Archivi tag: bambini

Al Museo Explora di Roma i bambini giocano con Play-Doh

Il Museo Explora di Roma, uno spazio del tutto a misura di bambino, durante i week end di febbraio ospiterà il laboratorio Crea con Play-Doh. Manipolare, plasmare, montare e smontare per divertirsi tra colori e forme, ecco cosa faranno i bambini dai tre ai cinque anni in compagnia di esperti animatori. L’obiettivo è, non solo sviluppare l’estro creativo dei più piccoli, ma soprattutto avvicinarli, anche se per gioco, ai principi dell’educazione alimentare.

Alzi la mano, chi non ha ricordi d’infanzia collegati alla pasta da modellare? Con una semplice pallina colorata è possibile creare un’infinità di cose differenti. Ieri come oggi, è sempre una festa per i bambini trovarsi davanti a tanti piccoli barattoli colorati di Play-Doh, la straordinaria pasta che potranno modellare, tagliare e mixare in tutta libertà e sicurezza. È la pasta modellabile più famosa di tutti i tempi, tanto che nel 1998 ha conquistato uno spazio alla famosa National Toy Hall of Fame di New York e in occasione del 50° anniversario ha persino ispirato la realizzazione di un profumo.

Studiata ad hoc per i più piccoli, Play-Doh è in grado di accompagnarli nella crescita in modo divertente, creativo e formativo. Il laboratorio Crea con Play-Doh ha proprio questo scopo: coinvolgere i bambini in attività di tipo manuale, nella fattispecie in attività legate all’educazione alimentare, sviluppando competenze e capacità. I bambini infatti creano dal nulla un pentolino, utilizzando cartoncino e carta stagnola, e tutti i vari alimenti da mettere al suo interno, come frutta o verdura. Dopo di che si passa alla manipolazione: utilizzando i vari strumenti dei play set, prima di tutto sperimentano le varie alternative che offre la morbidissima e coloratissima pasta di sale, per passare poi alla creazione dei vari alimenti, seguendo il proprio estro e la propria fantasia. Durante i laboratori è sempre presente un animatore che coordina il lavoro dei bambini e li segue nello svolgimento dei lavori.

I laboratori sono rivolti ai bambini dai 3 ai 5 anni, hanno una durata di 25 minuti e si tengono tutti i weekend di febbraio in quattro diversi turni (h 10, h 12, h 15 e h 17). Ad ospitarli Explora il Museo dei Bambini di Roma (Via Flaminia, 80/86), una struttura permanente dedicata ai bambini, alle scuole e alle famiglie. I laboratori Crea con Play-Doh rappresentano quindi un’importante occasione di conoscenza, gioco, interazione e socializzazione in un ambiente allegro e ricco di stimoli, per un apprendimento “sul campo” a tutti gli effetti.

Play-Doh, uno dei giochi più longevi e di successo di tutti i tempi, si presta perfettamente ad attività educative come quella proposta in collaborazione con il Museo Explora. Ma il mondo Play-Doh è molto di più: basti pensare che a Londra la Chevrolet ha pubblicizzato il modello Orlando creandone uno a grandezza naturale (4,6 x 1,8 metri), fatto interamente di Play-Doh. Per realizzare la scultura ci sono volute 1,5 tonnellate di pasta da modellare (per un costo complessivo di 6.000 sterline) e due settimane di lavoro. Il tutto a seguito di un simpatico sondaggio in cui si chiedeva alle persone quale fosse il gioco d’infanzia che ricordavano con più nostalgia. La risposta? Ovviamente Play-Doh, la linea di paste colorate made in Hasbro, ideata per sviluppare la creatività e incoraggiare lo sviluppo manuale nei più piccoli, che possono letteralmente “dare forma” alla loro fantasia e alla loro creatività. Sicura al 100%, la sua formulazione è priva di qualsiasi sostanza tossica o nociva per il bambino.

