Archivi tag: assunzioni nella scuola

Incontro Miur – Sindacati scuola

 

 

In questo blog trovera, fra gli altri argomenti, notizie su graduatorie scuola

 

Via: www.uil.it

 

In questo blog troverai notizie, frai vari argomenti, su graduatorie scuola.

Incontro Miur – Sindacati scuola

Funzionamento delle scuole, alunni per classe, apertura delle sezioni distaccate, interventi a sostegno dei precari, direttiva alle scuole del primo ciclo sugli aspetti didattici

I temi della scuola al centro dell’incontro di oggi al ministero dell’istruzione

Di Menna: non servono soluzioni generiche,
ma risposte concrete per garantire la qualità della scuola e le persone

Funzionamento delle scuole
La verifica della situazione concreta nelle scuole, il punto sul personale precario, la pubblicazione della direttiva di avvio anno scolastico per il primo ciclo: sono stati questi i temi al centro dell’incontro, fissato all’inizio del mese, che si è svolto oggi pomeriggio al Miur tra i dirigenti del dicastero di Viale Trastevere e i sindacati scuola.
Abbiamo chiesto al ministero di effettuare un monitoraggio e una verifica del funzionamento delle scuole, a seguito della riduzione di organico in atto – ha detto Massimo Di Menna al termine della riunione. Abbiamo segnalato situazioni concrete di classi sovraffollate sulle quali abbiamo sollecitato l’intervento urgente del Miur.
Il Miur ha assicurato di verificare le situazioni segnalate e, nel caso di intervenire.


Ci sono due elementi di particolare preoccupazione: il numero di alunni per classe e la presenza adeguata di collaboratori scolastici per dare garanzia di apertura delle succursali e delle sezioni staccate delle scuole.
La contrazione di organico – ha continuato Di Menna – effettuata sulla base di parametri tutti matematici e burocratici può creare difficoltà e disfunzioni nell’organizzazione delle scuole.

Precariato
Ora, mentre si stanno facendo le nomine – ha messo in evidenza il segretario generale della Uil Scuola – ci sono molte persone che hanno avuto questo anno l’incarico annuale che rischiano di rimanere senza lavoro. La Uil sta sostenendo la protesta e le legittime preoccupazioni di queste persone. Va assolutamente trovata una soluzione per questi lavoratori.
Abbiamo dato atto all’amministrazione e al ministero che sta continuando ad operare nella direzione di intesa con le Regioni (il ministero ce ne ha segnalate oggi, Abruzzo, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia), nella intesa con l’Inps per l’anticipazione dell’indennità di disoccupazione e di un provvedimento legislativo nazionale per la nomina delle supplenze e per il riconoscimento del servizio.
L’insieme di questi interventi deve essere chiaramente definito con urgenza in modo da dare certezza alle persone di una indennità di lavoro.
E’ previsto un ulteriore incontro tecnico giovedì prossimo.

Direttiva alle scuole del primo ciclo sugli aspetti didattici
Mancano pochi giorni all’avvio del prossimo anno scolastico – ha continuato Di Menna – abbiamo sollecitato l’emanazione della direttiva sugli aspetti organizzativi e didattici per consentire alle scuole di operare in quadro di riferimento chiaro.
Il ministero ha assunto impegno a inviare la direttiva relativa alle scuole del primo ciclo il prossimo 3 settembre, subito dopo aver recepito il parere del Cnpi previsto per il 2 settembre.

Nel corso dell’incontro il Miur ha dato comunicazione che per le zone terremotate dell’Abruzzo è stato emanato il decreto che consente l’utilizzo di 19 milioni di euro per il funzionamento delle scuole e il sostegno delle attività didattiche. L’inizio delle lezioni è previsto per il 21 settembre.


Assunzioni e precariato scuola: incontro del 4 agosto con il Ministro Gelmini

 

Via: www.flcgil.it

 

Assunzioni e precariato scuola: incontro del 4 agosto con il Ministro Gelmini

Poche novità e ancora proposte fumose. Affrontato anche il tema dei finanziamenti alle scuole e dei fondi per le scuole dell’Abruzzo.

