rinnovo delle rappresentanze unitarie del personale del Comparto Scuola”.

La convocazione è arrivata dopo che la FLC Cgil, unico sindacato, ha indetto le elezioni per le RSU nel comparto scuola, nel rispetto della normativa vigente e nei tempi acquisiti da prassi consolidata.
Alla riunione erano presenti esponenti, sia delle confederazioni che delle categorie, delle Organizzazioni maggiormente rappresentative nel comparto. Con nostro vivo stupore, la rappresentante dell’ARAN ha fatto presente l’avvenuta indizione delle elezioni ma ha anche ricordato, immediatamente dopo, che siamo in vista di modifiche legislative in materia di regole contrattuali e della rappresentanza e, per questi motivi, ha chiesto alle Organizzazioni presenti se ritenevano opportuno fissare il calendario delle votazioni, dimenticando il delicato ruolo di soggetto imparziale che è affidato all’ARAN.

Le altre Organizzazioni, per voce delle Confederazioni, hanno giudicato inopportuno fissare la data delle elezioni essendo in attesa di una legislazione che apporterà modifiche al sistema contrattuale, al ruolo delle RSU ed essendo in definitiva incerta la stessa possibilità di chiamare al voto i lavoratori; tutto in aperta contraddizione con la natura contrattuale ed “endosindacale” della normativa che sovrintende alle elezioni delle RSU.


Dichiarazioni, quindi, in linea con la premessa della rappresentante dell’ARAN.
Significativo, per altro, che le dichiarazioni siano state rilasciate da segretari nazionali delle confederazioni e non dai rappresentanti delle categorie della scuola (oggi erano presenti anche Segretari generali di categoria che hanno solo assentito), contrariamente alla prassi consolidata.

La FLC, anche a nome della CGIL, ha replicato manifestando il suo stupore per le parole della funzionaria, ritenendo che non fosse in discussione, dato anche l’oggetto della convocazione, la decisione di fissare un calendario delle votazioni, abituati come siamo a ragionare sempre sulla legislazione vigente e non su quella che potrebbe essere.
Ad espressa richiesta della CGIL, la funzionaria dell’ARAN ha ritenuto di aggiornare la seduta a data da destinarsi e, sempre ad espressa richiesta della CGIL, ha rifiutato di redigere un verbale della seduta, ulteriore strappo a regole e comportamenti finora sempre improntati a correttezza nei rapporti fra le parti.

In considerazione di quanto descritto, la CGIL e la FLC Cgil hanno inviato all’ARAN una diffida chiedendo che siano ristabilite corrette relazioni, nel rispetto delle regole e di tutti i soggetti coinvolti, nessuno escluso, e che sia convocata a breve una nuova riunione per la definizione del calendario delle elezioni delle RSU nel Comparto Scuola.

 

ALLEGATI:

Lettera CGIL-FLC Cgil all’ARAN su rinvio definizione calendario elezioni RSU scuola – 3 luglio 2009 (133,24 kB)