Convegno “L’Aiuto Efficace: cosa funziona con bambini e adolescenti? Processi, strategie e contesti del cambiamento in età evolutiva”

ASPIC per la Scuola presenta il convegno

L’Aiuto Efficace: cosa funziona con bambini e adolescenti?
Processi, strategie e contesti del cambiamento in età evolutiva

che si terrà a Roma, venerdì 22 e sabato 23 febbraio 2013,
nella sede del Polo Didattico di Piazza Oderico da Pordenone, 3

Sensazioni di benessere e sentimenti negativi si alternano e inquietano le vite in evoluzione di bambini, adolescenti e delle loro famiglie, che spesso non riuscendo a gestire questi stati emotivi entrano in crisi.
Secondo recenti dati Eurispes, il 63% degli adolescenti sperimenta noia, il 48.2% vive anche l’ansia, il 27,6% la depressione e il 25% conosce la solitudine e l’angoscia. Quali forme di aiuto, in termini di metodologie, strumenti e tecniche di promozione della crescita, o di pratiche cliniche risultano efficaci, utili e fruibili dall’utenza, nel superamento di un disagio così esteso? Questa la domanda su cui, nelle due giornate del convegno, vogliamo creare l’occasione di riflettere.
Il contributo metodologico-applicativo dell’Integrazione Pluralistica genera quella resilienza professionale che permette di andare oltre le strettoie di metodi dogmaticamente codificati, per costruire soluzioni creative oggi più che mai necessarie anche per motivi economici oltre che culturali.
Grazie alla ricerca, lo scenario degli itinerari dell’aiuto si è oggi arricchito di una gamma estrema di possibilità, tutte a disposizione dei professionisti. A noi la responsabilità di saper selezionare quelle più idonee a corrispondere all’ “universo singolare” di ogni bambino, adolescente, famiglia .
Il convegno, attraverso momenti teorici e seminariali esperienziali vuole essere uno spazio aperto di confronto professionale di esperienze, alla ricerca di pratiche di aiuto efficace in cui bambini, adolescenti e famiglie siano protagonisti attivi del proprio processo trasformativo di cura e di benessere.

Il convegno è organizzato dall’ASPIC per la Scuola (di cui si allega presentazione), promosso da ASPIC-Ricerca Scientifica Applicata e UpASPIC-Università popolare del counseling, con il patrocinio di Roma Capitale.

Interverranno esperti, docenti, psicoterapeuti, counselor e professionisti di diverse appartenenze teorico-metodologiche. Saranno presenti rappresentanti di contesti istituzionali, come la Sapienza – Università di Roma, e anche Scuole di Specializzazione e Associazioni che si occupano a vario titolo di infanzia e adolescenza.

La partecipazione è gratuita, aperta a persone ed enti che si occupano in vario modo e a diversi livelli del benessere e della cura del bambino e dell’adolescente nei contesti di vita familiare ed educativa.
Sarà l’occasione per condividere riflessioni su tematiche di grande rilievo socio-culturale e per sperimentare, attraverso i laboratori tematici teorico-esperienziali, un’ampia gamma di strategie terapeutiche, educative e di sostegno, di consolidato riscontro efficace.
È prevista una “sessione poster interattiva”, in cui potranno essere presentati progetti e interventi sulle tematiche oggetto del convegno.

Informazioni e adesioni presso la segreteria organizzativa del convegno,
scrivendo all’indirizzo aiutoefficace@aspicperlascuola.it
o telefonando al numero 345.98.92.814

www.aspicperlascuola.it

Liposuzione per bambini: gli esperti sono contrari

Complice l’evoluzione delle abitudini alimentari, i bambiniobesi” sul territorio italiano sono sempre di più. A crescere è, di conseguenza, anche la fetta di mamme che chiedono interventi di liposuzione per la propria prole: a certificarlo sono gli esperti della Fondazione Italiana per la Lotta all’Obesità Infantile, secondo cui la domanda di liposuzione per i giovanissimi starebbe aumentando del 2 per cento ogni anno.

Una tendenza diffusa soprattutto in alcuni mercati internazionali, che tuttavia trova una ferma opposizione all’interno dei confini tricolori. “Noi rifutiamo” – ha ad esempio precisato sulle pagine di Salute 24 Marco Gasparotti, chirurgo presidente della Fondazione Italiana per la Lotta all’Obesità Infantile – “mentre ad esempio negli Usa la chirurgia bariatrica sugli adolescenti sta diventando la norma, ma è un approccio sbagliato”.