Con colpevole ritardo – e solo dopo le ultime sollecitazioni unitarie – il Ministro Gelmini ha convocato il tavolo, promesso nell’ultimo incontro del 10 giugno, per discutere sulle immissioni in ruolo e sulle tematiche relative al precariato.

Il Ministro ha confermato i dati relativi alle immissioni in ruolo del personale docente e ata per il prossimo anno scolastico ed ha informato di una complicata trattativa con il MEF, volta soprattutto a rendicontare al ministro Tremonti la compatibilità economica complessiva dell’operazione. Ha anche ammesso che si è arrivati alla soluzione grazie al sostegno delle iniziative sindacali e alla disponibilità delle forze politiche di opposizione.

Il Ministro ha, inoltre, comunicato di aver dato ai Dirigenti degli USR, convocati in mattinata, disposizioni per accelerare, per quanto possibile, le operazioni per l’immissione in ruolo di tutto il personale docente e ata.

Dopo aver rapidamente dato conto delle difficoltà che hanno impedito l’approvazione in Consiglio dei Ministri dell’emendamento relativo ai precari (contratti di disponibilità), ha assicurato che l’emendamento stesso sarà inserito in un decreto in via di approvazione entro il mese di agosto per essere pienamente attuativo entro la fine di settembre.

Il Miur ha anche approntato una convenzione con l’INPS che regola tutte le procedure per la definizione della “indennità di disponibilità” per tutti i supplenti annuali e fino al termine delle attività didattiche, docenti e ata, che non avranno l’attivazione del contratto per l’anno scolastico 2009/2010.

La firma della convenzione è prevista nei prossimi giorni e le risorse utilizzate saranno, oltre a quelle relative alla indennità di disoccupazione, anche quelle rese disponibili dalle Regioni.

A questo proposito è stata comunicata la firma di un primo protocollo d’intesa con la Regione Sardegna ed è stata comunicata la disponibilità alla stipula di altre sei Regioni.

Il dott. Cosentino ha fornito chiarimenti sulla possibilità di presentare alle Regioni uno schema di accordo unico per garantire uniformità di applicazione su tutto il territorio nazionale.


In relazione alla situazione dei finanziamenti alla istituzioni scolastiche è stata comunicata l’attivazione di un finanziamento straordinario
per le scuole
del primo ciclo.

Infine, è stato definito al tavolo tecnico l’accordo tra Governo e Conferenza Unificata sulle Sezioni Primavera che potrà essere approvato solo dopo un esito positivo dell’incontro politico tra le parti, previsto per questa sera a Palazzo Chigi.

Il Segretario generale della FLC Cgil Domenico Pantaleo, nel suo intervento, dopo aver ricordato la responsabilità politica del Governo per i tagli agli organici e per il licenziamento del personale precario, ha ribadito l’inadeguatezza del numero di assunzioni in ruolo del personale docente e ata a fronte delle disponibilità di posti vacanti (39.000 per i docenti e 65.000 per gli ata).
Ha sottolineato, quindi, che questo risultato, seppur del tutto insufficiente, è stato raggiunto grazie alle nostre iniziative di protesta fino al sit-in del 15 luglio con le Associazioni dei precari.

Purtroppo, ha sottolineato Pantaleo, dobbiamo constatare che sugli interventi a favore dei precari della scuola siamo ancora alle comunicazioni verbali ed ad ipotesi fumose.

Le Organizzazioni sindacali, peraltro, non hanno avuto la possibilità di affrontare in sede tecnica l’ipotesi ministeriale, per poter avanzare le proprie osservazioni e proposte su una materia complessa e con notevoli ripercussioni giuridico-amministrative rispetto alla normativa vigente.

Pantaleo ha comunque ribadito che l’intervento proposto, deve garantire identiche condizioni di accesso e di sostegno al reddito sia per il personale docente che per il personale ata.
Al momento non è chiaro quali strumenti legislativi il governo intende utilizzare, né come saranno definite le normative di accompagnamento ed i tempi necessari per la loro applicazione.

Il Segretario generale della FLC ha anche ribadito con fermezza che tutte le operazioni di immissioni in ruolo e di nomine annuali devono concludersi entro la fine di agosto nel rispetto delle norme e per dare certezze ai lavoratori e alla programmazione didattica delle scuole.

