Archivi tag: centri estivi

Centri estivi 2010 a Impruneta: viaggi nel tempo

In merito ai centri estivi 2010, l’Assessore alle Politiche della Formazione del Comune, Francesca Buccioni, traccia un bilancio decisamente positivo dell’esperienza. Utilizzata la Scuola “F.Paolieri” di Impruneta, con diverse escursioni al parco di San Michele, all’anfiteatro di Fiesole, al castello di Monteriggioni e al castello di Verrazzano

Una volta chiusa l’esperienza dei centri estivi organizzati e promossi dal Comune di Impruneta insieme alla Cooperativa Sociale “La Stadera” per l’estate 2010 l’Assessore alle Politiche della Formazione, Francesca Buccioni, ne traccia un bilancio decisamente positivo.
Gli spazi utilizzati sono stati quelli della Scuola “F.Paolieri” di Impruneta, con diverse escursioni al parco di San Michele, all’anfiteatro di Fiesole, al castello di Monteriggioni e al castello di Verrazzano, nonché una serie di uscite ludico-sportive nel territorio.
Il pranzo è stato fornito dalla stessa ditta della refezione scolastica comunale e i trasporti vari sono stati effettuati gratuitamente con i pulmini del Comune.
“Il centro estivo – sostiene l’Assessore – rappresenta ormai sia un sostegno e un aiuto per i genitori che continuano a lavorare nel periodo di chiusura delle scuole dei figli, sia un’occasione e una possibilità di socializzazione importante per i nostri bambini e ragazzi. Si tratta infatti di un servizio educativo e ricreativo rivolto agli alunni e studenti frequentanti le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado del territorio.
Quest’anno una sessantina hanno partecipato alle 4 settimane dal 1 al 30 luglio, dedicate ad un avventuroso “Viaggio nel tempo” dalla preistoria, al medioevo, all’era delle scoperte, al futuro.

Con laboratori manuali, attività didattiche, uscite sul territorio ed escursioni si è cercato di sviluppare la curiosità dei bambini, la loro energia e la loro voglia di scoprire e conoscere, puntando sempre sulla socialità, sulla formazione educativa e formativa dei partecipanti. Ogni settimana è stata organizzata e pensata in modo tale che i bambini abbiano avuto la possibilità di giocare e divertirsi in spazi all’aperto, sperimentare attività manuali e fare nuove amicizie”.