In Italia, sostiene la Fondazione, i bambini con problemi di peso sarebbero il 23 per cento, mentre sarebbe del 12 per cento la quota di bambini obesi sul nostro territorio che – anziché puntare alla liposuzione – potrebbero ripristinare un equilibrio di benessere attraverso sport e sana alimentazione.

Per quanto ovvio, considerando la giovanissima età di questi potenziali pazienti, la responsabilità non può che ricadere sui genitori. Ad esserne convinto è Manuel Castello, presidente dell’Accademia Internazionale di Pediatria, che sulle pagine dello stesso magazine ricorda come “fino ai dodici anni le mamme pensano che il bambino debba essere grasso, poi invece vogliono che dimagrisca. In realtà la prevenzione inizia già durante la gravidanza”.

Gli fa eco lo stesso presidente Gasparotti, che ricorda come le mamme spesso “non capiscono che per il bimbo l’obesità non è un peccato estetico ma una condanna per la vita, perchè chi ne soffre è destinato a diventare un adulto malato”.

Questo ed altri approfondimenti sonoreperibili su www.chirurgia-estetica.tv

Educare i bambini alla nautica: costruire modellini in materiale riciclato

Non sei ancora fan di Scuola Magazine su Facebook? Clicca MI PIACE e diffondi fra i tuoi contatti!

Al BIG BLU  l’educazione dei bambini alla nautica e al Mare Venerdì con ReBoat 50 bambini impareranno giocando.

Dopo il grande successo del varo della ReBoat, l imbarcazione costruita totalmente con materiali riciclati che, battente bandiera Big Blu, parteciperà alla ReBoat Race, la prima regata italiana di barche ad impatto zero, ritorna la tematica del rispetto e della salvaguardia del mare.

Venerdì 24 sarà infatti presente una scolaresca di 50 bambini della scuola elementare Vittorio Veneto che parteciperà a 4 laboratori nei quali personale qualificato li affiancherà nella costruzione di modellini di imbarcazioni costruiti con bottiglie di plastica, cartoni del latte ed altri materiali rigorosamente ricicliati.

ReBoat, patrocinato da Roma Capitale e dalla Commissione Europea, vede la partecipazione di Federico Rocca, Consigliere Delegato del Sindaco di Roma capitale ai rapporti con le Istituzione dell U.E. e i cittadini neocomunitari, che accompagnerà i bambini al varo delle imbarcazioni che avverrà alle 11e30 nell Area Piscina del Big Blu (Pad. 3).


Il progetto Re Boat raccoglie in sè degli elementi di straordinaria importanza perchè allo sport e alla didattica unisce una particolare attenzione all’educazione ambientale tramite il riciclo di diversi materiali dichiara Federico Rocca che prosegue Non a caso questa esperienza ha trovato il sostegno di diversi istituzioni quali l’Ufficio Europa di Roma Capitale e la Commissione Europea proprio per l’aspetto ambientale e la sua valenza di messaggio rivolto ai più giovani

Il progetto ReBoat, fortemente voluto da Big Blu come simbolo dell importanza delle tematiche ambientali legate al rispetto del mondo marino, continuerà a giugno ad Ostia con la regata che vedrà gareggiare tante imbarcazioni ad impatto zero: www.reboatrace.it

Disegni da colorare

Oggi forniamo agli insegnanti le migliori risorse sui disegni da colorare. Diciamo subito che questa è un delle voci più ricercate in rete. Infatti nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole primarie i disegni da colorare sono una delle attività ludiche e creative più utilizzate per i bambini. Crediamo che creare un articolo con i link diretti ai migliori siti che offrono disegni da colorare possa essere una risorsa davvero utile per maestre ed educatori.