Per quanto riguarda i finanziamenti alle scuole, la FLC ha sottolineato che con interventi una-tantum non si risolve il vero problema che è quello di dare certezza finanziaria alle scuole e provvedere alla totale copertura dei debiti pregressi.
Il Segretario generale della FLC ha anche chiesto conto dei finanziamenti previsti per la scuola abruzzese, che rischiano di essere utilizzati per altre finalità ricordando la lettera di protesta unitaria. Il Ministro ha chiarito che le risorse non saranno toccate e restano disponibili per le finalità previste.

Dopo aver dato la disponibilità della FLC a partecipare agli incontri tecnici e politici che saranno convocati, a cominciare da quello proposto per il 26 agosto, Pantaleo si è riservato di comunicare le valutazioni della FLC Cgil solo dopo aver preso visione del testo della proposta ministeriale, dell’emendamento che il Governo intende proporre, della convenzione con l’INPS e del testo degli accordi che il Ministro intende stipulare con le Regioni.

In assenza di risposte e senza un preciso impegno sui tempi di applicazione delle norme in via di definizione da parte del Governo, l’inizio dell’anno scolastico sarà inevitabilmente contrassegnato da forti tensioni e la FLC Cgil proclamerà ulteriori iniziative di mobilitazione nei territori, in coincidenza con il primo giorno di scuola.

Roma, 5 agosto 2009

 

Se ti è piaciuto questo articolo potresti essere interessato ai nostri blog dedicati All’ Agriturismo e al Agriturismo in Chianti.


Gelmini incontra al Ministero i sindacati della scuola

 

Comunicato stampa via: www.pubblica.istruzione.it

 

Gelmini incontra al Ministero i sindacati della scuola
Da settembre assunzione per 16mila tra docenti e personale Ata

Roma, 4 agosto 2009
Assunzioni e immissioni in ruolo in arrivo per il prossimo anno scolastico. Il ministro Mariastella Gelmini, nel corso dell’incontro di oggi con i Segretari generali dei sindacati della scuola, ha confermato per il prossimo settembre l’assunzione di 647 dirigenti scolastici, l’ immissione in ruolo di 8mila docenti e l’ assunzione di 8mila unità di personale Ata.

“Il governo sta lavorando – ha dichiarato il ministro Gelmini – per garantire continuità didattica agli studenti, assicurare la stabilità necessaria al personale della scuola e la continuità organizzativa a tutte le istituzioni scolastiche. L’assunzione di oltre 8mila docenti e 8mila unità di personale Ata è una dimostrazione concreta di questo impegno. Il Governo e il Miur quindi proseguono nella riforma del sistema scolastico italiano secondo un principio applicato fin dall’inizio: risorse solo in cambio di riforme”.

 

Se ti è piaciuto questo articolo potresti essere interessato ai nostri blog dedicati all’ Innovazione e al mondo dei libri.


Tutela dei precari licenziati a settembre: finalmente il Ministro convoca i sindacati

 

Tutela dei precari licenziati a settembre: finalmente il Ministro convoca i sindacati

Previsto un incontro nel pomeriggio del 4 agosto 2009

Dopo le numerose sollecitazioni e proteste, il Ministro finalmente convoca le organizzazioni sindacali per un confronto sulle assunzioni in ruolo e sulla tutela dei precari licenziati.

L’incontro è previsto per il pomeriggio del 4 agosto. In quell’occasione ribadiremo le proposte presenti nella nostra piattaforma e l’urgenza di una soluzione chiara e trasparente per garantire il lavoro e il reddito alle migliaia di precari che saranno licenziati in tronco dal 1° settembre.

