Archivi tag: cobas salerno

Scuola: Impugnazione termini e contratti precari

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa inviatoci dai Cobas Salerno in merito all’ impugnazione termini e contratti precari.

Il legale dei Cobas di Salerno sta predisponendo ricorsi al giudici del lavoro
per il personale di ruolo e precario, docente/ATA

Le iniziative legali mirano al giusto risarcimento danni/indennizzo per la
violazione della normativa Comunitaria ed Europea come recentemente ribadito
dal giudice di Siena, anche per il personale di ruolo ai fini della
ricostruzione della carriera, nonché per ottenere il riconoscimento giuridico
ed economico degli scatti biennali di anzianità.

L’Avv. Angelo Tuozzo, ricorda, inoltre, che la recente Legge 183/2010 richiede
che i contratti illegittimamente siglati devono essere impugnati o contestati
entro il 22 gennaio 2011.
Chi ancora non ha ricevuto la lettera impugnativa contro la reiterazione dei
contratti a tempo determinato può riceverla scrivendo a:
precaridisalerno@libero.it  oppure cliccando qui
Chi intende accedere al ricorso deve spedire per raccomandata A/R la lettera
allegata al Miur e al dipartimento provinciale (ex USP).
E’ indispensabile spedire le lettere entro i primissimi giorni di gennaio
altrimenti si perde il diritto di ricorrere

Spedire le lettere comunque non obbliga nessuno a proseguire il ricorso (si
può anche cambiare idea).

Può accedere al ricorso chi ha almeno 3 anni di servizio precario (incarichi o
180 gg.)

Conservare la fotocopia delle lettere e la ricevuta delle raccomandate.

Successivamente si invieranno le istruzioni per continuare il ricorso .

Cobas Scuola Salerno – Comitato Insegnanti e Ata precari Salerno

http://precarisalerno.forumup.it

Oggi manifestazione contro la Gelmini ad Ariano Irpino

Precari: iniziato presidio permanente. Oggi manifestazione contro la Gelmini ad Ariano Irpino.

Continuano con sempre più determinazione e senza sosta le manifestazioni di protesta dei precari e dei Cobas della provincia di Salerno.
Anche nella mattinata di ieri decine di persone tra precari e Cobas si sono
nuovamente riuniti in via Monticelli davanti l’ex provveditorato agli studi di
Salerno per protestare contro i tagli al personale scolastico.

A guidare la protesta, anche questa volta, ci hanno pensato Teresa Vicedomini, esponente dell’esecutivo nazionale Cobas e Alessandro D’Auria, portavoce dei precari di Salerno.
«Da oggi – ha annunciato Vicedomini – incomincia il presidio permanente contro i tagli effettuati nel settore scolastico, precisamente contro coloro che lavorano all’interno delle scuole di ogni grado della provincia di Salerno».
La protesta dei Cobas e dei precari non riguarda soltanto i posti per gli
insegnanti designati al sostegno ma anche i lavoratori che si occupano dell’
amministrazione e della manutenzione delle scuole: «Oltre all’aumento dei posti per il sostegno noi facciamo pressione affinchè non vi siano ulteriori tagli contro i lavoratori dell’Ata ma che attualmente sono già del 60%.

Queste persone – continua Vicedomini – sono padri e madri di famiglia che non possono andare a finire in mezzo ad una strada».
L’argomento più assurdo per la rappresentante dei Cobas di Salerno sono i
capitali stanziati dal governo per la Regione: «Ci sono soltanto 20 milioni di
euro per 800 posti in tutta la regione campania. E’ assurdo! Ci sono migliaia
di persone che hanno il diritto di avere riconfermato il loro posto di lavoro
nell’interesse non solo loro ma anche della scuola che senza i precari non
andrebbe da nessuna parte».
Nella giornata di ieri è stata anche annunciata la presenza di decine di
precari e Cobas di Salerno che si recheranno ad Ariano Irpino in occasione
della visita del Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Maria Stella
Gelmini
.
«Partiremo domani (oggi ndr) da Salerno con un pulman che porterà più di 50 precari alla manifestazione irpina che vedrà la presenza del Ministro Gelmini.
L’appuntamento – dichiara Vicedomini – è per le ore 15 davanti all’ex
provveditorato agli studi, dove ci troviamo ora, in via Monticelli.Invitiamo
tutti i precari e i nostri colleghi a participare a questa iniziativa».
«Partiranno , racconta il potavoce dei precari di Salerno Alessandro D’Auria, decine di pulman con a bordo precari e Cobas da tutte le province della regione Campania. Ci faremo sentire perchè il ministro deve vedere quale malcotento c’è nel paese e in particolare in regione Campania a causa della sua riforma».
D’Auria annuncia anche un’altra iniziativa che partirà nella stessa giornata
di oggi: «Abbiamo iniziato una racconta delle tessere elettorali dei precari della scuola che consegneremo il prossimo 14 settembre al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in occasione della sua visita a Salerno».
Uno dei motivi di questo atto per i precari è la totale assenza di ascolto da
parte delle istituzioni e la mancanza del sostegno da parte dei partiti del
centrosinistra che dovrebbero invece essere accanto ai lavoratori e ai precari della scuola.
Numerosi saranno gli striscioni con slogan e fischetti che saranno portati dai
precari della provincia di Salerno contro il Ministro Gelmini che visiterà il
centro Biogem (Biologia e Genetica Molecolare) di Ariano Irpino, presieduto
dall’ex Ministro Ortensio Zecchino.
Domani, inoltre, sarà valutata anche la possibilità di organizzare ulteriori
iniziative contro la riforma targata Gelmini.