Andiamo quindi a vedere di fornire le migliori risorse in rete sui disegni da colorare:

www.midisegni.it

Segnalatoci da Elettra su Facebook: “E’ secondo me il migliore sito di disegni da colorare perchè oltre ad avere disegni di soggetti vari per tenere impegnati i bambini ne ha anche molti da utilizzare didatticamente: ad esempio per storia c’è una bella linea del tempo, ci sono le carte di Propp per italiano, Nazioni e Regioni d’Italia per geografia ecc.. Cosa fondamentale: si possono anche richiedere disegni da colorare.

www.disegnidacoloraregratis.it

Qui troviamo una raccolta davvero grande di disegni da colorare.  Se vogliamo essere critici forse si poteva evitare, quando ad esempio si apre la finestra, di far apparire il disegno con la pubblicità sotto e sopra. Però obiettivamente non sappiamo se queste appaiono in fase di stampa del disegno.

www.coloratutto.it

Questo sito pieno di disegni da colorare è più ordinato del primo. Il tutto è diviso per categorie di discegni e personaggi molto chiari. Quando si apre il disegno da stampare il tutto appare molto chiaroe senza pubblicità all’interno. Quindi si potrà ottenere il disegno da colorare stampato sul foglio a piena pagina.


www.dacolorare.com

Questo sito pieno di disegni da stampare e da colorare è stato realizzato da Eric, un padre di 5 figli, che ha creato inizialmente questo sito di disegni per i figli. Anche questo è molto ordinato ma bisogna fare vari passaggi prima di ottenere in un altra finestra il disegno. Purtroppo anche qui il disegno ottenuto contiene una pubblicità. Non è insomma pulito. C’è da vedere in fase di stampa se questa pubblicità viene tolta.

www.stampaecolora.com

Sito di disegni da colorare un po’ bruttino graficamente. Contiene un forum ma poco trafficato e per giunta straniero. I Disegni non sono male ma anche qua, arrivando in fondo, e ottenento il disegno da colorare stampato scopriamo che è presente una pubblicità.

www.disegnidacolorare.com

In questo sito i disegni da colorare non sono tantissimi. Si ha l’impressione che gli ideatori del sito ci stiano ancora lavorando a costruire il progetto.

Milano per mamme e bambini su Kikollelab.com

Creatività, immaginazione gioco e apprendimento nello spazio polifunzionale di Kikolle Lab. La start-up milanese si presenta online con un sito web a prova di mamma e bambino, realizzato da Meetweb.

Grazie alla web agency Meetweb, che si è occupata della creazione del sito web, Kikollelab.com guida i genitori alla scoperta di laboratori e workshop per bambini.

Laboratori di Arte, Favole animante, Baby Dance, Cucina, Baby Scultura , etc… per impegnare i bimbi in ore di divertimento e apprendimento:quello di Kikolle Lab è un progetto unico e giovane, perché non è né un asilo nido né una ludoteca ma una proposta ricreativa dove imparare giocando. Un’occasione straordinaria per i genitori milanesi, da esplorare subito, a partire dal sito web realizzato da Meetweb : simpatico, colorato e facile da navigare, il sito web parla a mamme e papà con un linguaggio facile e rassicurante e spiega in modo semplice e chiaro tutte le attività organizzate da Kikolle Lab, divise per categorie (Arte, Cuncina, Yoga & Relax, Gym & Dance, Favole & Musica, Feste), ognuna delle quali caratterizzata da un suo colore e un suo bollino di riconoscimento.

Il web design del sito, curato nei minimi dettagli, è a prova di genitore e bambino: colorato e divertente e allo stesso tempo pulito ed essenziale, proprio come l’interior design delle stanze di Kikolle Lab . La grafica, moderna e festosa, propone sul web l’ambiente simpatico e accogliente che aspetta dal vivo i piccoli clienti Kikolle Lab, e dedica un’intera sezione alle fotografie dei suoi spazi per consentire ai genitori di dare una prima occhiata online.

Il sito è continuamente aggiornato, con nuovi laboratori e workshop e timetable in corso di validità, perché mamme e papà possano scaricare gli orari aggiornati e informarsi sugli ultimi laboratori disponibili. Grazie al cms realizzato da Meetweb , lo staff di Kikolle Lab può gestire in totale autonomia i contenuti del sito, trasformandolo in un punto di riferimento fondamentale, come una grande bacheca online sempre aggiornata con le tutte le informazioni importanti, giorni e orari dei laboratori, novità, foto e variazioni.

Per maggiori informazioni:
KikoleLab
, Via Fratelli Bronzetti (ingresso Via Archimede), Milano.
www.kikollelab.com