Roma, 31 luglio 2009
__________________

Roma, 31 Luglio 2009
Prot.AOODPIT /2111
Al Prof. Domenico PANTALEO
Segretario Generale FLC CGIL
Al Prof. Francesco SCRIMA
Segretario Generale CISL SCUOLA
Al Prof. Massimo DI MENNA
Segretario Generale UIL SCUOLA
Al Prof. Marco Paolo NIGI
Segretario Generale SNALS – CONFSAL
Al Prof. Gennaro DI MEGLIO
Segretario Generale
Federazione GILDA UNAMS
Al Prof. Giorgio REMBADO
Segretario Generale ANP CIDA
e, p.c., Al Capo di Gabinetto On. Ministro
Al Capo Segreteria On. Ministro
Alla Segreteria Particolare On.le Ministro
Al Direttore Generale del Personale scolastico
SEDE
OGGETTO: – Incontro del 4 Agosto 2009 – ore 15,00

Le SS.LL. sono invitate personalmente a partecipare ad un incontro con l’On.le Ministro che si terrà il giorno 4 agosto 2009, alle ore 15,00, presso il Salone dei Ministri, sullo stato delle problematiche relative alle assunzioni in ruolo e al precariato.

IL CAPO DIPARTIMENTO
F.to Giuseppe Cosentino

Se ti è piaciuto questo articolo potresti essere interessato ai nostri blog dedicati ai Giovani e all’ Università.


Di Menna (UIL Scuola) : la scuola non può essere un ‘graduatorificio permanente’

 

Via: www.uil.it/uilscuola

Quella dei precari è una emergenza da risolvere rapidamente
Di Menna: la scuola non può essere un graduatorificio permanente
Servono qualità, continuità e stabilità

La Uil sollecita un decreto per le immissioni in ruolo
e un emendamento al decreto anti-crisi
che preveda una indennità di lavoro per i 16 mila precari che rischiano di rimanere senza incarico.

Un decreto per le immissioni in ruolo e una indennità di lavoro per i precari che rischiano di rimanere senza incarico il prossimo anno scolastico: sono le richieste che la Uil Scuola rivolge al Governo. Due misure urgenti per dare qualità, continuità e stabilità alla scuola.

La previsione di una indennità di lavoro (con risorse statali, fondi Inps e risorse derivanti da intese con le Regioni) per sostenere il reddito e la permanenza al lavoro dei circa 16 mila precari – docenti e Ata – con contratto annuale, è contenuta in una bozza di decreto, presentata dal Miur ai sindacati.

Un provvedimento che – spiega Massimo Di Menna, segretario generale della Uil Scuola – deve essere inserito nel maxi-emendamento che il governo si accinge a presentare.

E’ una emergenza che va risolta adesso – aggiunge – le decisioni per il prossimo anno vanno prese ora, perché a settembre queste persone, che per anni hanno lavorato nella scuola, rischiano di non avere più né lavoro, né reddito, mentre mantenendo – così come nelle previsioni del provvedimento – la titolarità e la validità giuridica del servizio, la continuità nella retribuzione, il prossimo anno, considerato il turn over, potrebbero essere nuovamente reimpiegate stabilmente.


Il perdurare dell’assenza di tali provvedimenti determina la giusta protesta dei precari; come Uil ne sosteniamo le ragioni.

Oggi, definiti gli organici a livello regionale, si può conoscere l’esatto numero delle persone coinvolte. Ogni regione è in grado di conoscere tali dati con precisione.
Si è in grado, cioè – rilancia Di Menna – di passare dai numeri alle persone nelle singole province.
Si possono quindi definire, non provvedimenti generici, ma interventi mirati per una ‘indennità di lavoro’ proprio per queste persone.
Lombardia, Marche, Puglia, Campania, Sardegna hanno già deliberato stanziamenti per tale finalità e per arricchire la qualità della scuola nel loro territorio.

Nel medio periodo va individuato un sistema di stabilizzazione per garantire la continuità didattica e dei servizi complementari.

La scuola – commenta Di Menna – non può essere un ‘graduatorificio permanente’, servono soluzioni che consentano selezione e assunzione di giovani e bravi insegnanti.

Ad esempio, nel Nord – continua – ci sono graduatorie esaurite, soprattutto nelle materie scientifiche. Questo apre a nuove assunzioni, ad immissioni per giovani insegnanti.

L’attribuzione di incarichi pluriennali potrebbe evitare anche situazioni di contenzioso, così come accaduto a Viterbo, dove il tribunale ordinario, su ricorso promosso dalla Uil Scuola, ha ordinato all’amministrazione di pagare il risarcimento dei danni ai precari.

Se ti è piaciuto questo articolo ti potrebbero interessare i nostri blog dedicati all’ innovazione e all’ impresa.